Borsa: Europa in rosso a meta' giornata, Milano (-0,8%) la peggiore

Borsa Italiana ECONOMIA

Il rialzo del greggio sostiene anche le azioni oil, con Eni che guadagna lo 0,7%, Tenaris l'1,19% e Saipem lo 0,35%.

Milano e' la peggiore: segna un calo dello 0,8%, con lo spread in rialzo a 138,7 punti, risentendo anche delle tensioni politiche per la nomina del Presidente della Repubblica.

Spread in rialzo, bene Leonardo, deboli i ciclici (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 14 gen - Borse europee deboli dopo lo scivolone del 2,6% accusato ieri dall'indice dei titoli tecnologici Nasdaq. (Borsa Italiana)

Se ne è parlato anche su altri media

Gli analisti di Intesa Sanpaolo scrivono nel daily che “la mossa di Caltagirone è un chiaro segnale dell’aspro scontro sulla governance di Generali che comporta incertezze per il gruppo. Nel settore bancario, positiva Unicredit (+0,7%) che si scrolla di dosso la negatività legata alla notizia di un’eventuale acquisizione della russa Otkritie Bank. (FX Empire Italy)

Gli analisti di Intesa Sanpaolo scrivono nel daily che "la mossa di Caltagirone è un chiaro segnale dell'aspro scontro sulla governance di Generali che comporta incertezze per il gruppo. Nel settore bancario, positiva Unicredit (+0,7%) che si scrolla di dosso la negatività legata alla notizia di un'eventuale acquisizione della russa Otkritie Bank (Yahoo Finanza)

Jp Morgan in un report sui petroliferi europei ha alzato il target price su Eni (+1%) da 18 a 19 euro, confermando il rating overweight. In controtendenza Leonardo +1,9% dopo alcuni nuovi ordini per oltre 600 milioni complessivamente. (Finanza Report)

A meta' giornata Parigi arretra dell 0,59%, Francoforte dello 0,6%, Madrid dell 0,29% e Amsterdam dello 0,52%. Milano e' la peggiore: segna un calo dello 0,8%, con lo spread in rialzo a 138,7 punti, risentendo anche delle tensioni politiche per la nomina del Presidente della Repubblica. (Borsa Italiana)

Poco mosso il petrolio. Le Borse europee iniziano sotto la parità la giornata di contrattazioni, dopo il calo di ieri di Wall Street, con l’ennesimo scivolone del Nasdaq (-2,35%). Negli Stati Uniti inizia la stagione delle trimestrali, oggi attesi i dati di Jp Morgan (NYSE: ), Citigroup (NYSE: ), BlackRock (NYSE: ) e Wells Fargo (NYSE: ). (Investing.com)

1 ' di lettura. Avvio in rosso per i listini del Vecchio Continente, dopo il tonfo del Nasdaq. A Tokyo la settimana si chiude in ribasso, con l’indice Nikkei in calo dell’1,28%, a causa delle preoccupazioni per un aumento dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. (Benzinga Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr