Phoenix-Milwaukee 119-123, la giocata finale di Holiday è da urlo – VIDEO

Phoenix-Milwaukee 119-123, la giocata finale di Holiday è da urlo – VIDEO
Il Veggente SPORT

E la giocata è da urlo. Milwaukee è a una sola vittoria dal titolo NBA.

Ecco il video della giocata magica che ha entusiasmato i tifosi dei Bucks e anche tutti gli appassionati di basket e Nba

Phoenix-Milwaukee 119-123, per i Bucks il titolo Nba è a una sola vittoria.

Di fondamentale importanza nella vittoria finale le prestazioni di Antetokounmpo, Middleton e Holiday, che riescono nell’impresa di chiudere almeno con 25 punti a testa. (Il Veggente)

Se ne è parlato anche su altre testate

Dovranno giocare fin da subito.”. La formula magica, quindi, pare sarà schierarli immediatamente sul parquet e lasciar parlare il gioco. Gregg Popovich nell’ultima conferenza stampa ha quindi svelato di osservare con attenzione le Finals, proprio per questo motivo:. (NbaReligion)

Era solo una giocata atletica: Giannis ha solo toccato il pallone, passandolo indietro sapendo che i suoi compagni di squadra erano lì vicino. Leggi Anche. NBA Finals, Phoenix non perdeva 3 partite di fila da gennaio: i commenti di Booker e Paul. (NbaReligion)

Il due volte MVP, il quale ha firmato anche l’ultimo alley oop che ha messo in ghiaccio Gara 5, ha commentato in questa maniera la situazione:. “Ne manca ancora una. Sono le finali NBA, devi dare il massimo, ed è quello che ha fatto la squadra stasera. (NbaReligion)

NBA Finals, Phoenix non perdeva 3 partite di fila da gennaio: i commenti di Booker e Paul

I threw it as high as I could.” – @Jrue_Holiday11 on his lob to Giannis#NBAFinals presented by YouTube TV. Game 6: Tuesday, 9 PM ET, ABC pic.twitter.com/PfsYciMCIZ — NBA (@NBA) July 18, 2021. 27 PTS. 13 AST. (Sportando)

Quando a 16 secondi e 7 decimi dalla fine, con i Bucks avanti 120-119, Jrue Holiday ha sradicato il pallone dalle mani del migliore dei Suns, Devin Booker, è scappato in contropiede e servito un pallone baciato per l'alley oop di Giannis Antetokounmpo, il basket ha mostrato al mondo la legge universale dello sport: puoi essere il favorito, il più brillante della stagione, quello con il quoziente intellettivo più alto d'America, i migliori fuoriclasse, un coach calmo come un monaco tibetano, ma quando il pallone scotta l'estetica dei numeri non conta più (La Repubblica)

Queste le parole di Booker e Paul:. “Sì, l’intero 3° quarto (perso 36-29) è stato quasi tutto così. I Bucks sono rimasti resilienti, hanno continuato a giocare, e quindi… è arrivata una durissima sconfitta per noi. (NbaReligion)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr