Tunisia-Mali diventa uno scandalo internazionale: l’arbitro fischia la fine all’85’, è il panico

Tunisia-Mali diventa uno scandalo internazionale: l’arbitro fischia la fine all’85’, è il panico
Sport Fanpage SPORT

Tunisia-Mali diventa uno scandalo internazionale: l’arbitro fischia la fine all’85’, è il panico Coppa d’Africa nel caos dopo l’allucinante direzione dell’arbitro Janny Sikazwe in Tunisia-Mali: fischia incomprensibilmente la fine all’85’ e da quel momento in poi perde il controllo.

La Tunisia e il Mali continuano a battagliare fino all'85' quando l'arbitro ferma il gioco in modo definitivo.

Sikazwe ha fischiato la fine della partita con cinque minuti di anticipo, poi l'ha ripresa espellendo un giocatore e l'ha definitivamente fatta terminare prima del 90′. (Sport Fanpage)

Su altre fonti

Nell'altra gara del girone, una delle due esordienti della manifestazione, il Gambia, ha sorpreso la Mauritania superandola per 1-0. Ha deciso un sinistro dal limite dopo 10' di Ablie Jallow su assist dell'attaccante del Bologna Musa Barrow. (La Repubblica)

Qui, a 85’06” sul cronometro, l’arbitro Janny Sikazwe ha fischiato la fine dell’incontro con inspiegabile anticipo. In Mauritania-Gambia infatti, prima del calcio d’inizio, si sono vissuti attimi di grande imbarazzo quando è stato suonato un inno nazionale diverso da quello della Mauritania. (Virgilio Sport)

Con la loro voce hanno risolto un momento davvero imbarazzante. La Coppa d'Africa è iniziata da pochi giorni, ma le polemiche scoppiate la pongono di diritto tra una di quelle più discusse della storia. (leggo.it)

Tunisia-Mali, che caos! Arbitro fischia la fine prima del 90', riprende dopo mezz'ora

Probabile il ricorso. vedi letture. È finita nel modo più surreale possibile la partita tra Tunisia e Mali. (TUTTO mercato WEB)

Quando negli spogliatoi si è paventata l'idea di tornare in campo per 3 minuti, la Tunisia si è rifiutata di rientrare. Le proteste della Tunisia (che era sotto 1-0) lo convincono a riprendere il gioco ma il triplice fischio definitivo arriva ancora in anticipo, a 17 secondi dal 90°. (Napoli Magazine)

Un'altra decisione che ha provocato la reazione della panchina tunisina, con il ct Kebaier che ha inseguito l'arbitro, salvo poi essere fermato dall'intervento delle forze dell'ordine. Incredibile ma vero: è accaduto quest'oggi, ma lo ricorderemo probabilmente per sempre. (AreaNapoli.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr