Fattura in nome dei rider per la consegna a domicilio: sì all’imposta di bollo virtuale

Informazione Fiscale ECONOMIA

Fattura in nome dei rider per il servizio di consegna a domicilio: la società che mette in contatto i corrieri con chi richiede l’ordinazione rientra tra i soggetti interessati che possono chiedere l’autorizzazione al pagamento dell’imposta di bollo virtuale, secondo l’articolo 15 del DPR numero 642 del 1972.

Via libera, quindi, alla richiesta di autorizzazione da parte della società che emette fattura in nome e per conto dei corrieri con regime forfettario e ricevuta occasionale nel caso dei rider occasionali

Fattura in nome dei rider per la consegna a domicilio: sì all’imposta di bollo virtuale. (Informazione Fiscale)

Su altre testate

Imposta di bollo virtuale, può essere pagata sia per l’istanza sia per la nota di iscrizione al PRA. L’imposta di bollo può essere assolta in modo virtuale sia per l’istanza sia per la nota di iscrizione al PRA, Pubblico Registro Automobilistico. (Informazione Fiscale)

L'imposta di bollo è disciplinata dal d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, il quale all'articolo 1 prevede che sono soggetti all'imposta di bollo gli atti, i documenti e i registri indicati nell'annessa tariffa. (Ipsoa)

Secondo l’Agenzia delle Entrate, sono inclusi anche i certificati che i medici convenzionati con l’azienda sanitaria devono presentare alla compagnia assicuratrice in caso di isolamento domiciliare (Informazione Fiscale)

A cura della Redazione Con la risposta a interpello n. 326 dell’11 maggio 2021 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in tema di imposta di bollo. (Ipsoa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr