Bus precipitato a Capri, c’è un morto: è l’autista del mezzo

Bus precipitato a Capri, c’è un morto: è l’autista del mezzo
Fanpage.it INTERNO

Bus precipitato a Capri, c’è un morto: è l’autista del mezzo Una persona è morta per le ferite riportate nel grave incidente di stamane a Capri, dove un minibus di linea è precipitato nel vuoto nella zona della Marina Grande; si tratta del conducente del mezzo.

L'incidente è avvenuto intorno alle 11,30 di oggi, 22 luglio, nei pressi dell'Hotel Belvedere Tre Re, all'altezza del lido Gemma.

A cura di Nico Falco. (Fanpage.it)

Su altre fonti

Altri due feriti sono attualmente assistiti in camera operatoria in attesa di trasferimento, altri stanno ricevendo cure e sono in fase di stabilizzazione emodinamica e assistenza respiratoria, sempre in attesa di trasferimento Questa la dinamica alla studio dei vigili del fuoco e della polizia che conducono le indagini sull'incidente di questa mattina sull'isola di Capri. (Il Vescovado Costa di Amalfi)

Quelli più gravi sono i passeggeri del minibus Probabilmente alla causa dell’incidente un malore che ha accusato Melillo: le prime informazioni parlano di un infarto. (Info Cilento)

Alcune di esse erano a bordo del mezzo (una decina) mentre le altre sono state investite da detriti provocati dall’incidente. Ora il minibus si trova incastrato tra nella scarpata, tra la roccia e una struttura metallica appartenente ad uno stabilimento balneare. (FormulaPassion.it)

Autobus precipita a Capri: morto l'autista, sfiorata la strage

Il decesso dell’autista, Emanuele Melillo, è stato accertato sul luogo dell’incidente. Nella mattinata di giovedì 22 luglio un minibus con a bordo 15 persone è uscito di strada precipitando per circa una decina di metri nella zona di Marina Grande, a Capri. (Caffeina Magazine)

e da alcuni volontari mentre il personale CNSAS sta ancora coordinando gli atterraggi dei vari velivoli al Campo Sportivo San Costanzo. ed elisoccorso 118 di Salerno per un pullman precipitato a Marina Grande a Capri. (Positanonews)

I pazienti trasportati al Capilupi, in codice giallo e rosso, presentano politraumi con diverse fratture, sospette lesioni vascolari dei distretti toraco-addominali, policontusioni multiple, escoriazioni multiple, ferite lacero contuse multiple. (Il Caudino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr