Il “caso Greensill” miete le prime vittime in casa Credit Suisse

Il “caso Greensill” miete le prime vittime in casa Credit Suisse
Ticinonline ECONOMIA

adono le prime teste nella direzione generale di Credit Suisse: sulla scia del caso Greensill, la fallita società finanziaria britannica, il numero uno dell'investment banking Brian Chin e la Chief Risk and Compliance Officer Lara Warner lasceranno i loro ruoli.

Perdita di 900 milioni. Credit Suisse ha inoltre annunciato che si aspetta di registrare una perdita ante imposte di 900 milioni di franchi nel primo trimestre. (Ticinonline)

Ne parlano anche altri media

Tra i reati contestati alle persone coinvolte, finite ai domiciliari, ci sono peculato, corruzione e traffico di rifiuti. Arrestati il sindaco del comune milanese di Opera a una dirigente dell’ufficio tecnico locale per appalti truccati. (LaPresse)

La vicenda vanifica così gli ottimi risultati altrimenti ottenuti dalla banca nel primo trimestre, che si chiuderà con una perdita di circa 900 milioni di franchi. Ci sarà inoltre un taglio da 41 milioni nei compensi per l’executive board mentre il CdA ritirerà la sua proposta sui bonus (Corriere del Ticino)

Milano, 8 apr. (LaPresse)

Credit Suisse, con Archegos persi 4,7 mld: stop ai dividendi e rimpasto nel management

Chin è stato uno dei vincitori nella riorganizzazione messa in atto da Gottstein la scorsa estate, quando l’area trading è stata unita all’area investimenti La causa del tracollo è da rivenvenire nel doppio colpo subito nelle scorse settimane: Greensill prima, Archegos dopo. (Bluerating.com)

Il CEO di Credit Suisse ha definito “inaccettabili” perdite così significative legate a un cliente. Rischi finanziari accresciuti dalle banche centrali. (Investire Oggi)

Credit Suisse non è riuscita a venderle in tempo, e ieri si è ritrovata a offrirne 34 milioni a un prezzo compreso tra 41 e 42,75 dollari MF-Milano Finanza aveva già anticipato, citando la testata americana Bloomberg, che un rimpasto ai vertici del management dell'istituto fosse ormai prossimo. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr