EUROPEI, Uefa all'Ucraina: lo slogan va coperto

EUROPEI, Uefa all'Ucraina: lo slogan va coperto
Firenze Viola SPORT

Un epilogo definito "compromesso vittorioso" in un post su Facebook dal presidente federale ucraino, Andrii Pavelko, secondo cui la Uefa, alla luce della decisione con cui la federcalcio questa mattina ha approvato lo status di slogan ufficiale per 'Gloria agli eroi!

', definita "politica" dalla Uefa dopo le proteste dalla federazione russa.

Lo si apprende da fonti della Uefa, al termine di due giorni di trattative con la federcalcio di Kiev (Firenze Viola)

Ne parlano anche altri media

L’organo di governo del calcio in Europa sostiene infatti che la maglia in questione debba essere considerata “politica”, dunque da evitare, per il suo riferimento alla Crimea. Roma, 10 giu – Scontro diplomatico con vittima finale: la maglia dell’Ucraina. (Il Primato Nazionale)

Heroiam slava!», ovvero «Gloria all'Ucraina! Ma vietare «gloria all'Ucraina» è troppo (Today.it)

', definita "politica" dalla Uefa dopo le proteste dalla federazione russa. Un epilogo definito "compromesso vittorioso" in un post su Facebook dal presidente federale ucraino, Andrii Pavelko, secondo cui la Uefa, alla luce della decisione con cui la federcalcio questa mattina ha approvato lo status di slogan ufficiale per 'Gloria agli eroi! (Milan News)

L'Uefa a muso duro contro l'Ucraina per la divisa: "No a slogan politici"

La UEFA ha obbligato l’Ucraina a modificare la maglia da gioco che avrebbe utilizzato agli Europei: ecco spiegato il motivo. Il massimo organo calcistico europeo ha ritenuto «politico» il riferimento alla Crimea, con la menzione «Gloria ai nostri eroi» che ha suscitato le proteste della Russia. (Milan News 24)

Non per la cartina su di essa impressa e che comprende anche la Crimea, corrispondente alle frontiere riconosciute internazionalmente, ma perché ha ritenuto politica la menzione "Gloria ai nostri eroi" stampata al suo interno. (RSI.ch Informazione)

Un'annessione, dunque, non riconosciuta dalla comunità internazionale ma dove l'Uefa non intende assolutamente mettere becco evitando ogni caso diplomatico con una e con l'altra nazione. Ovviamente il chiaro riferimento di quella frase riguarda la questione della Crimea che nel disegno stampato sulla divisa ufficiale risulta proprio annessa all'Ucraina. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr