Covid Sicilia, 300 nuovi casi su 9.523 tamponi. DIRETTA

Covid Sicilia, 300 nuovi casi su 9.523 tamponi. DIRETTA
Sky Tg24 INTERNO

Sono 300 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 9.523 tamponi processati nell'isola.

Sul fronte ospedaliero si registra una risalita dei ricoverati che sono adesso 176 e aumentano anche i ricoverati in terapia intensiva che adesso sono 22.

I guariti sono 41 mentre nelle ultime 24 ore c'è solo una vittima dopo che negli ultimi quattro giorni non c'erano stati morti. (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altri giornali

“La Scrivente Organizzazione Sindacale Cisl Fp Agrigento Caltanissetta Enna, cosciente che il momento emergenziale è ancora attuale a causa della nuova mutazione del virus (Variante Delta) che lo rende ancora più contagioso. (il Fatto Nisseno)

L’Italia ha superato la soglia del 50% dei vaccinati contro il Covid: più di un italiano su due (il 50,57% della popolazione over 12) ha completato dunque il ciclo, a quanto emerge dal report del governo. (il Fatto Nisseno)

A contrarla soprattutto i giovani, i quali, tornati a casa infettano i genitori, conoscenti La Sicilia è ultima in Italia nelle vaccinazioni per tutte le fasce di età. (AgrigentoOGGi.it)

Inail, Nel 2020 sette contagi su 10 tra personale sanitario

Al professionista che esegue l’accesso per il superbonus 110%, la nomina da parte dell’amministratore di condominio oppure del proprietario che gli ha conferito l’incarico. E per il superbonus 110% stiamo anche lavorando a uno sportello specifico per nell’ottica del rilascio dei titoli edilizi” (Live Sicilia)

L’obbiettivo è portare più turisti ,in modo da far conoscere le bellezze nascoste di Milena e far degustare i prodotti tipici locali “le mbriulate” e tanto altro ancora (il Fatto Nisseno)

Lo rileva l’Inail Tra gli altri settori che hanno registrato incrementi rispetto all’anno precedente spiccano l’amministrazione pubblica, e in particolare gli organismi preposti alla sanità come le Asl (+74,3%), l’agricoltura industriale (+48,6%) e alcune attività del manifatturiero che rientrano tra quelle essenziali e, di conseguenza, sono rimaste sempre attive, come le produzioni farmaceutiche (+5,1%). (il Fatto Nisseno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr