Trieste, portuali non accettano compromesso tamponi: 'No a green pass'

Trieste, portuali non accettano compromesso tamponi: 'No a green pass'
La Pressa INTERNO

I portuali di Trieste non mollano e rispondono picche al tentativo di compromesso del Governo che oggi ha proposto per loro tamponi antigenici gratuiti 'Dopo la manifestazione di ieri, 11 ottobre, ribadiamo che come già preannunciato in precedenza, il giorno 15 ottobre ci sara il blocco delle operazioni all'interno del porto di trieste.

Ora che i portuali hanno deciso di difendere loro stessi e le altre categorie di lavoratori con le sue dimissioni dimostra di non voler lottare al loro fianco'

Siamo venuti a conoscenza che il governo sta tentando di trovare un accordo, una sorta di accomodamento riguardante i portuali di Trieste, e che si paventano da parte del presidente Zeno D'Agostino le dimissioni - si legge in una nota -. (La Pressa)

Su altre testate

cronaca. Il blocco a partire dal 15 ottobre, giorno di entrata in vigore del certificato verde sul luogo di lavoro. Respinta al mittente anche la decisione di test gratuiti per i 950 addetti del capoluogo giuliano, il 40% dei quali ne è sprovvisto. (TG La7)

Fronte del porto contro il Green pass: i lavoratori di Trieste respingono anche il tampone gratis concesso dal Viminale
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr