Nel centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini

Con il patrocinio della Città Metropolitana di Bologna, il prossimo 24 giugno sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione relativa alla conversazione sul tema “1922-2022: nel centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini”, a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”.
Reggio di Calabria, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

Il prossimo 24 giugno sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà”, sul tema “1922-2022: nel centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini”, con il patrocinio della Città Metropolitana di Bologna. Pier Paolo Pasolini (Bologna 5 marzo 1922 – Roma 2 novembre 1975) è tra le personalità più rappresentative del Novecento italiano.

Un intellettuale eclettico che si è messo alla prova in diversi campi – dalla scrittura al cinema, alla musica e alla pittura – e che oggi viene ricordato soprattutto per il suo pensiero controcorrente e la dura critica rivolta alla società capitalista, oltre che per lo spazio riservato agli ultimi della società. Pier Paolo Pasolini è stato un attore italiano, regista, scrittore, sceneggiatore, co-sceneggiatore, montatore, musicista. Nel 1971 ha ricevuto il premio come orso d'argento al Festival di Berlino per il film Il Decameron. Dal 1960 al 1971 Pier Paolo Pasolini ha vinto 4 premi: Festival di Berlino (1971), Nastri d'Argento (1960, 1965, 1967).

Un protagonista della cultura italiana che ha segnato il Novecento come poeta, sceneggiatore, attore, regista, scrittore e drammaturgo italiano, persino pittore, linguista e traduttore. Sicuramente il più attento osservatore dei cambiamenti della società italiana dal secondo dopoguerra sino alla metà degli anni Settanta, ma fu anche una figura controcorrente, spesso polemico e radicale, critico verso le abitudini borghesi e la nascente società dei consumi, come anche nei confronti del Sessantotto e dei suoi protagonisti, un militante anomalo del partito comunista. Queste alcune delle cifre che saranno oggetto di analisi a cura del vice Presidente del sodalizio organizzatore reggino, Antonino Megali. Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data dal 24 giugno.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa