Christopher Grassini e il Grand Opening milanese dal sapore rivoluzionario

Quando creatività ed eccellenza si sposano, nasce il genio innovativo di chi sa cambiare le cose in meglio
Trieste, (informazione.it - comunicati stampa - fiere ed eventi)

Nelle giornate del 15 e 16 settembre 2019, l’Accademy Innovation Center – grazie alla collaborazione tra Marraforni, Pizza Certified e Bartender Certified – ha aperto al pubblico un evento interamente dedicato al sodalizio tra universo culinario e mondo bar.

Svoltosi presso la sede di Milano Malpensa (Via Cantore, 19 Cardano Al Campo), questo Grand Opening può definirsi un evento straordinario, il primo in Europa e, dunque, da intendersi come vero e proprio apripista a una concezione nuova di interpretare il Food & Beverage.

Presenti numerosi campioni italiani e mondiali nel settore ristorazione e bar; non sono mancati, inoltre, gli interventi da parte di consulenti e grandi designer finalizzati a trasmettere nuovi format e tecniche di marketing per l’incremento del fatturato e l’avvio di nuovi Concept Store, innovativi per il mercato italiano.

Figura carismatica – capace di organizzare il tutto e di affascinare i media attraverso degustazioni e masterclass tenute da 30 relatori – è stata quella di Christopher Grassini che, insieme a Diego Fioraldi, è proprio “il padre” di Academy Innovation Center il cui scopo è di ampliare la visione sul mondo del Food & Beverage incentrando l’operato sul concetto di eccellenza. Durante il Grand Opening, Grassini ha voluto fortemente proporre un’analisi sensoriale e abbinamento tra pizza, vino, birra, cocktails e caffè. Un Grand Opening di tale portata, oltre a essere interessante di per sé in termini formativi, ha anche dato la possibilità ai partecipanti di scegliere i seminari ai quali partecipare in base ai propri interessi e, di conseguenza, l’opportunità di trovare nuovi partner per l’apertura o avviamento del proprio locale.

Chicca finale, i gadget e l’attestato dell’Academy Innovation Center firmato da tutti i Campioni partecipanti.

Considerata la grande affluenza e, soprattutto, il notevole livello di gradimento riscontrato tra i presenti, viene da pensare a Grassini come a un uomo dal genio visionario; un imprenditore in piena regola che, tra le altre cose, seppur ancora lontano dal compiere trent’anni, è già ispettore di Federazione Baristi Italiani e proprio del marchio di qualità della Federazione si fa portavoce nella lontana e ambitissima Dubai.

 

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr