30° SI FEST, Savignano sul Rubicone (FC): FUTURA. I domani della fotografia

Il ricco programma di SI FEST, il festival di fotografia di Savignano sul Rubicone, prevede,  domenica 12 settembre,  visite guidate, talk e presentazioni.
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)


30° SI FEST
FUTURA. I domani della fotografia

Inaugurazione 10 settembre 2021
Mostre aperte 10.11.12, 18.19 e 25.26 settembre

Savignano sul Rubicone (FC)


Il programma di domenica 12 settembre
Mostre aperte anche ogni sabato e domenica fino al 26 settembre
PROCLAMAZIONE DEI VINCITORI
DEL PREMIO PESARESI E DEL PREMIO PORTFOLIO “WERTHER COLONNA”

 

Il ricco programma di SI FEST, il festival di fotografia di Savignano sul Rubicone, prevede,  domenica 12 settembre,  visite guidate, talk e presentazioni.

Un percorso che a Savignano era partito in solitaria con il Portfolio in piazza nel lontano 1992 e che oggi prende la dimensione della rete, quella locale che vede il SI FEST inserito nella neonata Emilia-Romagna Photo Valley (un momento dedicato è in programma domenica 12 settembre alle 12 in piazza Borghesi), quella, appena intravista, delle Città della fotografia (alle 17 di domenica la piazza ospiterà insieme al Sindaco di Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini, i Sindaci di Bibbiena e Senigallia, città che hanno legato il loro racconto identitario a quello della fotografia).

 

Il primo appuntamento imperdibile della giornata è la visita guidata alla mostra Reset. Sistema Festival Fotografia racconta la società contemporanea, alle 10.30 al Consorzio di Bonifica (via Garibaldi 45) che vede l'esperienza savignanese dialogare, all'interno del Sistema Festival, con gli altri quattro principali realtà del Paese, Cortona On The Move, Festival della Fotografia Etica (Lodi), Fotografia Europea (Reggio Emilia) e Photolux Festival (Lucca). La mostra Reset  esposta all'Ex Consorzio di Bonifica offre un memorabile scorcio, risultato di una prima progettazione comune, nell’ambito del bando pubblico Strategia Fotografia 2020, indetto dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC).

 

Subito dopo si andrà in corso Vendemini 67 per vivere la storia del festival con il racconto dell’esposizione Luce in archivio. Percorsi visivi dai cataloghi fotografici di Palazzo Vendemini. Alle 12 un’altra visita guidata condurrà i visitatori alla Galleria Muccioli (corso Vendemini 62 e 64) per scoprire le mostre Le immagini di Morel di Lorenzo Zoppolato e Su mia madre tira vento di Giulia Gatti. Il percorso espositivo, accompagnato dagli artisti e dai curatori, continua nel pomeriggio alle 15.30 in Monte di Pietà (vicolo del Monte di Pietà 1) con la mostra di Esther Horvath Polarnight. La più grande spedizione artica di tutti i tempi  e a seguire della presenza di Maria Cristina Comparato. Alle 16.30 l’attesa visita con Arno Rafael Minkkinen nella sua Uguale ma diverso. Same But Different (Palazzo Martuzzi, sala Allende, corso Vendemini 18) e alle 17.30  al Giardino Papa Giovanni XXIII, Rilegno. Fotografia a sostegno del pianeta.

 

Importanti anche i talk della giornata, per scoprire i retroscena del percorso creativo dei fotografi protagonisti in piazza Borghesi, che eccezionalmente, per questa manifestazione, cambia il suo nome in La prospettiva delle donne: alle 11 Covisioni: indagine sulle relazioni umane durante la pandemia in Italia.

 

Alle 12 riflettori puntati sul progetto di valorizzazione della fotografia sul territorio regionale Emilia-Romagna Photo Valley con il Sindaco Filippo Giovannini, Paola Sammartano, Guido Bartoli, Claudia Valentini e Davide Zanichelli. Alle 15 in punto 241 metri. Panorama visivo dal Camping Rubicone; alle 16 si parlerà di Icons of Liscio di e con Paolo Simonazzi; alle 17 la piazza ospiterà il talk delle Città della fotografia. Insieme al Sindaco di Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini e Denis Curti, i Sindaci di Bibbiena e Senigallia, città che hanno legato il loro racconto identitario a quello della fotografia. Ultimo ma non ultimo, il talk su Casa UniBo La filosofia incontra la musica pop-rock: Radiohead, Pearl Jam.

 

Domenica 12 settembre è anche il giorno in cui saranno resi noti i vincitori dei due concorsi promossi da SI FEST, il Premio Marco Pesaresi e il Premio Portfolio “Werther Colonna”. A proposito di portfolio, le letture continueranno anche in questa giornata al Giardino Papa Giovanni XXIII dalle 9.20 alle 12.20. Spazio anche alla letteratura che incontra la fotografia nel pomeriggio allo spazio LiFE (piazza Borghesi, anzi, piazza La Prospettiva delle donne). Alle 15.30 Alessandro Curti presenterà il libro Il futuro degli archivi fotografici e la memoria digitale mentre alle 16.30 l’autrice Maria Clara Macrì parlerà del suo In her rooms.

 

Speciale il progetto di Elena Givone in corso Vendemini 11, che al mattino, dalle 10 alle 12 incontrerà i bambini nell’ambito di SI FEST KIDS per il suo Laboratorio dei sogni mentre dalle 15 alle 21 spazio ai sogni degli adulti per il progetto Dreams. Atelier dei sogni.

 

La serata si chiuderà alla Golena del fiume Rubicone con il Dopofestival, dalle 22 con partecipazione gratuita, organizzato in collaborazione con i-Fest: suonerà Trinity, videomaker e dj di electroclash all’insegna del motto: “Finiremo sotto un ponte per tener sveglia la notte”.

SI FEST è un’iniziativa del Comune di Savignano sul Rubicone, realizzata dall’Associazione Savignano Immagini, promossa e sostenuta dalla Regione Emilia-Romagna, con il patrocinio del Comune di Rimini, in collaborazione con il Dipartimento delle Arti – Università di Bologna.

 

[email protected]
www.sifest.it

 

Biglietteria e ingressi

I biglietti per il festival sono acquistabili presso Piazza Borghesi.
Pass per tutte le mostre, ingresso illimitato: 15 euro
Biglietto intero per un singolo accesso a tutte le mostre: 10 euro
Biglietto residenti a Savignano sul Rubicone: 5 euro
Biglietto per under 12: gratuito
La partecipazione alle visite guidate e ai talk è gratuita per i visitatori muniti di biglietto.

In concordanza con le nuove disposizioni governative (DPCM del 23 luglio 2021) in materia di contrasto al Covid-19 sarà obbligatorio per i visitatori dai 12 anni in su esibire il Green Pass corredato da un valido documento di identità o essere risultati negativi a un test molecolare o antigenico rapido effettuato nelle ultime 48 ore.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Allegati
Non disponibili