“Il Disegno Narrativo Condiviso” - cosa accade quando un bambino e uno psicoterapeuta disegnano assieme?

Ad ottobre è stato pubblicato da Armando Editore e distribuito a livello nazionale, in libreria e negli store online, il libro di Gianluigi Passaro intitolato “Il disegno narrativo condiviso. Disegnare e raccontare nella psicoterapia con i bambini”.
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - salute e benessere) “Il disegno narrativo condiviso” è un libro di Gianluigi Passaro che presenta al pubblico il lavoro di cinque anni dedicato alla creazione e al perfezionamento di una tecnica di disegno e di narrazione condivisa in terapia da bambino e psicoterapeuta. Ad ottobre, Armando Editore di Roma (per i cui tipi sono arrivati in Italia, a partire dagli anni settanta, i classici di Donald Winnicott sulla tecnica dello Scarabocchio e sulla psicoterapia in età evolutiva, cui il Disegno Narrativo Condiviso si ispira) pubblicherà il volume nella collana “psicoanalisi e psichiatria dinamica” e lo renderà disponibile per l’acquisto in tutta Italia, nelle librerie e negli store online.
Il volume si articola in due parti: nella prima parte sono descritti il Disegno Narrativo Condiviso e lo sfondo teorico di riferimento, spiegati il modo di proporlo al bambino e le sue finalità; nella seconda parte, articolata in tre capitoli, sono presentate delle storie cliniche: due casi individuali, con la descrizione e il commento di Disegni Narrativi realizzati nell’arco del percorso terapeutico da ciascun bambino, e due consultazioni cliniche con la descrizione e il commento di Disegni Narrativi Condivisi realizzati assieme alla coppia madre-bambino.
L’idea innovativa e più importante del volume è presentare la coppia terapeutica al lavoro assieme e contemporaneamente: non sarà soltanto il piccolo paziente a disegnare e raccontare mentre il terapeuta osserva e ascolta; bambino e adulto, invece, disegnano e colorano insieme, e insieme inventano una storia grazie alla quale si potrà avvicinare il mondo interno del bambino, le sue paure e difficoltà, e cercare le risorse più adatte per il cambiamento. Il libro si rivolge a psicologi e psicoterapeuti (ma anche a chi, a diverso titolo professionale, si interessa e occupa della salute e del benessere dei bambini), e offre al lettore la possibilità di conoscere un gioco e una tecnica innovativa da usare in psicoterapia, capace di far emergere con spontaneità i contenuti emotivi del bambino, versatile e di facile utilizzo.

Damiano Biondi: “La cosa che mi ha colpito di più del Disegno Narrativo Condiviso di Gianluigi Passaro (che i suoi piccoli pazienti conoscono come Puntastoria) è il fatto di essere teoricamente sofisticato senza togliere nulla, anzi consentendo, l’incontro profondo tra terapeuta e paziente attraverso la mescolanza giocosa di disegno e narrazione. La Puntastoria è una tecnica grafico-narrativa che si ispira alla tradizione psicologica e psicoanalitica sul disegno infantile e agli studi sulla fiaba secondo una prospettiva junghiana. Ciò che la rende speciale è il fatto di essere una tecnica vivente in cui il terapeuta disegna insieme al bambino e lo aiuta a raccontare la sua storia partendo da ciò che è stato disegnato. Sebbene il Disegno Narrativo Condiviso si basi su conoscenze derivate da anni di studio e pratica clinica, esso riconduce ad una verità semplice ed essenziale valida con ogni tipo di paziente, come il fatto che un bambino ha bisogno di un adulto per crescere e un adulto ha bisogno di non perdere contatto con i suoi processi evolutivi per saper creare” (Damiano Biondi, PhD, psicologo e psicoterapeuta, responsabile Ambulatorio Sociale di Psicoterapia - Opera don Calabria di Roma).

Stefania Baldassari: "Il testo è un invito a immaginare, giocare e mettersi in gioco. Nel percorso terapeutico, come nella vita, l'intersoggettività è un'esperienza ineliminabile, non si può che essere insieme, generando un'area intermedia frutto inedito e creativo dell'incontro dell'unicità di ciascuno (...) Le conoscenze teoriche diventano nella stanza della terapia esperienza viva, permettendo all'Autore di scrivere un testo che propone in modo stimolante ed originale uno strumento noto da sempre nel lavoro terapeutico con i bambini e non solo: il disegno. Un libro che a mio avviso va a pieno titolo ad aggiungersi a quelli che si interessano degli sconfinati orizzonti di senso dell'interiorità e che da questo interesse traggono insegnamento per la pratica clinica” (Stefania Baldassari, psicologo-analista AIPA e IAAP, responsabile dello Sportello Età Evolutiva di ETNA, associazione di Etnopsicologia Analitica di Roma).

Dalla quarta di copertina: “Il Disegno Narrativo Condiviso è una tecnica grafico-narrativa utilizzata nei primi incontri terapeutici con un bambino, oppure lungo il percorso terapeutico, che vede impegnati contemporaneamente bambino e terapeuta, e racconta di come dal loro incontro nasca una co-terapia: un processo di cura e di guarigione in cui l’uno è essenziale all'altro. Giocare, disegnare e raccontare in terapia con un bambino è la strada naturale per aiutarlo a superare le difficoltà. Giocare insieme consente al piccolo paziente e al terapeuta di diventare una coppia. La coppia terapeutica avrà una propria identità e nuove risorse, e potrà guardare alla vita, agli altri, ai genitori, e persino al sintomo e alla malattia, in modo differente”.

"Il disegno narrativo condiviso. Disegnare e raccontare nella psicoterapia con i bambini" è prenotabile e acquistabile da ottobre in tutta Italia, in libreria e negli store online.

L’Autore
Gianluigi Passaro, nato nel 1978, è psicologo dell’età evolutiva e psicoterapeuta. Socio ordinario dell’Associazione Italiana Gestalt Analitica (AIGA). Referente dell’Area Intervento Età Evolutiva dell’Ambulatorio Sociale di Psicoterapia, Opera don Calabria di Roma. Socio di ETNA, Progetto di Etnopsicologia Analitica. Vive e lavora a Roma come psicoterapeuta con bambini e adulti. È autore dei saggi “Il vento prima che soffi. Gli orizzonti dell’inconscio nel Sacre du Printemps di Igor Stravinskij” (Edizioni Kappa, 2010, seconda edizione 2015), e “La crepa nell’acqua. Cammini di individuazione nella Divina Commedia” (Edizioni Kappa, 2012).

Contatti
E-mail: gianluigipassaro08@gmail.com
Sito web personale: www.gianluigipassaro.it
Sito web Armando Editore: www.armando.it
Pagina LinkedIn personale: www.linkedin.com/in/gianluigi-passaro-2a7a4936/
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Gianluigi Passaro
 Psicologo Psicoterapeuta Scrittore (Leggi tutti i comunicati)
Via Terni
00182 Roma Italia
gianluigipassaro08@gmail.com
3396555303