Brusciano e il Nolano, Solidarietà e aiuti per l’Ucraina. (Scritto da Antonio Castaldo)

E se il 2 marzo ci sarà la giornata di digiuno e di preghiera, promossa da Papa Francesco, la “Rete Italiana Pace e Disarmo” ha lanciato questo messaggio: «Invitiamo CGIL CISL UIL, associazioni, reti, movimenti, studenti a partecipare alla organizzazione della mobilitazione nazionale di sabato 5 marzo 2022 a Roma».
Brusciano NA, (informazione.it - comunicati stampa - non profit)

Brusciano e il Nolano, Solidarietà e aiuti per l’Ucraina. (Scritto da Antonio Castaldo)

 

Il 24 febbraio 2022 alle 4 del mattino, ora italiana, è ritornata la guerra in Europa con la Russia contro l’Ucraina e la paura di una Terza Guerra Mondiale. Intanto aumenta il numero dei morti nelle uniformi dei militari di entrambi gli schieramenti. Si contano anche vittime civili. Inevitabile l’esodo dei profughi verso l’Ovest. L’Occidente non è rimasto a guardare l’UE si è compattata sul versante sanzionatorio e del congelamento di asset russi in Europe e con l’invio di materiale logistico e sanitario ed armi da difesa mentre la NATO sta per rafforzare la sua presenza sul lato orientale. Il negoziato svolto a Gomel il 28 febbraio avrà un secondo round annunciato per il 2 marzo 2022.

Intanto da più parti compresa la Russia si accentuano le proteste contro la guerra e le dimostrazioni dei movimenti per la pace. Partono gli aiuti umanitari delle ONG e delle Associazioni. Per quanto riguarda l’Italia, è qui che vive la più grande comunità ucraina in Europa composta da 230mila persone, l’80% donne, distribuite per la maggior parte nelle regioni della Lombardia, Campania, Emilia Romagna e del Lazio, dove solo a Roma se ne contano circa 20.000. In Campania ci sono circa 42mila ucraini e tanti di loro, dopo l’invasione russa, sono rientrati nel loro Paese per arruolarsi a sua difesa.

L’UNCHR ha già contato 500.000 profughi dall’Ucraina. Nella zona del Nolano della Città Metropolitana di Napoli, sono tante le iniziative solidali con il popolo ucraino. A Brusciano la signora di origini ucraine, Galia D’Amore, sposata con Antonio, cittadino bruscianese, aderendo all’Appello Umanitario per l’Ucraina, si è promotrice di un punto di raccolta di beni di prima necessità e lunga conservazione, da lunedì 28 febbraio a venerdì 4 marzo 2022, dalle ore 10.00 alle 14.00 e dalle 16.30 alle 20.00 e fiduciosa attende numerosi positivi riscontri: «Siamo sicuri che ancora una volta vorrete mostrare la vostra generosità. Vi aspettiamo in Via Cimitero n. 43». Sempre a Brusciano su questo versante si sono attivate l’Associazione “Il Fare Perbene”, in Via Camillo Cucca n. 127 presieduta da Giuseppe Vacca e “Insieme si Può” Odv in Via Padula n. 127 presieduta da Giuseppe Di Maio, dove «è possibile donare alcuni beni di prima necessità che in seguito la Caritas Diocesana Casertana provvederà a consegnare direttamente in Ucraina. Di cosa hanno bisogno? Materiale medico come antibiotici, antinfiammatori, antidolorifici, siringhe, bende, ovatta, garze, lacci emostatici, assorbenti, pannolini e pannoloni. Cibo in scatola e pasta, Torce frontali e sacchi a pelo».

Questo post è stato rilanciato dal Sindaco di Mariglianella, Dott. Arcangelo Russo, dalla sua pagina FB il quale ha invitato i concittadini di «tutta #Mariglianella a donare per dare un aiuto concreto a chi adesso sta passando dei giorni che non vorremmo mai vivere come quelli della guerra».

Una raccolta di farmaci, segnalata dal Dott. Antonio Castaldo, si tiene presso la sede del PD di Brusciano e dell’Associazione “Brusciano SiCura” in Via Semmola n. 47 “Facciamo nostro l’invito degli operatori del Pronto Soccorso dell’Ospedale Santobono di Napoli. Raccolta di Farmaci per l’Ucraina” come dettagliato su https://it-it.facebook.com/pdbrusciano/ .

Ancora a Brusciano, martedì 1 marzo 2022, si è tenuto nella prima serata in Piazza XI Settembre la manifestazione “Brusciano per la Pace” con un momento di riflessione che ha visto la partecipazione della cittadinanza, amministratori e consiglieri comunali ed associazioni culturali, civili e religiose, con gli interventi del Sindaco di Brusciano, Avv. Giacomo Romano, Nadia Korol, vedova delleroe civile Anatolij Korolo e del Parroco di Brusciano, Don Salvatore Purcaro, come documentato via social all’indirizzo web https://www.facebook.com/GiacomoRomanoBrusciano/videos/485334499730022 .

L’A.N.P.I. Zona Nolana, presieduta da Giovanni Notaro, presso la sede di Via degli Orti n. 27 a Saviano, con “Un Aiuto per l’Ucraina” ha organizzato «una raccolta per aiutare la popolazione ucraina e per l’ospitalità dei rifugiati» insieme alle realtà associative, “Frastuono”; “Radio Arci Masaniello”; “Obiettivo Saviano”; Partito Democratico, Circolo di Saviano “A. Vassallo”.

A Marigliano è stata diffusa dalla “Casa della Solidarietà Sabino Romano” una «Lettera aperta alle realtà sociali, politiche ed istituzionali dell’Area Nolana» in cui vengono presentate iniziative già in atto e si invocano ulteriori collaborazioni territoriali perché «Occorre far ripartire un forte movimento pacifista e solidale e dobbiamo farlo tutti insieme». Giovedì 3 marzo 2022 si terrà un “Presidio per la Pace in Ucraina” in Piazza Municipio a Marigliano con YaBasta e APS Nuova Koine. Loro stessi promotori di raccolta di beni di prima necessità che invieranno sabato prossimo in Ucraina.

Il Comune di Scisciano, retto dal Sindaco Prof. Edoardo Serpico, lancia la “Rete della Solidarietà” per accogliere i rifugiati ed è il primo comune in Italia a tracciare delle vere proprie linee guida per organizzare l’accoglienza dei profughi ucraini. Lo stesso Sindaco Serpico, Presidente del Tavolo dei Comuni dell’Agenzia di Sviluppo dei Comuni dell’Area Nolana, ha inviato ai colleghi del territorio una lettera aperta per invitarli alla mobilitazione.

E se il 2 marzo ci sarà la giornata di digiuno e di preghiera, promossa da Papa Francesco, la “Rete Italiana Pace e Disarmo” ha lanciato questo messaggio: «Invitiamo CGIL CISL UIL, associazioni, reti, movimenti, studenti a partecipare alla organizzazione della mobilitazione nazionale di sabato 5 marzo 2022 a Roma».

 

IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali-Brusciano NA

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr