SOUNDELIRIO “Mostralgìa” è l’album d’esordio del duo rock

Un neologismo originale come titolo del primo lavoro discografico dei due marchigiani.
Ascoli Piceno, (informazione.it - comunicati stampa - spettacolo)

 


SOUNDELIRIO “Mostralgìa” è l’album d’esordio del duo rock

Album release 26 novembre 

 

«E dal petto è uscito Mostralgìa neologismo. Una combinazione. Monstrum, dal latino, prodigio, fatto o fenomeno portentoso, eccezionale, in senso sia positivo sia negativo, e riferito anche a persona che riveli qualità, buone o cattive, oltrepassanti i limiti della normalità. Algìa, dal greco, dolore localizzato. Il dolore del mostro. È un dolore terribilmente autentico. 

L’album, anche se non può definirsi un concept, è un'antologia di mostri. Mostri nel senso di personaggi oltre la normalità. Per vita, destino, karma, sensibilità, capacità di reggere (o non reggere) il dolore. Mostri per lo più sofferenti. Perché la loro diversità deve fare i conti con la vita. Quando un mostro è colpito dalla vita, il suo dolore produce poesia. Non vaga nell’odio, nella commiserazione, nel rimpianto. Ma trascende. Deve farlo. Ha bisogno di un suono e di una voce, per farlo. L’album ha dato voce al dolore poetico e rabbioso del mostro. Di mostri. Mostri tra loro diversi ma uniti dalla fede in un suono. Un particolare suono. Il denso drumming & bass compone le ossa del mostro. Le distorsioni ne sono i muscoli. Le chitarre clean ed acustiche gli fanno da pelle. Voce e parole l’anima ed il cuore. L’urlo inizia durissimo.» Soundelirio

 

Soundelirio è un duo. Un progetto insieme recentissimo e antichissimo. Il risultato della fusione di due anime in rock, Francesco Quinto e Alessandro Tacchini, ognuna col suo bagaglio di suggestioni e motivazioni. All’incontro dei due, bastano poche parole, un testo tirato fuori per caso, una birra insieme. Il primo album è già tutto dentro di loro e viene fuori in pochissimi mesi. Fuori impervia la pandemia. È così che nasce “Mostralgìa”.

 

TRACK BY TRACK

 

Goodbye Mr. Grey - Una cavalcata nell’abisso. Mr. Grey è l’ostacolo. Il signore delle porte. Le porte dell’evoluzione, della pace del cuore.

 

Ridi come se non fossi qui - Si rivolge alla vita, antropomorfizzata. Alla natura indifferente.

 

Madeleine - La protagonista è una donna con una  maschera, apparentemente. Bianco e nero. Amore e odio.

 

Nato nella V stagione - È dedicato ai diversi, in corpo, mente, anima. Quelli che arrivano su questa terra e portano con loro una fiamma.

 

Charlie 2.0 - Charlie è stato a Hiroshima.  Dalla vita, nonostante tutto, non si è fatto ancora addomesticare. 

 

Blind Dog - Un uomo nato per svanire; per lui sarebbe una liberazione. Ha attraversato tutto e gli sono rimasti residui di vita dai quali vuole redenzione.

 

La pioggia sopra Yago - Una confessione. Il dolore rende le persone quelle che sono. 

 

L’uomo invisibile - Il manifesto dell’album. Il mostro si è reso fantasma. L’uomo invisibile è andato di là, trascende la vita ed ha un messaggio. Che lui ci porti indietro le istruzioni.

 

Morte di una rockstar - Una camera d’albergo, un grido.

 

Storia di A - La consapevolezza, per acquisirla, occorrono più vite. "A" tornerà e cercherà di fare meglio

 

Oggetti smarriti - Una carrellata di figure e personaggi al limite che si raccontano, talvolta con rabbia, nostalgia e rimpianto.

Ode all’anomalia - Tutto è per loro;  per i mostri, i diversi, "i sogni strani del mattino". Per le loro lacrime.

 

 

Etichetta: BOLESKINE HOUSE RECORDS

Edizioni:  UDEDI MUSICA E CULTURA

Album release: 26 novembre 2021

 

Contatti e social

 

Facebook: https://m.facebook.com/soundelirio/

Instagram:https://instagram.com/soundelirio?utm_medium=copy_link



BIO

Francesco Quinto, classe 1974, professione avvocato, diplomato in cinematografia, ha parecchie passioni (dalla fisica quantistica allo spiritualismo). Inizia da giovanissimo a scrivere poesie. Poi incontra la chitarra. I primi gruppi rock sono esperimenti in ambito locale, con la collaborazione di musicisti metal (Sebastiano Massetti, Centurion). Qualche brano composto per artisti ascolani. Alla guida degli Ash, tra il 1990 ed il 1992, propone i propri brani in svariati live. Gli Ash fanno da spalla ai Diaframma e a Freak Antoni. 

Nel 2019 l’incontro con Alessandro Tacchini. La voce e l’anima perfetta per il “supersuono”. Fondano i Soundelirio. Incidono il primo disco (“Mostralgìa”, 12 brani, testi e musica di Francesco) in studio (Baia dei Porci, Nereto) tra ottobre 2020 ed aprile 2021.

 

Alessandro Tacchini, classe 1978,  nasce ad Ascoli Piceno,  affascinato dagli strumenti musicali all’età di 10 anni si avvicina alla chitarra elettrica e come autodidatta ne apprende i primi rudimenti per poi perfezionare tecnica e studio presso la scuola di musica Suonoergosum di Ascoli Piceno. Nel 1994, con un gruppo di amici,  fonda la sua prima cover band. Dal 2004 fa parte di diverse band. Nel 2017 con i 4Luppoli pubblica l’ep FADE costituito da 7 inediti in lingua inglese per i quali è autore dei testi. Nel 2019 sposa il progetto Soundelirio e la realizzazione dell’album “Mostralgìa” per il quale ha registrato voce principale e cori. 

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Francesca Zizzari
 L'Altoparlante (Leggi tutti i comunicati)
via Bezzi 7
14100 Asti
[email protected]
Allegati
Non disponibili