Josip Heit: quando la paura dell'inflazione guida l'inflazione, è il momento di agire

Josip Heit spiega il fenomeno dell'inflazione come segue: "I consumatori sono semplicemente colpiti passivamente dall'inflazione, i prezzi aumentano e devono essere pagati dai "consumatori finali". Perché coloro che vivono di salario o di prestazioni sociali sono "prezzolati". Quindi fare a meno è all'ordine del giorno, sia abbassando il riscaldamento che risparmiando su altre spese di vita. L'inflazione significa per i lavoratori dipendenti o i disoccupati: diventano un po' più poveri, il che colpisce soprattutto chi ha pochi soldi".
Romania, (informazione.it - comunicati stampa - servizi)

Josip Heit spiega il fenomeno dell'inflazione come segue: "I consumatori sono semplicemente colpiti passivamente dall'inflazione, i prezzi aumentano e devono essere pagati dai "consumatori finali". Perché coloro che vivono di salario o di prestazioni sociali sono "prezzolati". Quindi fare a meno è all'ordine del giorno, sia abbassando il riscaldamento che risparmiando su altre spese di vita. L'inflazione significa per i lavoratori dipendenti o i disoccupati: diventano un po' più poveri, il che colpisce soprattutto chi ha pochi soldi".

Le aziende del settore manifatturiero stanno attualmente soffrendo in modo massiccio l'aumento dei prezzi delle materie prime e dei prodotti intermedi, cioè l'aumento dei costi per l'acquisto dei materiali di produzione e di funzionamento. Questo si riflette nella cosiddetta inflazione dei prezzi alla produzione, cioè nei prezzi stabiliti tra le imprese. Era il 14% a settembre.

In questo contesto, i costi più alti danneggiano i clienti, minacciando ciò che gli economisti chiamano "distruzione della domanda". Inoltre, le aziende devono considerare se la situazione competitiva permette un aumento dei prezzi. Se le aziende non aumentano i loro prezzi, perdono profitto.

Per anni, i governi di tutto il mondo hanno assorbito le crisi, che si verificano a intervalli sempre più brevi, con nuovi debiti nazionali. Come la Commissione UE ha recentemente annunciato, il debito nazionale della zona euro è aumentato dall'84 a quasi il 100 per cento della produzione economica solo nel 2020 - e continua a crescere, con un nuovo debito che recentemente ammonta al sette per cento della produzione economica.

Questa inondazione di credito può essere finanziata grazie ai bassi tassi d'interesse forniti dalle banche centrali, per cui i debiti di stati come la Grecia, l'Italia, il Portogallo, la Romania e la Bulgaria vengono assorbiti con un debito ancora maggiore; in questo contesto, l'onere alla fine deve essere sostenuto principalmente dal contribuente tedesco.

Tuttavia, se l'inflazione ora rimane permanentemente alta, le banche centrali potrebbero trovarsi costrette ad aumentare i tassi di interesse. "L'aumento dei tassi d'inflazione ha riacceso la discussione su un'uscita più rapida delle banche centrali dalla politica monetaria estremamente espansiva", nel Regno Unito, per esempio, i tassi d'interesse chiave saranno probabilmente aumentati già all'inizio di novembre 2021.

Un forte aumento dei tassi d'interesse "potrebbe mettere a dura prova i bilanci già gravemente tesi di molti stati e rendere praticamente impossibile ridurre il debito a un livello sostenibile" - il che, al contrario, significherebbe che la Germania e i suoi cittadini pagano il debito dei paesi in crisi.

Josip Heit, che ha recentemente lanciato il suo sito web https://www.josipheit.com, ricorda la grande inflazione del 1923 e afferma: "La valuta estera divenne la valuta di riserva, i proprietari di case divennero mendicanti, gli abitanti delle città fuggirono in campagna, i contadini furono depredati, ora, quasi un secolo dopo la devastante inflazione, la paura sta dilagando, perché il trauma del periodo inflazionistico non derivava solo dalla perdita di ricchezza.

La scomparsa del denaro comportava un'umiliante perdita di libertà. Profondamente radicata era l'amarezza generale perché non solo lo stato ma anche l'ordine sociale era scosso - qui e precisamente qui i leader economici e i politici sono sfidati, perché l'umanità di oggi è molto più informata e difficilmente permetterebbe un tale trauma, motivo per cui una nuova inflazione potrebbe allo stesso tempo significare la fine del denaro come l'umanità lo conosce...!"

In questo contesto, alla fine non bisogna mai dimenticare ciò che diceva già l'economista statunitense Milton Friedman: "L'inflazione è la tassazione senza legislazione".

META KEYS:
Josip Heit, Josip Heit josipheit.com, Josip Heit sito web, inflazione, economia, Germania, Josip Heit leader economici, leader economici, consumatori, Josip, Heit, distruzione della domanda, GSB, GSB Gold Standard, GSB Gold Standard Pay Svezia, GSB Josip Heit, GSB Oro Josip Heit, GSB Gold Standard Josip Heit, oro, gold standard

Press Kontakt:
GSB Gold Standard Pay KB
Mrs Svenson
Phone: +46 8-655-2626
Fax:     +46 8-5051-6899

Video - https://www.youtube.com/watch?v=VGdhFvyiYy0  

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
 PR Newswire (Leggi tutti i comunicati)
209 - 215 Blackfriars Road
LONDON United Kingdom
Allegati
Non disponibili