Iniziative di solidarietà alla Cooperativa Agricola Legnaia, per aiutare i bambini malati di aids in Tanzania

In occasione delle feste la Cooperativa Agricola Legnaia ricorda che si può fare solidarietà anche con un piccolo gesto, basta devolvere una parte dei punti fedeltà e degli sconti ottenuti nei vari negozi della Cooperativa in favore del “Progetto Tanzania”.
Firenze, (informazione.it - comunicati stampa - varie) In occasione delle feste la Cooperativa Agricola Legnaia ricorda che si può fare solidarietà anche con un piccolo gesto, basta devolvere una parte dei punti fedeltà e degli sconti ottenuti nei vari negozi della Cooperativa in favore del “Progetto Tanzania”. In questo modo verranno aiutati il Villaggio della Speranza di Dodoma, impegnato nella prevenzione, la cura e il sostegno sociale dei bambini orfani affetti da Aids o i figli di genitori malati, l' ospedale di Itigi, unico vero presidio medico in una zona estremamente disagiata, e la cantina di Miyuji gestita anch' essa dai Missionari del Preziosissimo Sangue.
Con il “Progetto Tanzania” infatti, partito nel dicembre 2006, anche la stessa Cooperativa Agricola di Legnaia si è impegnata a destinare l’uno per mille del suo fatturato, che potrà essere incrementata appunto con l’aiuto dei soci e degli ‘Amici di Legnaia’.
L’iniziativa di solidarietà - promossa in collaborazione con le onlus Panagea di Scandicci, Impruneta Africa di Impruneta e Amici dei Missionari del Preziosissimo Sangue e con la Facoltà di Agraria di Firenze - mira a sostenere l’attività che i padri della Congregazione del Preziosissimo Sangue di Cristo e le suore Adoratrici del Sangue di Cristo svolgono ormai da anni nel paese africano.
Fino a qualche settimana fa era presente in Tanzania un agronomo fiorentino della Cooperativa Legnaia Gabriele Maneo, per seguire sul posto il progetto, e impostare la sperimentazione e le coltivazioni del prossimo anno, condivise con il responsabile per la Facoltà di Agraria Alessandro Ragazzi e con il responsabile provinciale del Preziosissimo Sangue Don Giuseppe Montenegro.
Lo sviluppo delle coltivazioni ha l’obiettivo di garantire l’autosufficienza alimentare alla struttura di Itigi e alle popolazioni della zona, a cui l’agronomo Maneo, che sarà di nuovo nel paese africano a dal mese prossimo, fornirà consulenze agricole e zootecniche.
“Noi siamo presenti in quelle località con l’obiettivo – ha spiegato l’agronomo Simone Tofani, responsabile del Settore tecnico della Cooperativa Agricola di Legnaia - di far conoscere e insegnare le tecniche di coltivazione più moderne alla popolazione tanzaniana. Per noi è infatti importante portare loro il nostro bagaglio conoscitivo e poter sperimentare con loro nuove coltivazioni”.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Patrizia Centi
 Cooperativa Agricola Legnaia (Leggi tutti i comunicati)
via baccio da montelupo 180
50100 firenze (Firenze) Italia
ufficio.stampa@legnaia.it
055/73581
Allegati
Non disponibili