Premio FILIPPO GAGLIARDI “Don Felipe: il lavoro, il mito”

Ciclo di eventi organizzati a Montesano sulla Marcellana l’ 11 ed il 12 Agosto in occasione del 40° anno dalla morte di Filippo Gagliardi, Madrina Barbara Chiappini
, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) Come ricordato anche dai due giornalisti Stella e Rizzo nel loro libro " LA DERIVA ", Filippo Gagliardi è stato un esempio di personaggio positivo e da imitare tra i poveri emigranti del sud Italia. Filippo nasce a Montesano in una famiglia molto povera, parte giovanissimo per il Venezuela in cerca di fortuna…e la trova, fino ad arricchirsi a dismisura. Ma il Gagliardi si è distinto per essere stato un grande benefattore. Negli anni cinquanta e sessanta usò il suo ingente patrimonio per alleviare le problematiche della sua terra d'origine e non solo: progettò e regalò acquedotti, scuole in Italia e in America del Sud, cattedrali post-moderne e caserme ai Carabinieri.
“Dove c'era bisogno di aiuto ...c'era Don Felipe”.
Ebbe le chiavi della città di Philadelphia e fu insignito della Stella d' Italia al valore civile. Morì giovane nel 1967 ed è seppellito nella Cappella di famiglia a Montesano Sulla Marcellana, ai confini della Basilicata nell’ultimo paese della provincia di Salerno.

Incontri, premiazioni, filmati, spettacoli, presentazioni di libri, cabaret, rappresentazioni teatrali e mostre.L’11 e il 12 agosto in piazza a Montesano sulla Marcellana (Sa), nel Parco del Cilento e Vallo di Diano, sarà di scena il “Premio Filippo Gagliardi”.
Il Premio farà da apripista alla prossima costituzione della Fondazione Filippo Gagliardi che avrà le duplici finalità della gestione del patrimonio storico e culturale lasciato dal Gagliardi e della realizzazione di una serie di attività e di eventi collegati alla figura di questa illustre persona in qualità di benefattore ma anche di emigrante.

IL PROGRAMMA
11 Agosto Ore 20:30 (Piazza Filippo Gagliardi)
Premio Filippo Gagliardi presentazione e consegna dei premi a:
Prof. Benedetto Gravagnuolo
Prof.Francesco Calvanese
Tullio Pironti Editore
Avv. Alessandro Senatore- “Presidente Mira el Sol”
Fabio Pesce - Super DE CÒ Napoli

Nel corso della serata vi saranno, oltre alla selezione regionale di Miss Universe Italy 2008, incontri con ospiti illustri, musica e lo spettacolo di cabaret di Enzo Guariglia Madrina della serata: Barbara Chiappini

12 agosto 2008 Ore 20:30 (Piazza Filippo Gagliardi)
“Una Favola Vera”
Rappresentazione con immagini, suoni ed altro del testo teatrale “Una favola Vera” ispirato alla vita di Filippo Gagliardi, liberamente tratto dal romanzo “La Repubblica dei Gigli Bianchi” di Felice De Martino - Pironti Editore

MOSTRE 11 e 12 agosto 2008
“La dimensione della materia”
Esposizione di sculture, bassorilievi e oggetti d’arredamento del Maestro Biagio Landi.
La collezione 2008 dei gioielli realizzati dal Maestro, sarà indossata dalle partecipanti a Miss Universe Italy 2008.

I due giorni sono propedeutici alla nascita della fondazione Filippo Gagliardi che si svilupperà anche con un convegno che si terrà sempre a Montesano sulla Marcellana a dicembre 2008

Nel convegno si tratterrà:
"Fondazione Filippo Gagliardi: atti costitutivi e programmi"
Sarà momento di incontro e confronto tra i soggetti fondatori istituzionali e rappresentativi della famiglia Gagliardi e giornalisti, storici, economisti ed altri personaggi per discutere l’importanza delle attività della Fondazione ed avviare ufficialmente la costituzione della stessa.

Il Premio Filippo Gagliardi è promosso dal Comune di Montesano sulla Marcellana, dalla Provincia di Salerno - Assessorato alla Cultura, dalla Pro Loco di Montesano Terme e dalla famiglia Gagliardi.

Segreteria Organizzativa:
Strive sas Marketing & Comunicazione
www.strive.it/gagliardi.html
info@strive.it
tel/fax: 0824317745
cell: 3472960280 (dott. Antonio Bruno)

Il progetto è stato curato e realizzato da:
Antonio Bruno
Giuseppe Maria Galliano
Francesca Camerlengo
Dina Del Gaiso
Arturo Murante
Geremia Forlenza
Barbara Gorga.

Ufficio Stampa e relazioni esterne CSD - Roma: Giuseppe Maria Galliano 3929293250
http://www.centrostudidiapason.it/

Chi era Filippo Gagliardi
Filippo Gagliardi è stato innanzitutto un personaggio singolare , sotto certi aspetti mitico e fondamentalmente ancora da interpretare . Nato nel 1912 a Montesano (SA) , primo di dieci figli , emigrò come tanti negli anni ' 30 in Venezuela dove tra alterne fortune diventò un personaggio di primo piano . Straordinariamente ricco ( fu costruttore e importante uomo d'affari ) ,legò la sua fama in Italia per l'ingente " attività " di benefattore . Negli anni '50 e 60 moltissime Istituzioni pubbliche e private , laiche e religiose furono da lui premiate con considerevoli aiuti economici . E' il caso del Comune di Salerno che ebbe una elargizione di centomila dollari per gli alluvionati del 1954 . La straordinarietà della donazione trova ancora maggior risalto paragonandola a quella che fece invece il Papa , Pio XI , che fu in quella occasione di " soli " dieci milioni . L'anno prima i beneficiati furono le popolazioni del Polesine .I Comuni del Delta del Po ebbero ben venticinque milioni di lire . Soldi del Sud che presero la via del Nord , in silenzio senza clamori con la sola "benedizione" della solidarietà tra i popoli . L'elenco dei Comuni salernitani beneficiati sarebbe lungo , tutti quelli del Vallo di Diano , moltissimi del Cilento . Gli amministratori del tempo con i soldi elargiti dal benefattore Don Felipe costruirono acquedotti , chiese , scuole , case comunali e case per la gente , strade , elettrificarono paesi e frazioni lontane , caserme ...una Cassa del Mezzogiorno ante litteram ...questo fu Filippo Gagliardi per l'Italia meridionale . Tutte donazioni e fatti riscontrabili negli atti pubblici ,sui giornali del tempo , nei filmati dell'Istituto Luce e settimana INCOM . Notorietà e stima che valicò i confini d'Italia e del Venezuela e che valsero a Filippo Gagliardi molte benemerenze , tra cui spicca il titolo di Stella D' Italia e quello di cittadino onorario di Filadelfia . Al mondo tutti parlavano di questo uomo unico e contraddittorio , angelo e demonio , abile e cinico negli affari ma buono e generoso come pochi con la gente bisognosa . Perfino un premio Nobel come Gabriel Garcia Marquez , al tempo corrispondente a Caracas di un giornale colombiano , volle in un suo libro ,seppur nella crudezza di un giudizio non tanto condivisibile , immortararlo in un ruolo di grande e contraddittorio protagonista . Cosa che recentemente hanno fatto anche , con molta più obiettività e benemerenza però , i due redattori del Corriere della Sera Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo nel loro ultimo libro : " LA DERIVA" , il più venduto oggi in Italia . Filippo Gagliardi rimane pertanto , a quarantanni dalla morte , attuale ma anche con tanti lati del personaggio da scoprire . Chi fu realmente Filippo Gagliardi ? . E ' lo zio d' America descritto con magia da Felice De Martino nel suo romanzo . " La Repubblica dei Gigli Bianchi " o il pilastro economico del dittatore venezuelano Perez lmenez o ancora il coraggioso pioniere delle Terre dello Interiore Amazzonico o il costruttore ardito dello Edificio Roma o della Piccola Venezia del Mar dei Caraibi . I motivi di estremo interesse che rivestono la personalità di questo uomo del Sud hanno spinto , in occasione del quarantennale della sua morte , la provincia di salerno e il comune di montesano a dedicare allo stesso un progetto di interesse specifico dal titolo : Don Felipe , il lavoro e il mito . Progetto di avvicinamento che porterà a breve alla creazione della " Fondazione Filippo Gagliardi " . Incubatrice di iniziative promozionali per la solidarietà internazionale che dovrà partire dal luogo di nascita del Gagliardi , dalla sua casa - museo a Montesano , ( ardito connubio tra il vittoriale di d 'annunziana memoria e il gattopardesco palazzo di Tomasi di Lampedusa ) per espandersi nei mille rivoli dell'Emigrazione nel mondo .

Per approfondire:
La repubblica dei gigli Bianchi di Felice De Martino edizioni Pironti

A Montesano, un paesino della provincia di Salerno, ai confini con la Lucania, si instauro' negli anni '50 e per buona parte degli anni '60, un meccanismo "sui generis" di convivenza sociale: "La Repubblica dei Gigli Bianchi".

Il libro narra quel momento particolare, quasi una favola, che ha come protagonista principale un emigrante del posto, Filippo Gagliardi, divenuto uno degli uomini più ricchi del mondo All'epoca in quel punticino dell'Universo, isolato e lontano, chiunque avesse un problema, singolo o collettivo, lo vedeva quasi sempre risolto non dalle istituzione ma dalla volontà di un uomo di misurarsi con se stesso.

La storia, inconsueta e magica, ambientata tra le viuzze strette del paesino di montagna e gli ampi scenari della natura Caraibica e' raccontata attraverso i ricordi e le suggestioni dell'Autore, che nella descrizione dei numerosi personaggi (dall'eccentrico Dittatore venezuelano, all'estemporaneo "Ciro 'o discorso" ) fornisce un'ampia e sottile analisi dell'animo umano.
Giuseppe Maria Galliano
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Giuseppe Maria Galliano
 Centro Studi Diapason (Leggi tutti i comunicati)
Viale delle Milizie 17
00192 Roma Italia
giuseppe.galliano@email.it
3200956483
Allegati
Non disponibili