Johnny DalBasso torna sulle scene con "Lo stato canaglia Pt. I"

Online la prima parte del suo nuovo LP la cui uscita completa è prevista per l'autunno: 6 tracce che parlano di evasione, libertà, dubbi, rivolte e fughe romantiche.
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

Johnny DalBasso torna sulle scene a circa tre anni di distanza dall’ultimo fortunato album “Cannonball” (Goodfellas, 2019) e del seguente Cannonball-Tour. L’Ep “Lo stato canaglia Pt. I", anticipato dal singolo “Andalusia“ e disponibile da oggi  - venerdì 24 giugno - su tutti gli store digitali per Micidiale Records, è il preludio al quarto album in studio dell’artista campano in uscita nell’autunno 2022.

Il titolo richiama l’espressione “Rogue State”, con la quale vari presidenti americani hanno appellato gli Stati non allineati al pensiero filo-occidentale, espressione che diventa incipit per riflettere sui vari significati della parola “stato” intesa sia come istituzione sia come descrizione di una condizione passata o presente, ma anche lo stato che postiamo quasi ogni giorno sui social-media, inondando con pensieri non richiesti quella che è la nuova piazza, il nuovo campo di battaglia, il non luogo in cui incontrarci e scontrarci. La seconda parola è “canaglia”, che sembra ormai l’appellativo per tutto ciò che è contro e diverso da noi, per tutto ciò che per ignoranza o per egoistico volere vogliamo screditare.

Il sound passa dal punk più scarno, allo stoner, fino a composizioni più articolate con l’ingresso di fiati, pianoforti e sintetizzatori. I testi parlano di evasioni, decisioni azzardate, dubbi, libertà oltre ogni costrizione, rivolte interiori e fughe romantiche. 

Tracklist:
1.Senza nome
2.Odia e desidera
3.Amore pirata
4.Marta
5.Andalusia
6.Berlin Burning

Credits
Tutte le canzoni sono state scritte e prodotte da Johnny DalBasso;
Johnny DalBasso: voci, chitarre, basso, pianoforte, sintetizzatori, percussioni.
Gianluca Terrinoni: Batteria.
Le batterie e le linee guida sono state registrate presso lo studio Terminal 2, Roma;
Le voci sono state registrate presso il Verde Studio, Roma;
Missaggio presso Verde Studio e Absonant srl.
“Andalusia” e “Berlin Burning” sono state missate da Daniele Tortora.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Sfera Cubica
Italia
[email protected]
Allegati