ANIGAS contesta Il bando di gara del Comune di Roma per l’affidamento della distribuzione del gas metano

Anigas, l’ Associazione Nazionale Industriali Gas aderente a Confindustria, contesta le modalità e le tempistiche con le quali il Comune di Roma ha emanato il bando di gara per l'affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas metano nella Capitale.
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - energia) Anigas, l’ Associazione Nazionale Industriali Gas aderente a Confindustria, contesta le modalità e le tempistiche con le quali il Comune di Roma ha emanato il bando di gara per l'affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas metano nella Capitale. Si tratta di un bando da oltre un miliardo di euro pubblicato il 26 settembre 2011. La concessione in gara decorrerà dal 1° luglio del 2012 e avrà la durata di dodici anni.
“Il bando è stato emanato prima che uscissero i criteri per le concessioni del gas, che sono già stati divulgati dal Ministero dello Sviluppo Economico, esaminati dalle associazioni di settore, verificati dalla Conferenza Stato-Regioni. Il bando del Comune di Roma non tiene conto di queste indicazioni. La normativa italiana prevede, per esempio, che uno degli elementi base siano le migliori condizioni per i clienti finali che qui sono completamente trascurate ”. Lo ha detto il Presidente di Anigas Bruno Tani, in una intervista rilasciata al Sole 24 Ore. “I termini economici del bando sono incongruenti – continua Tani - non portano vantaggi ai consumatori e penalizzano gli operatori che investono per assicurare qualità e sicurezza agli impianti.”
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Claudio Arcovito
 Zigzag (Leggi tutti i comunicati)
Italia
claudioarcovito@zig-zag.it
Allegati
Non disponibili