"L’Art Bonus" per contribuire alle iniziative culturali della Galleria Nazionale delle Marche

Come partecipare attivamente al restauro della Lunetta di S. Domenico di Luca della Robbia.
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

 

 La Galleria Nazionale delle Marche, in collaborazione con l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, è in procinto di affrontare il delicato restauro della Lunetta di S. Domenico, pregevole opera in terracotta invetriata, realizzata da Luca della Robbia alla metà del XV secolo.

L’elegante altorilievo, proveniente dal portale della chiesa di S. Domenico, prospicente il Palazzo Ducale di Urbino, venne spostata all’interno del Museo nel 1973 quando – in seguito al restauro del portale quattrocentesco – si comprese l’impossibilità di garantirne la conservazione con l’esposizione alle intemperie. Da allora, la terracotta robbiana accoglie i visitatori nella Sala della Jole, il primo ambiente che si incontra visitando le collezioni della Galleria Nazionale delle Marche.

Quell’accurato restauro, e la nuova collocazione dell’opera, non hanno impedito però che – dopo cinquant’anni – si manifestassero ulteriori problemi conservativi. Le lacune, particolarmente evidenti sulle figure della Vergine e del Bambino, maggiormente esposte agli agenti atmosferici, è stata causata dalla migrazione e ricristallizzazione di sali minerali al disotto dello strato di smalto che, spinto dalla pressione dei cristalli, si è staccato dal corpo ceramico. Questo fenomeno, nel corso dei secoli, ha prodotto le cadute dello strato di finitura che oggi vediamo deturpare il pregevole manufatto. Questo fenomeno, seppur notevolmente rallentato, non si è fermato e, per evitare ulteriori perdite, si è deciso di intervenire per rimuovere definitivamente questi sali dannosi dal corpo ceramico. A questa complessa operazione, dovrà seguire il consolidamento delle parti distaccate ed un trattamento pittorico delle lacune che permetta all’opera di acquistare una maggiore leggibilità.

Le complesse operazioni saranno eseguite grazie alla collaborazione con l’Opificio delle Pietre Dure, istituto d’eccellenza nel campo del restauro afferente al Ministero della Cultura. Nonostante ciò, restano da affrontare molte spese vive, che graveranno sui bilanci della Galleria Nazionale delle Marche, per un importo stimato di almeno ventitremila euro.

Grazie alla legge 106/2014 e ss. mm. ii., conosciuta come Art Bonus, ogni cittadino o azienda potrà dare un contributo a questo progetto, fruendo di benefici fiscali sotto forma di credito d’imposta. Per contribuire beneficiando delle agevolazioni previste, si può consultare il sito www.artbonus.gov.it e, in particolare, https://artbonus.gov.it/1958-galleria-nazionale-delle-marche.html. La causale da specificare è “Art Bonus – Restauro della lunetta di S. Domenico”. La Galleria Nazionale delle Marche è un bene di tutti: partecipa anche tu a questo restauro. Per qualunque informazione ulteriore potrete contattare:

 

Galleria Nazionale delle Marche

Palazzo Ducale di Urbino

Piazza Rinascimento 13, 61029 Urbino (PU)

Telefono: 0722 2760

[email protected]

www.gallerianazionalemarche.it

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Allegati