IL CAMBIAMENTO SOCIALE DEL NUOVO DECENNIO ATTRAVERSO LE VOCI GENERAZIONALI DEL NOSTRO PAESE

Le generazioni presenti nel nostro paese sono preparate alla convivenza con la nuova Generazione Coronavirus generata dal nuovo decennio? Con il suo ultimo libro, Federico Capeci offre un’analisi precisa e sintetica delle differenze che esistono tra le cinque generazioni che oggi convivono nel nostro paese
Milano, (informazione.it - comunicati stampa - economia)

Il dialogo generazionale è uno degli elementi fondanti della società contemporanea. Il confronto tra le “vecchie” generazioni e quelle più giovani è alla base della crescita e dell’innovazione sociale. Nel contesto socio-economico in atto, il cui andamento è stato fortemente condizionato dalla diffusione della pandemia su scala globale e che già si preannuncia difficile e – auspicabilmente – di grandi trasformazioni, inizia a configurarsi il seme di una nuova generazione, che si affianca a quelle già conviventi nel paese: alla Silent Generation, ai Baby Boomers, alla Generazione X, ai Post Millenials e alla Generazione Alpha si affianca infatti una nuova generazione – la Generazione Coronavirus – che sarà protagonista, suo malgrado, del decennio appena iniziato. Ma cosa stiamo costruendo tra DAD, mascherine e futuro ridotto?

Federico Capeci, uno dei più apprezzati ricercatori di trend sociali, analizza il contesto contemporaneo con il nuovo libro Generazioni, pubblicato da FrancoAngeli Editore, in cui racconta attraverso quali precisi eventi storici e culturali ogni generazione ha definito la sua specificità valori, atteggiamenti, aspettative, visione del mondo, modi di comunicare.

Ogni analisi sulla popolazione deve tenere conto sia dei soggetti coinvolti, sia del momento storico in atto. Nel corso del 2020, la società ha assistito a un cambiamento epocale, che ha messo a dura prova l’intero paese: ogni individuo è stato costretto a ripensare al proprio ruolo, alle possibilità di miglioramento in tempi così duri e al lascito ricevuto dalle generazioni precedenti. Comprendere le caratteristiche di ogni categoria generazionale vuol dire imparare a trovare metodi più efficaci di comunicare, vuol dire favorire un dialogo utile non soltanto agli aspetti più personali e privati della vita ma anche a quelli legati ai vari contesti lavorativi.

Un aspetto da non trascurare è legato proprio al ruolo dei giovani al giorno d’oggi. Sono loro i veri protagonisti del cambiamento sociale, soprattutto in periodo di emergenza com’è quello che stiamo vivendo. Laddove molti settori sono stati fortemente colpiti dalla crisi economica e tutte le realtà, piccole o grandi, hanno spesso dovuto adattarsi in fretta e furia ai nuovi ritmi e alle inedite modalità d’azione, i giovani possono essere la chiave per superare la crisi. 

Si consideri ad esempio la loro conoscenza del mezzo digitale, diventato ormai imprescindibile. Il lockdown, che ha piegato l’intero territorio da nord a sud, ha obbligato imprenditori e sistemi scolastici all’adeguamento all’online, rivelando alcune falle piuttosto evidenti: inadeguatezze e poca padronanza da parte della “vecchia scuola”, il noto digital divide che da tempo attanaglia la società. In una realtà in cui tutte le generazioni dialogano tra loro, ogni peculiarità può essere sfruttata per il vantaggio collettivo e può diventare forza motrice per il futuro.

È nel rapporto con le generazioni precedenti che il miglioramento trova il suo terreno fertile. Ogni genitore, infatti, costruisce la generazione successiva con il chiaro intento di superare gli schemi del momento: ognuno, nei confronti dei propri figli, crea le basi per il futuro e, allo stesso tempo, le condizioni per la sua distruzione. Per questo le logiche del passaggio generazionale vanno viste in un’ottica dialettica e non oppositiva; ed è per questo, infine, che parlare della tematica giovanile non ha nessun senso se non la si inserisce in una dinamica ben più ampia, cross generazionale appunto.

Con Generazioni, Federico Capeci prosegue e arricchisce il lavoro già iniziato con i precedenti volumi (Generazione 2.0 e Post Millennial Marketing) aggiungendo un importante tassello al panorama delle analisi sulla società contemporanea.

 

Federico Capeci è CEO della divisione Insights per Italia, Grecia e Israele di Kantar, network di ricerche di mercato leader nel mondo, ed è tra i più noti e apprezzati ricercatori in Italia sui nuovi trend sociali e sulle tematiche digitali. Research Manager in Coca-Cola Italia prima, poi AD di OTO Research (Gruppo Fullsix), ha fondato nel 2008 Duepuntozero Research (Gruppo DOXA), la prima social media research agency italiana. Frequent speaker in importanti convegni nazionali e internazionali sui temi legati alla comunicazione, al marketing digitale, ai nuovi trend, alla social media analysis e alla cocreation, insegna Ricerche di mercato all’Università Cattolica di Milano. Per FrancoAngeli Editore è autore di Generazione 2.0 (2014) e Post Millennial Marketing (2017). 

 

Federico Capeci

GENERAZIONI

Chi siamo, che cosa vogliamo, come possiamo dialogare

pp. 186, € 24,00. 

In libreria da novembre 2020 

Anteprima del volume (Indice. Prefazione. Introduzione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa