Verifica dell'effetto inibitorio dei radicali ossidrilici contenuti nell'acqua (particella di acqua atomizzata elettrostatica di dimensioni nanometriche) sul nuovo coronavirus (SARS-CoV-2)

Panasonic Corporation ha annunciato oggi, in collaborazione con Mayo Yasugi, Professore associato presso il Reparto di Veterinaria della Facoltà Life and Environmental Sciences dell’Università della Prefettura di Osaka, di aver verificato l’effetto inibitorio dei radicali ossidrilici contenuti nell’acqua (particelle di acqua atomizzata con carica elettrostatica di dimensione nanometrica) sul nuovo coronavirus (SARS-CoV-2). Tali particelle – che vengono generate applicando un’alta tensione…
OSAKA, Giappone, (informazione.it - comunicati stampa - information technology)

Panasonic Corporation ha annunciato oggi, in collaborazione con Mayo Yasugi, Professore associato presso il Reparto di Veterinaria della Facoltà Life and Environmental Sciences dell’Università della Prefettura di Osaka, di aver verificato l’effetto inibitorio dei radicali ossidrilici contenuti nell’acqua (particelle di acqua atomizzata con carica elettrostatica di dimensione nanometrica) sul nuovo coronavirus (SARS-CoV-2).

Tali particelle – che vengono generate applicando un’alta tensione nell’umidità invisibile presente nell’aria – sono caratterizzate da forti proprietà di ossidazione e dalla notevole reattività. Panasonic svolge ricerche su questa tecnologia da oltre 20 anni – sin dal 1997 – e ne ha verificato l’efficacia in una varietà di aree, compresa l’inibizione di microorganismi patogeni (batteri, funghi e virus) e allergeni, che si manifesta nella scissione di componenti del particolato PM2,5 che hanno effetti avversi sull’organismo umano*1.

Nel 2012, Panasonic ha condotto un test di eliminazione (“clearance”) dei virus insieme a un istituto esterno e ha confermato l’efficacia di ciascuna delle quattro categorie in termini di caratteristiche biologiche. In base a questi risultati, Panasonic ha annunciato che la tecnologia dei “radicali ossidrilici contenuti nell’ acqua” possa avere un effetto inibitorio su nuovi virus*2.

Il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2), causa dell’attuale pandemia, ricade nella tipologia di questi nuovi virus e il test condotto in collaborazione con l’Università della Prefettura di Osaka ha confermato che i radicali ossidrilici contenuti nell’ acqua hanno un effetto inibitorio su questo virus. Il test è stato eseguito in un ambiente di laboratorio chiuso e non è stato progettato per valutare l’efficacia della tecnologia in spazi non controllati in cui siano presenti persone.

Panasonic continuerà a studiare il potenziale di questa tecnologia nel far fronte a possibili rischi associati all’inquinamento dell’aria, come quelli derivanti da nuovi microorganismi patogeni, con l’obiettivo di creare ambienti sani per le persone in tutto il mondo.

Riferimento

Verifica dell’effetto inibitorio dei radicali ossidrilici contenuti nell’acqua (particella di acqua atomizzata elettrostatica di dimensioni nanometriche) sul nuovo coronavirus (SARS-CoV-2)

  • Panoramica

È stata condotta una verifica comparativa in uno spazio di test di 45 l contenente il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2) con, e senza, esposizione a radicali ossidrilici contenuti nell’ acqua.

  • Risultati

Oltre il 99% dell’attività del nuovo coronavirus (SARS-CoV-2) è stata inibita entro tre ore.

Nota – Questa verifica è stata progettata per generare dati di ricerca base sugli effetti di radicali ossidrilici contenuti nell’acqua sul nuovo coronavirus in condizioni di laboratorio diverse da quelle esistenti in spazi in cui siano presenti persone. Non è stata progettata per valutare prestazioni di un particolare prodotto.

  • Metodologia e dati

Istituto: Università della Prefettura di Osaka

Periodo: luglio 2020

Oggetto: nuovo coronavirus (SARS-CoV-2)

Dispositivo: generatore di “radicali ossidrilici contenuti nell’acqua”

Metodo:

- Un generatore di “radicali ossidrilici contenuti nell’acqua” è stato installato a 15 cm dal pavimento nello spazio di test di 45 l

- Un pezzo di garza inoculato con una soluzione contenente il virus è stato collocato in una piastra di Petri ed esposto ai ” ossidrilici contenuti nell’acqua” per un periodo di tempo predeterminato.

- Il titolo di infettività virale è stato misurato e utilizzato per calcolare la percentuale di inibizione.

- Il test è stato ripetuto tre volte per confermare la riproducibilità.

  • Dati dei risultati

Oggetto del test

N. di ore

Percentuale di inibizione*

SARS-CoV-2

Prima volta

3 ore

99,7%

Seconda volta

3 ore

99,9%

Terza volta

3 ore

99,9%

*Calcoli eseguiti da Panasonic

Note

*1. Principali comunicati su casi di verifica

- 12 maggio 2009: sono stati verificati effetti positivi di particelle d’acqua cariche elettrostaticamente su virus, batteri e sostanze chimiche per applicazioni agricole.

- 20 ottobre 2009: è stato verificato l’effetto di inibizione di particelle d’acqua cariche elettrostaticamente su un nuovo virus influenzale.

- 20 febbraio 2012: è stato verificato l’effetto di soppressione di particelle d’acqua cariche elettrostaticamente su virus, funghi, batteri e allergeni correlati ad animali domestici.

- 16 gennaio 2014: particelle di acqua atomizzata con carica elettrostatica di dimensioni nanometriche agiscono efficacemente nella scissione di componenti del particolato PM2,5 e inibiscono la crescita di funghi fissatisi alla polvere gialla delle tempeste di sabbia asiatiche.

*2. 26 gennaio 2012: l’effetto di soppressione virale di particelle d’acqua cariche elettrostaticamente è stato verificato grazie a un test di eliminiazione (clearance del virus). La verifica è stata eseguita in collaborazione con Charles River Biopharmaceutical Services GmbH, una società di test tedesca.

Informazioni su Panasonic

Panasonic Corporation è un leader globale nello sviluppo di un’ampia gamma di tecnologie e soluzioni elettroniche in vari settori – elettronica di consumo, domotica, automotive e B2B. Ha celebrato il 100o anniversario nel 2018 e ora è presente nel mondo con 528 affiliate e 72 consociate; nell’anno finanziario terminato il 31 marzo 2020 ha realizzato un fatturato netto consolidato pari a 7,49 trilioni di yen. Impegnata a creare valore aggiunto innovando tramite le sue varie business uniti, utilizza le tecnologie che sviluppa per creare una vita e un mondo migliori per i clienti. Per saperne di più su Panasonic: https://www.panasonic.com/global.

# # #

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Copyright Business Wire 2020

Referente per i media
Panasonic Corporation
Ufficio comunicazioni globali
https://news.panasonic.com/global/contacts/

Tanya Houston
Tanya.Houston@wildwoodpr.com

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
 Business Wire (Leggi tutti i comunicati)
40 East 52nd Street, 14th Floor
10022 New York Stati Uniti
Allegati
Non disponibili