A Palazzo Ducale, a Genova, Foto Uniche al Mondo dal set del film "Il Fiore delle mille e una notte"

Nella Mostra "Pier Paolo Pasolini. Non mi lascio commuovere dalle fotografie" - Dal 30 novembre 2021 al 13 marzo 2022
Rimini, (informazione.it - comunicati stampa - editoria e media)

C'è chi racconta "di Pasolini", ma c'è chi ha parlato e sentito, direttamente, Pasolini ed ha visto, e sentito, PierPaolo Pasolini, commosso davanti a Fotografie, alle fotografie a lui fatte, al suo lavoro ai posti che, del suo lavoro, "Il Fiore delle mille e una notte" come appare molto bene nelle ultime righe della presentazione di questo libro.

Il fiore delle mille e una notte
Viaggio fotografico di Roberto Villa nel cinema pasoliniano

L'Oriente, per Pasolini, è un posto dello spirito dove si trova quel mondo desiderato, sognato, che non esiste in questo Occidente e, in quel Film Fiaba, "Il Fiore delle Mille e una Notte", è portato sullo schermo con una narrazione fantastica e con i colori del sogno.

Il Regista non era venuto meno alla promessa "Sarà il mio film più colorato, il più ricco di bellissimi colori" e già le località scelte e le popolazioni mediorientali ne erano testimonianza, aiutati dai costumi di Danilo Donati su centinaia di comparse. Molto, al di là di tutto questo, è racchiuso nelle oltre 280 immagini inedite del libro che, costruite seguendo le filosofie compositive della storia dell'arte e della teoria della comunicazione, illustrano il set ed il fuori set del film.

Sono convinto che sarebbe piaciuto molto a Pasolini, sia per le "coloratissime" immagini del film, e molto per la sua unicità, è l'unico libro al mondo che presenta immagini originali, uniche ed irripetibili.

In un incontro con Pasolini a Cinecittà, per il rifacimento di una scena, nell'autunno del '73, avevo portato un album con venti pagine di venti diapositive e, mentre Pier Paolo le guardava affascinato diceva "Ma che bei posti, che bei colori" come se li vedesse per la prima volta, poi chiudendo l'album guardandomi aveva detto "Hai fatto un film dove io ero l'attore e tu il regista".

http://www.aneclazio.com/2021/11/04/intervista-a-roberto-villa-su/

Scritti di: Angela Felice, Roberto Chiesi e Paolo Nutarelli
Formato: 20x26 cm cartonato
Pagine: 292
Lingua: Inglese, italiano e spagnolo
IBS 9788867263066

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Maurizio Primo
 Fondo Roberto Villa (Leggi tutti i comunicati)
Via Andrea Verga 16
20144 Milano
[email protected]
3200626226