12ª Borsa del Turismo del Turismo Fluviale e del Po

mercoledì 15 settembre tour operator collegati da 14 Paesi per partecipare agli eductour virtuali fra natura, tradizione e turismo lungo il Grande Fiume
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - economia)

Natura, tradizione e turismo lungo il Grande Fiume. Dopo il workshop internazionale, la giornata dedicata agli eductour chiuderà la dodicesima edizione delle "Borsa del Turismo Fluviale e del Po".

L'appuntamento riservato ai Tour Operator internazionali accreditati - provenienti da 14 Paesi - si svolgerà mercoledì 15 settembre, a partire dalle ore 10,30 e in modalità esclusivamente online a causa delle restrizioni legate alla pandemia.

La proiezione di un video emozionale sulle bellezze del Grande Fiume aprirà ufficialmente il viaggio affascinante attraverso percorsi dedicati, da Piacenza a Ferrara, passando per Parma e Reggio Emilia. A seguire un tour virtuale tra storia, tradizione, cultura, enogastronomia, ambiente e sport saranno i contenuti degli altri video presentati in anteprima, tutti con un unico filo conduttore: sviluppare e promuovere le opportunità turistiche delle terre del Po.

Si partirà dall’Emilia con rocche, regge e castelli a pochi chilometri o a ridosso degli argini del Po, antichi luoghi di difesa, ora suggestivi testimoni del passato che fu e del patrimonio che il Grande Fiume può offrire. Da Colorno a Sarmato passando per Polesine Parmense, un rapido sguardo ai manieri visitabili in tutte le stagioni dell’anno. Un percorso di 80 chilometri lungo le terre di Giuseppe Verdi e i luoghi di origine dei salumi simbolo della tradizione italiana.

Si arriverà, quindi a Ferrara con un emozionante percorso che trasporterà i Tour Operator dal cuore della città estense, il cui centro storico è patrimonio mondiale dell'UNESCO, fino ai tramonti romantici immersi nella flora e nella fauna del Delta del Po, passando per i suggestivi panorami delle Delizie Estensi.

L’evento, promosso da Confesercenti all’interno della “XIIª Borsa del Turismo Fluviale e del Po” è realizzato con il sostegno di Apt Servizi Emilia Romagna, delle Destinazioni Turistiche Emilia e Romagna, dell’Unione dei Comuni Bassa Reggiana e il patrocinio del Ministero del Turismo, della Regione Emilia Romagna, di Enit e altri Comuni.

Per il presidente di Confesercenti Emilia Romagna, Dario Domenichini: “la dodicesima edizione della Borsa del Turismo fluviale e del Po, si è caratterizzata come un momento di rinascita e ripresa del comparto turistico dell’Emilia Romagna  e ha dimostrato ancora una volta le potenzialità turistiche dei territori bagnati dal Po che sono in grado di offrire proposte turistiche convincenti e particolarmente articolate e hanno mostrato ai tour operator internazionali presenti aspetti originali e non sempre noti della nostra regione.”

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni