Iscrizioni aperte all’XI Edizione del Forum del Coaching AICP

Forum AICP 2022: Napoli accoglie i Coach di tutta Italia, divenendo per un giorno metafora simbolica del processo esplorativo del Coaching sulla complessità della co-esistenza e co-appartenenza. L’XI Forum del Coaching AICP, Associazione Italiana dei Coach Professionisti, sarà intitolato “La città del coaching. Accoglienza, diversità e integrazione” e avrà luogo presso la Stazione marittima Molo Angioino di Napoli il 29 ottobre prossimo dalle 9 alle 18.
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - fiere ed eventi)

Forum AICP 2022: Napoli accoglie i Coach di tutta Italia, divenendo per un giorno metafora simbolica del processo esplorativo del Coaching sulla complessità della co-esistenza e co-appartenenza

Scelta per la sua storica capacità creativa, il 29 ottobre 2022 Napoli diverrà palcoscenico del Coaching per stimolare una dialettica su quei contrasti, come uguaglianza e differenza, globale e locale, vicino e lontano, che la complessità ci insegna a leggere come qualcosa che esiste insieme e che si può comprendere e integrare.

 

L’XI Forum del Coaching AICP, Associazione Italiana dei Coach Professionisti, sarà intitolato “La città del coaching. Accoglienza, diversità e integrazione” e avrà luogo presso la Stazione marittima Molo Angioino di Napoli il 29 ottobre prossimo dalle 9 alle 18. I Forum AICP rappresentano il maggior evento nazionale che l’Associazione propone ogni anno nelle più importanti Città d’Italia. Sono eventi nazionali di approfondimento aperti al pubblico con lo scopo di divulgare una corretta conoscenza del Coaching e dei suoi principi ispiratori.

 

“Andiamo a Napoli, ancora una volta, per imparare. Andiamo al Forum del Coaching a Napoli e sappiamo che in questo luogo, sempre nuovo tra i più antichi, la lettura dei saperi e la condivisione delle competenze, si faranno immediatamente esperienza. Dalla sociologia all’organizzazione aziendale, dallo sport al coaching, l’incontro con uncontesto tanto ricco vorrà portare esperienza e agentività nuove anche al più esperto degli esperti.”

Laura Leone, Presidente AICP, esprime così l’augurio che l’XI Forum del Coaching a Napoli possa vedere insieme tante, tantissime persone interessate e curiose e che possa produrre quanti più incontri e dialoghi possibili.

 

Incontri e dialoghi che apriranno vie di conoscenza magari verso luoghi in cui convivono coppie antinomiche, apparentemente contrastanti: vicino/lontano; statico/dinamico; global/local; differenza/uguaglianza; desiderio/inazione; reale/potenziale.

 

Come si accoglie la diversità e come si accoglie l’uguaglianza? Perché accogliere, che differenza c’è con l’accettare? Cosa vuol dire integrare? Sono domande universali. Se le chiede l’antropologo, lo psicologo sociale, il politico, il sociologo. Soprattutto se le pone un professionista del coaching, quando attraversando il processo incontra tutto ciò che dell’altro e di sé stesso emerge nuovo.

 

Domande e tentativi di risposte si muovono dentro di noi nell’intento di comprendere. La questione della comprensione è essenziale. Edgar Morin, teorico della complessità, osserva come il concetto di comprensione contenga due polarità:

• “un polo planetario, quello della comprensione fra lontani, poiché si moltiplicano gli incontri e le relazioni tra persone, culture, popoli che appartengono a culture differenti;

• un polo individuale, quello delle relazioni fra vicini. Queste relazioni sono sempre più minacciate dall’incomprensione. L’assioma, più si è vicini, meglio ci si comprende, possiede una verità solo relativa, e gli si può opporre l’assioma contrario, più si è vicini meno ci si comprende, poiché la prossimità può alimentare malintesi, gelosie, aggressività.”(1)

“Il desiderio della nostra Associazione, - sottolinea Stefania Silla, Responsabile Eventi AICP - è di entrare, come nel “Viaggio al centro della terra”(2), nei meandri della comprensione che permette l’accoglienza, la valorizzazione della diversità e l’integrazione nei luoghi: nella comunità, in famiglia, nel business, in azienda, a scuola, nelle istituzioni. Il dialogo può essere visto come luogo di comprensione. Può esserlo se persegue l’intenzione di scoprire e farsi sorprendere, se rispetta determinati requisiti e si sviluppa secondo modalità, a questa, funzionali. Il metodo del coaching ha le potenzialità per supportare l’apprendimento e la realizzazione del dialogo da cui scaturisce la comprensione, quindi, l’accoglienza, la valorizzazione della diversità e dell’integrazione nei luoghi delle persone, della comunità.”

L’identità della comunità si intreccia con quella del luogo in cui vive. Così, Napoli è stata scelta come città, metafora del luogo che raccoglie in sé i conflitti che popolano la comunità e l’animo umano e luogo in cui il dialogo avviene. Il Coaching Club AICP Campania ha curato l’evento e attraverso la voce della responsabile Gabriella Riccio scopriamo le intenzioni e il senso:

“Qui, l’identità di chi ci vive, è plasmata dalla potenza dei vulcani, dal mistero dell’antichità, dalle meraviglie della natura e dalla forza creativa del suo popolo. Un mondo di contrasti, “miseria e nobiltà”, che regala magia. Il luogo non ha carattere esclusivamente fisico, ma ha anche qualcosa di intangibile, legato ad esperienze e memorie sensoriali; è intriso di sentimenti che fanno star bene chi lo abita. Il luogo è uno spazio depositario di significati. Ogni luogo, dunque, è contenitore simbolico di altri luoghi mentali fatti di valori, convinzioni, pregiudizi, convinzioni, idee, abitudini, stereotipi, significati e vissuti emotivi che si esprimono attraverso l’architettura e gli elementi naturali e che si manifestano attraverso il modo di esprimersi con gli altri e con sé stessi. Essi comunicano un messaggio profondo e raccontano la realtà delle persone che ci vivono.”

Napoli rappresenta, per il Forum Aicp 2022, un posto ideale perché raccoglie in sé i conflitti che popolano la comunità e l’animo umano e che si accendono, si compongono, si trasformano.

La città del Coaching”, evento di AICP 2022, è una grande occasione; un luogo di apprendimento come forse non lo abbiamo mai sperimentato.

Se comprendere presuppone uno sforzo nel saper decifrare il sensibile di una comunità, di uno spazio sociale-culturale, di un individuo, per condurlo prima all’accettazione, all’integrazione e poi articolandolo all’interno di processi logici e sequele di azioni costruttive, Napoli sa certamente sostenere questa perseveranza nel tempo, proprio esplorando al meglio le sue potenzialità e utilizzando con efficienza/efficacia le sue risorse … questione di scelte che definiscono lo stile.

(1) “I SETTE SAPERI NECESSARI ALL’EDUCAZIONE DEL FUTURO’”, Edgar Morin –UNESCO, Parigi, Francia 1999. Raffaello Cortina Editore, Milano 2001.

(2) “VOYAGE AU CENTRE DE LA TERRE”, Jules Verne – Francia – 1864

I NOSTRI RELATORI

A rappresentare i diversi momenti del processo del dialogo di coaching che accoglie, valorizza e integra la diversità, abbiamo l’onore di ospitare esponenti del mondo scientifico, accademico, aziendale, di caratura nazionale ed internazionale.

Apriremo accogliendo l’intervento del Prof. Raffaele Savonardo sociologo, saggista e Professore Associato in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli, Federico II. Proprio di accoglienza ci parlerà il professore, in particolare, della diversità e dell’incontro umano inteso come relazione, luogo pensato come depositario di significati al quale l’accoglienza permette di accedere e alla domanda del coachee di emergere.

Il passaggio dal “voglio” al “posso” sarà esplorato nel secondo intervento, presidiato dal Prof. Marcello Martinez, Professore ordinario di Organizzazione aziendale presso il Dipartimento di Economia e coordinatore del Nucleo e Organismo Indipendente di Valutazione dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli, che abbiamo avuto l’onore di avere come nostro ospite in diversi eventi Aicp. Il processo di Coaching in questa fase si muove dalla scena attuale al futuro a quella ideale, quella desiderata. È il passaggio dal desiderio (voglio) all’azione (posso) che richiede competenze organizzative.

Col terzo intervento, oltre a mettere a fuoco una fase del processo di coaching realizziamo anche la visone di apertura dello sguardo sul coaching oltre il “confine” della nostra patria. Sarà con noi John La Valle a percorrere le strade dello sviluppo delle alternative possibili. John J. La Valle è un Master Trainer di NLP e DHE®, e opera nel campo della formazione e dello sviluppo delle risorse umane da oltre quarant’anni anni. È conosciuto in tutto il mondo per la sua capacità di problem solving ed ha portato la Programmazione Neuro Linguistica nel campo del business.

Chiuderemo con la partecipazione di un campione, caro a tutti noi, Patrizio Oliva. Siamo in ambito sportivo, culla del Coaching, per sviluppare piano d’azione e allenamento. La metodologia costante che nello sport si applica quotidianamente è un esempio di autonomia e responsabilità. Oliva è il testimonial della possibilità del successo in contesti difficili. Farlo in una città come Napoli, è ancora più sfidante.Agli interventi dei relatori si avvicenderanno momenti artistici, oltreché agli spazi di partecipazione e di dialogo col pubblico.

AGENDA

09.00-10.00 Accoglienza partecipanti

Avvio lavori da parte del Presidente Aicp Laura Leone

Saluti Istituzionali e Patrocini

Intermezzo artistico

Intervento Prof. Raffaele Savonardo

Intervento Prof. Marcello Martinez

Intermezzo artistico

PAUSA PRANZO

Intervento Prof. John La Valle

Intermezzo artistico

COFFEE BREAK

Intervento Patrizio Oliva

17.50-18.00: Chiusura lavori e saluti

L’agenda potrà subire variazioni.

 

L’XI Forum del Coaching AICP 2022, intitolato “La città del Coaching. Accoglienza, diversità e integrazione” si terrà a Napoli presso la Stazione Marittima il 29 ottobre dalle ore 9 alle ore 18.

L’evento IN PRESENZA è aperto al pubblico con entrata gratuita e iscrizione obbligatoria nelle modalità indicate sul sito AICP www.associazionecoach.com/coachingforum2022.

 

-----

Qualche altra informazione utile

Chi sono i relatori al XI Forum AICP?

Prof. Raffaele Savonardo: sociologo, saggista e Professore Associato in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli, Federico II.

Prof. Marcello Martinez: Professore ordinario di Organizzazione aziendale presso il Dipartimento di Economia e coordinatore del Nucleo e Organismo Indipendente di Valutazione dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli.

John La Valle: Master Trainer di NLP e DHE®, opera nel campo della formazione e dello sviluppo delle risorse umane da oltre quarant'anni.

Patrizio Oliva: Pugile, medaglia d’oro nei super leggeri alle Olimpiadi di Mosca del 1980, campione europeo nei super leggeri nel 1983, nei welter nel 1990, campione del mondo nei super leggeri nel 1990.

Cos’è AICP?

AICP è un’associazione di coach professionisti iscritta nell’elenco delle Associazioni Professionali presso il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ex legge 4/2013. La sua missione è costruire insieme ai soci crescita professionale tramite il confronto, la ricerca e la formazione continua per garantire ai clienti un coaching di eccellenza con tre scopi fondamentali:

1-Approfondire la metodologia, la ricerca e la filosofia del Coaching in un’ottica di confronto leale, onesto e pluralista tra Coach.

2-Promuovere la ricerca, la formazione e la divulgazione del Coaching in Italia, in modo da sviluppare la credibilità e l’efficacia del Coaching stesso.

3-Organizzare servizi per i soci con il fine di orientare i Coach alla professione, all’avvio della stessa, assicurare e garantire ai clienti la massima professionalità.

Ogni regione ha organismi dove si può decidere e agire insieme: i Coaching Club.

Per maggiori informazioni: https://www.associazionecoach.com/associazione/

Cosa sono i Coaching Club AICP?

I Coaching Club sono la casa e il cuore di AICP. Attivi in quasi tutte le regioni italiane, i Coaching Club sono l’Associazione che opera sul territorio. I soci Coach, iscritti in base alla regione di appartenenza, si incontrano, si confrontano, costruiscono attività, laboratori interni, eventi pubblici. Consolidano e fanno evolvere AICP.

Cosa fa la funzione Eventi AICP?

Secondo lo Statuto AICP art. 16, il responsabile Eventi coordina la progettazione e gestione degli eventi organizzati da AICP a livello nazionale e locale, affiancandosi ai Responsabili dei Coaching Club di competenza.

Cos’è il Coaching?

E’ prima di tutto una filosofia di vita basata sul rispetto della persona, sulla convinzione che le potenzialità di ognuno, così come la fiducia, la speranza, la determinazione, possono essere allenate. Nella pratica il Coaching è un metodo di sviluppo personale e organizzativo che si basa sulla relazione di fiducia tra Coach e Cliente (Coachee) al fine di valorizzare e allenare le potenzialità del Cliente o dell’organizzazione per il raggiungimento di obiettivi definiti.

Cos’è la norma tecnica UNI11601/15?

La norma UNI 11601 indica i requisiti per la fornitura di servizi di coaching per: orientare e guidare i fornitori dei servizi; favorire la scelta informata e consapevole da parte degli utilizzatori dei servizi di coaching (individui, gruppi, organizzazioni profit e non-profit). La norma prevede che la società di coaching effettui un’accurata progettazione del servizio e rediga un’offerta strutturata prima di stipulare un contratto.

Contatti stampa:

Mauro Visintainer

Responsabile Comunicazione AICP

[email protected]

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni