Per il Premio Elio Pagliarani premiati Rosaria Lo Russo, Simone Marcelli e Carlo Bordini un timido rivoluzionario

Tra Poesia edita, Poesia inedita e Premio alla carriera in una gremita Sala Squarzina è stato consegnato il Premio Nazionale Elio Pagliarani. Cetta Petrollo, Maria Grazia Calandrone, e Piero Cademartori hanno convocato i finalisti delle diverse sezioni e hanno premiato Rosaria Lo Russo e Simone Marcelli. Carlo Bordini, autore tra i tanti di "Memorie di un rivoluzionario timido" ha ricevuto il Premio alla Carriera.
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - editoria e media) Tra Poesia edita, Poesia inedita e Premio alla carriera in una gremita Sala Squarzina è stato consegnato il Premio Nazionale Elio Pagliarani. Sul Palco Cetta Petrollo, Maria Grazia Calandrone, e Piero Cademartori hanno convocato i finalisti che hanno letto le loro poesie.

Per la sezione Poesia edita, è risultata vincitrice Rosaria Lo Russo, poeta performer, nata nel 1964 a Firenze, dove vive. Ha pubblicato Comedia (Bompiani 1998), Penelope (d’if 2003), Lo dittatore amore. Melologhi (Effigie 2004), Io e Anne. Confessional poems (d’if 2010), Crolli (Le lettere 2012), Poema (1990/2000) (Zona 2013) e Nel nosocomio (Effige 2016) e il libro con dvd Controlli (Monza, Millegru, 2016), testi per video, con video di Daniele Vergni. Le sue poesie sono state tradotte e pubblicate in inglese, francese, spagnolo, tedesco, giapponese, cinese.

Per la sezione Poesia inedita, è risultato vincitore Simone Marcelli autore di Archivio Privato. Il poeta nato a Cagliari il 15 novembre del 1991, vive tra Viterbo e Bologna, presso la cui Università si è laureato in Italianistica. La sua prima raccolta poetica è La giornata altrove (Giuliano Landolfi Editore 2016). Un suo racconto si trova nell’Almanacco 2017 della Quodlibet.

Andrea Cortellessa ha poi introdotto il Premio alla carriera attribuito al poeta e narratore romano Carlo Bordini, ricordando che questo premio viene attribuito forse non per caso a Bordini nell’anniversario della Rivoluzione Bolscevica in Russia. Emilio Isgrò ha consegnato un opera intitolata “Rosso Pagliarani” dove le cancellature operate in rosso sono fatte su Memorie di un rivoluzionario timido dello stesso Bordini.
Carlo Bordini è nato a Roma nel 1938, dove vive. Dopo una lunga militanza nel movimento trotskista, è stato ricercatore di storia moderna presso l'Università di Roma “La Sapienza”, dove si è specializzato nella storia della famiglia e dell'amore. Ha pubblicato numerose raccolte di poesie: Strana categoria (ciclostilato in proprio), 1975; Poesie leggere, (Barbablu, 1981); Strategia (Savelli, 1981); Pericolo (Aelia Laelia, 1984); Mangiare (Empirìa, 1995); Polvere (Empirìa, 1999); Pericolo (Manni, 2004); Sasso, (Scheiwiller, 2008).

Nel 2010 l'editore Luca Sossella ha raccolto in volume tutte le sue poesie: I costruttori di vulcani - Tutte le poesie 1975-2010 e nel 2016 il romanzo Memorie di un rivoluzionario timido.

Bordini come narratore ha pubblicato anche: Pezzi di ricambio (Empirìa 2003); Manuale di autodistruzione (Fazi, 1998 – 2004); Gustavo – una malattia mentale (Avagliano 2006); I diritti inumani ed altre storie, (La camera verde, 2009).


Presidente onorario per tutte le sezioni, per l’edizione 2017 del Premio, Giulia Niccolai, premio alla carriera nella seconda edizione del premio.

Il premio è una delle attività dell’Associazione letteraria Elio Pagliarani dedicata allo studio della poesia contemporanea.

Altre informazioni nel sito www.premionazionaleeliopagliarani.it

Contatti: premioeliopagliarani@gmail.com

Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Contatto
Carla Romana Antolini
Italia
Ufficio Stampa
Carla Romana Antolini
press
(Roma) Italia
crantolini@gmail.com