100% Passaggi Olimpici - Dall'Olimpiade di Torino 2006 ai Giochi di Vancouver 2010

Questa esposizione è la seconda di ben tre importanti esposizioni di arte e sport nate per festeggiare il passaggio dall’Olimpiade di Torino 2006 a Pechino, in oriente, nell’agosto del 2008 ai Giochi Olimpici Cinesi dove era stata inaugurata presso Casa Italia Coni, l’Esposizione Spirito Olimpico Italiano, La comunicazione dei segni da occidente ad oriente. La terza fase sarà a Vancouver, in Canada, il prossimo 12 febbraio 2010 presso Casa Italia Coni con l’Esposizione Spirito Olimpico Italiano
, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

L’ESPOSIZIONE D’ARTE E SPORT 100% PASSAGGI OLIMPICI
FESTEGGIA IL CLUB SCHERMA E I SUOI 130 ANNI DI STORIA

Tre mesi di esposizione per i 100% Passaggi Olimpici nei luoghi più importanti del Parco del Valentino, culla dello Sport italiano

Dal Parco del Valentino aspettando Vancouver 2010: i XX Giochi Olimpici invernali hanno proiettato Torino 2006 davanti agli occhi di tutto il mondo e sono stati una vetrina sportiva fantastica capace di garantire un’organizzazione d’alto livello per impianti, logistica e accoglienza che ha lasciato segni di grande promozione e civilizzazione sociale sull’intero territorio. Nel passaggio della Torcia Olimpica da Torino a Vancouver per la celebrazione dei “XXI Giochi Olimpici invernali di Vancouver 2010”, Silvana Belvisi, Presidente della Galleria “Il Salotto dell’Arte” situata davanti al Parco del Valentino di Torino, cornice storica dell’evento dello sport italiano, insieme all’ideatrice e curatrice dell’Esposizione, Professoressa Renata Freccero, dell’Università di Torino, hanno invitato 100 artisti italiani a promuovere e ricordare con le loro opere il passaggio dei Giochi Olimpici invernali dall’Italia al Canada. Le rappresentazioni pittoriche saranno esposte nelle sedi storiche che sono state all’origine del fenomeno sportivo italiano. I Circoli e i Club che da oltre cent’anni continuano a educare e promuovere uno sport di alto valore per la cittadinanza torinese e per l’Italia.

Le opere presentate dagli artisti verranno esposte nelle Sedi delle varie Società, Circoli e Associazioni sportive del Parco del Valentino e presso altre Sedi d’eccellenza. L’origine del fenomeno sportivo italiano è avvenuta nel parco fluviale - precollinare Torinese. Le opere realizzate dagli artisti rappresenteranno lo sport .

Periodo espositivo: da giovedì 26 novembre 2009 a venerdì 26 marzo 2010 (n. 121 giorni).

Le Sedi Espositive:

- Club Scherma Torino Villa Glicini
- Reale Società Canottieri Cerea
- Società Canottieri Armida
- Circolo Canottieri Eridano
- Circolo Amici del Fiume
- Associazione sportiva dilettantistica Amici del Remo

Questa esposizione è la seconda di ben tre importanti esposizioni di arte e sport nate per festeggiare il passaggio dall’Olimpiade di Torino 2006 a Pechino, in oriente, nell’agosto del 2008 ai Giochi Olimpici Cinesi dove era stata inaugurata presso Casa Italia Coni, l’Esposizione Spirito Olimpico Italiano, La comunicazione dei segni da occidente ad oriente. La terza fase sarà a Vancouver, in Canada, il prossimo 12 febbraio 2010. Infatti, Slvana Belvisi, Presidente del Salotto dell’Arte insieme alla Professoressa Renata Freccero inaugureranno presso Casa Italia Coni a Vancouver l’Esposizione Spirito Olimpico Italiano, Educare alla contemporaneità delle culture e alla pace.

LE SEI SEDI CHE OSPITERANNO L’ESPOSIZIONE 100% PASSAGGI OLIMPICI E GLI ARTISTI OSPITATI:

CLUB SCHERMA TORINO - VILLA GLICINI: Silvana ALASIA • Branimir ANTONOV • Luisella BOZZI • Daniela BRUSASCHETTO • Liliana CAVIGIOLI • Beny GIANSIRACUSA • Susie HNLICKA • Salvatore PINO • Sara SCALCO • Marco SCALETTI • Alessandra SCARAFFIA • Valeria TOMASI

REALE SOCIETA’ CANOTTIERI CEREA: Carla BOVI • Liliana CAVIGIOLI • Anna CERVELLERA • Alfredo DI BACCO • Cylan INSEL • Manuela KANARIS • Angela MANFREDI • Elio PASTORE • Marco SCALETTI • Alessandra SCARAFFIA • Dario SERAFINO

CIRCOLO CANOTTIERI ERIDANO: Paolo AVANZI • Pierpaolo BISIO • Massimo CASTRONUOVO • Carmen DI DOMENICO • Noel GAZZANO

CIRCOLO CANOTTIERI ARMIDA: Giancarlo BORRELLI • Liliana CAVIGIOLI • Margherita CRAVERO • Francesca DONADIO • Renata FERRARI • Alfio MONTEROMA • Nicoletta NAVA • Alessandra SCARAFFIA • Franco SUSTA • Giovanna TIBALDI

CIRCOLO AMICI DEL FIUME: Gianpiero BONFANTINI • Teresa CAPASSO • Alberto DE BETTIN • Elena FIORANI • Gruppo di lavoro studenti “Bozzetto per Vancouver 2010”.

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICAAMICI DEL REMO: Maria Luisa DELZOTTO • Anita FICO • Simonetta FONTANI • Erminia GEBBIA • Giuliano PASTORI • Salvatore PINO • Adriana SPATUZZA • Maria TRIULZI

Con le parole che seguono la Professoressa Renata Freccero, dell’Università di Torino, riassume il perchè dell’Esposizione 100% Passaggi Olimpici al Parco del Valentino

Sport e loisir di ieri e di oggi: c’è stato un tempo in cui, nella bella stagione, in corso Moncalieri e Casale, un profumo acre portato dal fiume fluttuava nell’aria e si univa a un certo sentore di foresta. Sulle acque del fiume i canottieri cantavano: “Nssima al Po che an biaôta e an cuña/noi l’avôma fassi’l ni; ch’ai sia’l sôl, ch’ai sia la luña, is trovôma sempre si […] ”. Il rumore del traffico,carrozze, carri, omnibus, ieri come oggi, era ovattato dal letto del fiume su cui transitavano i canottieri, protagonisti gioiosi delle origini dello sport moderno. Lungo le sponde del Lungopò, la nouvelle Athènes, trovava momenti di loisir ai “Bagni lido Savoia”. All’ombra della collina fra i chioschi e le eleganti terrazze dei caffè, spiccavano graziose costruzioni, le nuove Associazioni nate per la ginnastica, la ginnastica marinaresca (nuoto), la scherma, i numerosi circoli di canottaggio. Il tiro a segno era una disciplina praticata già dal 1838 nell’area dell’ex Pallamaglio. Al galoppatoio del Valentino si svolgevano attività militari equestri. La prima Società Ginnastica dal 1° maggio del 1843 abitava a Villa Glicini, un piccolo gioiello architettonico che dal 1954 accoglie il Club Scherma Torino, insignito della Stella d'Oro al Merito Sportivo del Coni nel 1967 e del Collare d'Oro al Merito Sportivo il 17 dicembre 2008. Il canottaggio più antico era nato alla Reale Società “Cerea”, poi le sfide del remo erano diventate una “joie de vivre”. Nel 1869 sorgeva l’elegante Società Canottieri Armida Fortiter et Constanter. Sulla sponda opposta del Po’, l’attività del Circolo Eridano si distingueva dalle sue “consorelle” per affiancare alla pratica remiera altre attività, non solo sportive, ma anche conviviali. Questo Circolo sorse nel 1868 con un'originale forma ottagona a pagoda, grazie all’originale progetto dell'Ing. Pecco. Il Circolo degli “Amici del Fiume”, ambiente simpatico e accogliente, il Circolo degli “Amici del Remo” dotato anche di ampi spazi esterni immersi nella natura, offrono stupendi momenti conviviali di sport. L’insieme di tutte queste “giovani Società” promuovevano a 360° le prime forti passioni sportive: oggi ancora di più.

Ufficio Stampa
Daniele Compatangelo
email:compatangelo@fastwebnet.it

Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
daniele compatabgelo
 xxx (Leggi tutti i comunicati)
Torino - Italia / Vancouver - Canada Italia
compa@fastwebnet.it