Corti e Edil-Fer: «Ci vogliono garanzie e concretezza nel comparto edile e casa»

La Edil-Fer ha uno storico di 58 anni di attività. Insieme alla Corti, registra un fatturato complessivo di circa 5,5 milioni all’anno.
L'Aquila, (informazione.it - comunicati stampa - economia)

L'AQUILA: Sono trascorsi 58 anni dall’inizio delle attività dell’azienda Edil-Fer, punto di riferimento nel commercio di materiali da costruzione. 29, invece, dall’ingresso di Simonetta Corti, figlia d’arte di Salvino Corti, che nel 2016 ha affiancato la Corti S.r.l all’impresa madre, con l’apertura di uno showroom e l’obiettivo di ampliare l’offerta dei prodotti, includendo anche cucine e arredi.

Essere presenti sul territorio da tempo, significa aver creato un rapporto di fiducia con esso. Ma vuol dire anche avere coraggio, capacità di cogliere gli elementi chiave e farsi interpreti, anzi anticipare, quelle che possono essere le richieste del mercato, delle imprese, dei professionisti, dei privati.

Due società ed un fatturato complessivo di circa 5,5 milioni all’anno, di cui 1,4 milioni di euro realizzati con le finiture. Una sede che si estende su circa 13.000 metri quadrati dei quali 1200 disposti su due piani con showroom, brico, uffici direzionali e commerciali.

La ferma volontà di differenziarsi per know-how, servizi personalizzati e consegne puntuali e in tempi brevi, è tratto distintivo dell’azienda.

«Adesso è il momento di concentrarsi su attenzione e concretezza – spiega Simonetta Corti–. Attenzione del cliente verso ciò che acquista. Attenzione costante da parte nostra nel supportarlo. Per questo le nostre competenze sono finalizzate a indirizzare il cliente verso le migliori scelte di sicurezza, funzionalità e impatto ambientale, oltre che di estetica. Per quanto riguarda lo showroom, forniamo un pacchetto di servizi che prevede sopralluoghi, consulenza, ambientazione dei prodotti con sviluppo di rendering. Inoltre seguiamo i clienti anche dopo l’acquisto, verificando costantemente la loro soddisfazione e per intervenire prontamente qualora ci segnalino qualche anomalia. I nostri professionisti, sapendo di entrare dove le persone vivono la loro intimità, sanno che è di primaria importanza essere discreti e rispettosi. L’attenzione al prodotto conta tanto quanto quella da dedicare al servizio del cliente».

Questo è anche l’anno del Superbonus 110% e della difficoltà nel reperire i materiali.
C’è bisogno di concretezza. «Nonostante le opportunità che il Superbonus 110% ha fatto intravedere, l’aumento dei prezzi delle materie prime sta creando problemi alla distribuzione edile che sta serrando le fila per far sentire maggiormente la sua vicinanza alla clientela – spiega Simonetta Corti –. A L’Aquila stiamo ancora lavorando con i contributi del sisma del 2009 perché siamo tuttora in piena ricostruzione, non tanto in città, quanto nell’hinterland, dove, dopo 12 anni, la ricostruzione non è ancora partita. I prezziari risalgono al 2009, ma oggi quale impresa può lavorare con un prezziario del 2009? Inoltre, anche volendo, come già detto, i materiali sono difficili da reperire.
Pertanto per tutte le zone danneggiate dal sisma il danno è duplice.

Con i miei collaboratori stiamo cercando di far sì che il cliente, che ha già progetti approvati, trovi disponibile il prodotto di cui ha bisogno. Puntiamo sulla tempestività nell’evasione degli ordini mantenendo agile il lavoro con tutti gli stakeholder. Siamo un’impresa a conduzione familiare e le persone ed il raggiungimento dei loro sogni sono, per noi, il primo traguardo da soddisfare».

www.cortiedilfer.it

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Ufficio stampa IMP L'Editoria / editoriaimp.com
 Editoria IMP (Leggi tutti i comunicati)
Italia
[email protected]