Rivelate le 500 migliori università del mondo per occupabilità dei laureate

Questa ricerca nasce grazie alla crescente domanda da parte di studenti che  vogliono informazioni sui potenziali benefici occupazionali che la propria formazione universitaria potrebbe offrire. Questa ricerca nasce grazie alla crescente domanda da parte di studenti che  vogliono informazioni sui potenziali benefici occupazionali che la propria formazione universitaria potrebbe offrire. IlMassachusetts Institute of Technology( MIT ) domina questa classifica, laStanford Universitysi...
Milano, (informazione.it - comunicati stampa - istruzione e formazione)

Questa ricerca nasce grazie alla crescente domanda da parte di studenti che  vogliono informazioni sui potenziali benefici occupazionali che la propria formazione universitaria potrebbe offrire.

Il Massachusetts Institute of Technology (MIT) domina questa classifica, la Stanford University si posiziona al secondo posto e la University of California, Los Angeles - UCLA al terzo.

La classifica è caratterizzata da significative disparità tra le classifiche globali QS World University Rankings e questo esercizio.
In particolare, le migliori università asiatiche hanno sovraperformato rispetto ai principali atenei dell'Europa continentale.
La classifica dimostra quindi che non esiste un perfetto parallelo tra un'eccellente università per reputazione e ricerca e le risorse dalla stessa impiegate per promuovere la riuscita della carriera degli studenti.

Per esplorare il rapporto università-occupabilità, QS utilizza cinque indicatori che misurano:

Sintesi

Statistiche

Sono 16 le università italiane che hanno scelto di partecipare a questa edizione della classifica e sono tra le top-500 al mondo. Il Politecnico di Milano perde cinque posizioni ma rimane il numero uno inconstrastato in Italia. Oltre ad essere la quinta migliore università al mondo per la proporzione di laureati occupati entro un anno dal conseguimento del titolo di studio, si classifica sedicesimo per la quantità e qualità delle partnership stabilite con le aziende, mentre l' Università di Bologna ottiene il  18° posto nello stesso indicatore e sale all'84° posto nella classifica.
Guadagna cinque posizioni la Sapienza - Università di Roma, che si classifica al 93° posto. Il Politecnico di Torino e l'Università Cattolica del Sacro Cuore seguono a ruota.

Ben Sowter, Direttore della Ricerca di QS, ha commentato: "L'aspetto interessante della classifica è la dimostrazione che – escluse le prime due - non esiste una correlazione perfetta tra le università che dominano la nostra classifica World University Rankings e quelle che eccellono in questa. La missione delle università varia e alcune investono notevoli risorse per aiutare i propri studenti ad entrare con successo nel mondo del lavoro. Per esempio, nel contesto Italiano, l'Università Cattolica del Sacro Cuore, che nella nostra classifica principale è nella fascia 511-520, in questa valutazione è tra le prime 120 al mondo.  Le università sono entità complesse e ogni classifica, inevitabilmente, è una semplificazione. È importante considerare diverse prospettive per formarsi un opinione accurata del valore e della qualità di una università".

 

Il metodo utilizzato per compilare la classifica è accessibile all'indirizzo https://www.topuniversities.com/employability-rankings/methodology

La classifica completa sarà su www.TopUniversities.com da giovedì 19 settembre.

 

Rivelate le 500 migliori università del mondo per occupabilità dei laureate
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
 PR Newswire (Leggi tutti i comunicati)
209 - 215 Blackfriars Road
LONDON United Kingdom
Allegati
Non disponibili