UN'IDEA PER MORIRE

Da non perdere il romanzo di Massimiliano Nuzzolo "L'agenzia della buona morte", pubblicato dalla Marlin, la storica casa editrice di Tommaso e Sante Avagliano: libro della settimana per l'arcigay e un tour letterario con prima tappa a Mestre
Mestre, (informazione.it - comunicati stampa - editoria e media) Mestre (VE) – Sabato 1 giugno 2019, alle ore 18,30, alla Feltrinelli Village, presso il Centro Commerciale Auchan Porte di Mestre (VE), in Via Don Tosatto 22, sarà presentato il libro "L'agenzia della buona morte" di Massimiliano Nuzzolo. Accanto all’autore ci sarà il giornalista Riccardo Petito.
Il libro, travolgente, dissacrante, esilarante a dispetto del titolo e dell’argomento trattato, è pubblicato dalla Marlin, la casa editrice di Tommaso e Sante Avagliano.
"l'Agenzia della buona morte" è anche libro della settimana per il sito dell'Arcigay nazionale.
Il romanzo si apre con un’ospitata del protagonista, Marco, in un programma televisivo, di quelli che hanno un ottimo share e che intervistano personaggi famosi per qualche ragione. Marco è famoso perché, con tre amici, ha fondato un’agenzia che dovrebbe aiutare gli aspiranti suicidi a compiere il gesto più difficile. In realtà, a dispetto dell’enorme successo dell’Agenzia della buona morte, chi si avvicina a Marco e ai suoi amici vuole soprattutto essere salvato, da ogni cosa e, più di tutto, da sè stesso.
Un argomento che potrebbe apparire macabro è, in realtà, trattato in modo da divenire godibilissimo, scenari di disperazione si trasformano in spaccati solari e sapientemente divertenti, quei nodi che paiono portare alla fine, ad ogni fine, sono inaspettati punti di nuovi inizi.
È un libro che tratta di un argomento delicato e vero, quello dello sconforto, dell’abbattimento, dell’afflizione che porterebbe al gesto più estremo e lo dissacra con trovate ed espedienti geniali, cuciti insieme da una scrittura esperta e disinvolta, capace di coinvolgere con uno stile che lascia senza fiato dall’inizio alla fine.
Un romanzo che affronta il tema del desiderio di morte, ma che è pieno di vita. Una lettura che trasmette allegria, stupore, sorpresa, nel bene e nel male, per le situazioni drammatiche, paradossali o complicate che l’esistenza ci pone di fronte. Parla di salvezza, di risate liberatorie, di pregnante e vitale sensualità. E alla morte si oppone il suo esorcismo più efficace: l’amore, al di là delle peggiori delusioni, semplicemente l’amore.
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Ufficio Comunicazione
Italia
(Roma) Italia