Vivere il Natale secondo usi, costumi e tradizioni contadini

Il Natale dell’Alto Adige nei masi Gallo Rosso
Bolzano, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) Trascorrere un soggiorno in uno dei masi del Gallo Rosso, l’associazione che si occupa di favorire lo sviluppo di oltre 1.600 agriturismi in Alto Adige, significa entrare in contatto diretto con le più importanti tradizioni dell’Alto Adige e vivere anche il magico periodo dell’Avvento in maniera unica, come catapultati in un altro tempo.
Nei masi altoatesini, infatti, i rituali legati alle festività sono ancora molto sentiti e gli ospiti quindi hanno il privilegio di partecipare a delle usanze che profumano di antico, di storia, di gente legata alla sua terra, di miti e leggende dall’aura di mistero.
Nelle quattro domeniche che precedono il Natale, ad esempio, si sta insieme per cantare e per raccontare storie natalizie e ogni domenica si usa accendere una delle quattro candele che compongono la tipica corona dell’Avvento. La sera del 24 dicembre poi, la famiglia, dopo essere stata in Chiesa per la messa, si riunisce nella stube; cantando e pregando davanti al fuoco, si aspetta, tutti insieme, l’arrivo di “Christkind”, Gesù bambino, che porta i regali sotto l’albero e vicino al presepe, ornamenti immancabili in ogni casa.
Al maso Felderhof a Brunico, celebrare il Natale assume un significato davvero intimo, perché i contadini benedicono la casa e il maso con l’incenso, pregano nella cappella di famiglia e condividono con i loro ospiti questo momento molto spirituale. Successivamente, è tradizione accendere un falò e trascorrere la serata insieme, mangiando biscotti e bevendo vin brulé.
Vivere il Natale secondo usi, costumi e tradizioni contadini
In alcune valli, inoltre, si celebra ancora il Klöckeln, una tradizione davvero antica, che sembra risalga al 16° secolo. In Val Sarentino ancora oggi gruppi di uomini mascherati e chiassosi vanno di casa in casa a bussare ("Klöckeln" deriva dalla forma dialettale di "klopfen", che significa bussare) nei tre giovedì dell’Avvento. Lungo la loro sfilata, questi personaggi scacciano gli spiriti maligni, raccolgono le offerte, e, per ricambiare, cantano canzoni antiche.
Anche la tradizionale sfilata di San Nicolò, con le maschere fatte a mano, è molto radicata e ha luogo il 6 dicembre, vigilia della festa del Santo. A Stelvio sfila il corteo popolare che, al suono di robusti campanacci, anticipa l'arrivo dei Klosn, creature misteriose e leggendarie che, secondo la tradizione, rappresentano il male.
Molti masi del Gallo Rosso inoltre sono situati vicino alle località altoatesine in cui si svolgono i famosi mercatini di Natale. Durante l’Avvento, infatti, alcune città, paesi, castelli, stalle e anche dei masi diventano sede di mercatini, con casette in legno o bancarelle in cui si possono acquistare oggetti dell’artigianato locale e prodotti gastronomici.
Non c’è Natale senza un dolce tipico. In Alto Adige, un ruolo importante lo ricoprono i biscotti preparati nelle case dalle famiglie, come gli Spitzbuben (“Monelli”), ripieni di marmellata e spolverati con lo zucchero a velo (ricetta); lo Zelten, dolce fatto con frutta secca, canditi e uvetta (ricetta) e lo Stollen, simile al panettone, ricoperto però da una spolverata di zucchero a velo.
Altri personaggi si aggirano i primi giorni dell'anno per i paesini e le città dell'Alto Adige: gli Sternsinger, bambini e adulti vestiti da Re Magi che intonano canzoni natalizie e raccolgono offerte per progetti benefici. A chi fa loro un'offerta, regalano anche un gessetto che serve per scrivere i caratteri che solitamente si vedono sulle porte delle case altoatesine: 20+C+M+B+le ultime due cifre dell'anno nuovo.
Sul significato delle lettere esistono due teorie: secondo il popolo indicano le iniziali dei Re Magi Gaspare (Caspar in tedesco), Melchiorre e Baldassarre, secondo la Chiesa, invece, indicano l’acrostico "Christus Mansionem Benedicat", ossia Cristo benedica questa casa.
Il valore di queste tradizioni così radicate è un patrimonio inestimabile e viverle e condividerle con una famiglia contadina in un maso Gallo Rosso è un’opportunità unica, soprattutto per i bambini, che apprezzano e riconoscono, con tutto il loro entusiasmo, la magia del Natale.
I masi disponibili in cui trascorrere questi indimenticabili momenti si trovano sul sito www.gallorosso.it .
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Nadia Scioni
 Press Way (Leggi tutti i comunicati)
(Milano) Italia
scioni@pressway.it
Allegati
Gallo Rosso: artigianato contadino Gallo Rosso: artigianato contadino  -  L’impegno di Gallo Rosso, Associazione che si occupa di sostenere e promuovere la cultura e le tradizioni contadine dell’Alto Adige, consiste non solo nel far conoscere le strutture agrituristiche associate, ma anche i contadini che le gestiscono, dal momento che molti di loro possiedono delle attitudini…
Imparare “come si fa” nei masi Gallo Rosso Imparare “come si fa” nei masi Gallo Rosso  -  Molti tra gli oltre 1600 agriturismi Gallo Rosso, l’Associazione che si occupa di sostenere e promuovere la cultura e le tradizioni contadine dell’Alto Adige, offrono e organizzano corsi creativi e diverse attività, a vantaggio degli ospiti che decidono di trascorrere una vacanza presso un maso altoatesino.…
I masi Gallo Rosso per famiglie I masi Gallo Rosso per famiglie  -  Tra le 13 specializzazioni dei masi appartenenti all’Associazione Gallo Rosso, c’è quella per le “famiglie”, alla quale fanno parte 6 masi, ossia agriturismi particolarmente indicati per trascorrere le vacanze con i bambini. Mentre i genitori, infatti, possono godersi lunghi momenti di relax, i bambini, in queste…
I masi Gallo Rosso per chi ama i cavalli I masi Gallo Rosso per chi ama i cavalli  -  L’Associazione Gallo Rosso, che si occupa di sostenere e promuovere la cultura e le tradizioni contadine dell’Alto Adige, per incentivare l’ospitalità ha creato 13 specializzazioni per quei masi che si distinguono per peculiarità ben precise. Una delle specializzazioni è quella dei masi per…
L’inverno lento, tra neve e tranquillità nei masi Gallo Rosso L’inverno lento, tra neve e tranquillità nei masi Gallo Rosso  -  Gallo Rosso, l’associazione che si occupa di favorire lo sviluppo di oltre 1.600 agriturismi in Alto Adige, promuove il concetto di “Slow winter”, ovvero, una vacanza rilassante in un maso, per rigenerarsi godendo del bianco paesaggio immacolato e immergendosi nella realtà del mondo…
Loading....