“Il punto d’appoggio” è il romanzo di Giuseppina Danese.

Nessuno decide di nascere. La chiamata all’esistenza arriva come un dono, ma è difficile percepire la gratuità del dono della vita se il mondo appare ai più per quello che effettivamente esso è: una giungla.
SAN REMO, (informazione.it - comunicati stampa - editoria e media)

In questo ginepraio la povera Florida impara a muoversi molto presto e a non darsi per vinta, a cominciare da quel nome che non le piace affatto. Zia Marta (così si farà chiamare poi) si apre agli altri, a quelli che, per scelta o per caso, condividono il suo percorso. È così che il suo destino s'intreccia a  quello di Claudio, un uomo tronfio, abituato ad essere invidiato, che nasconde una devastante solitudine.

Nulla però è concluso finchè il destino non decide di disvelare tutti i segreti...

 

Giuseppina Danese è insegnante e formatrice, ama scrivere anche se mantiene — a suo dire — un rapporto conflittuale con la scrittura letteraria se è lontana dalla ricerca della verità sulla condizione umana.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Leucotea
Italia
[email protected]