Il Nuovo e l’Antico con la pianista Maria Grazia Bellocchio a Bologna Festival

Lunedì 26 settembre ore 20.30 con il concerto della pianista Maria Grazia Bellocchio – costruito su musiche di musiche di Kurtág, Couperin, Šostakovič, Schubert, Čajkovskij, Janáček, Bach – prosegue la rassegna Il Nuovo l’Antico di Bologna Festival, ciclo di concerti dedicato alla musica antica e contemporanea.
Forlì, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

Bologna Festival

IL NUOVO L’ANTICO

 

Lunedì 26 settembre ore 20.30 con il concerto della pianista Maria Grazia Bellocchio – costruito su musiche di musiche di Kurtág, Couperin, Šostakovič, Schubert, Čajkovskij, Janáček, Bach – prosegue la rassegna Il Nuovo l’Antico di Bologna Festival, ciclo di concerti dedicato alla musica antica e contemporanea.

 

La rassegna riserva quest’anno una particolare attenzione agli strumenti a tastiera, antichi e moderni, tradizionali o preparati, elettronici o giocattolo. Nei concerti dei pianisti Maria Grazia Bellocchio (26 settembre) ed Emanuele Arciuli (11 ottobre) e del fortepianista Andreas Staier (20 ottobre) vengono proposti repertori che intrecciano diversi secoli di musica, tra passato e presente, antico e moderno.

 Apre questa “indagine” a tutto campo sulla musica per strumenti a tastiera l’eccellente pianista Maria Grazia Bellocchio, ideando un programma, Aforismi, che ruota intorno ad uno dei monumenta del secondo Novecento, Játékok (Giochi) di György Kurtág: una raccolta vivente di fogli d’album, memorie, trascrizioni, dediche, improvvisazioni. E proprio come se i “giochi” del compositore ungherese fossero un albero, nel tronco principale si innestano i rami generati dalla sua linfa: Couperin, Scarlatti, Schubert, Čajkovskij, Šostakovič, Bach… preziose miniature in un infinito gioco di specchi.


MARIA GRAZIA BELLOCCHIO.

Dopo il diploma al Conservatorio di Milano con Antonio Beltrami e Chiaralberta Pastorelli, Maria Grazia Bellocchio si è perfezionata alla Musikhochschule di Berna con Karl Engel e poi a Milano con Franco Gei. Il suo repertorio spazia da Bach alla musica d’oggi e comprende i principali compositori del Novecento (Cage, Messiaen, Stockhausen, Crumb, Bussotti, Donatoni, Berio, Dallapiccola, Clementi, Rhim, Jarrell, Ligeti, Kagel, Kurtág, Pärt, Adès). Collabora stabilmente con Divertimento Ensemble di Sandro Gorli, regolarmente ospite nei più significativi festival di musica contemporanea, in Italia e all’estero. Come camerista ha suonato con Salvatore Accardo, Rocco Filippini, Bruno Giuranna, Franco Petracchi, Sergio Azzolini e molti altri. Suona stabilmente in duo pianistico con Stefania Redaelli. Ha registrato opere di Bruno Maderna, Sandro Gorli, Franco Donatoni, Stefano Gervasoni, Federico Gardella, Stefano Bulfon, Marco Momi, Claudio Ambrosini, Ivan Fedele e György Kurtág per le etichette discografiche Ricordi e Stradivarius. Insegna pianoforte al Conservatorio di Bergamo, oltre a tenere masterclass di pianoforte e musica da camera per diverse istituzioni italiane. Nel 2012 ha ideato il progetto “Call for Young Performers” all'interno di IDEA, l'accademia di Divertimento Ensemble: un corso monografico dedicato alla letteratura contemporanea per pianoforte. Nelle diverse edizioni del corso sono state affrontate le produzioni di Stockhausen, Kurtág, Berio, Kagel, Ligeti, Gervasoni e Solbiati.

IL NUOVO L’ANTICO

Lunedì 26 settembre 2022 ore 20.30
Oratorio di San Filippo Neri
Maria Grazia Bellocchio pianoforte
“Aforismi”

François Couperin Preludio I, Preludio II, Preludio III, Preludio IVda L’art de toucher le clavecin György KurtágPerpetuum mobile (objet trouvé) / …eine Blume für Ulrike Schuster…Play with Infinity / Pen Drawing [Valediction to Erzsébet Schaár]Fifths (3/a, 3/b) / Fancifully  / (quiet talk with the devil)Hommage à Domenico Scarlattida Játékok Domenico Scarlatti Sonata in re minore K.32 György KurtágBells for Margit Mándy / Bell-fanfare for Sándor VeressFlowers we are / Grassblades in memory of Klára MartynHommage à Borsody László / Hommage à Schubertda Játékok Franz Schubert Melodia ungherese D.817 György KurtágIn memoriam György Szoltsányi / Shadow-play (3)Hommage à Ránki György / Waltz (Hommage à Shostakovich)da Játékok Dmitrij Šostakovič Preludio in do diesis minore op. 34 n.102György KurtágIn dark days – for Ferenc Farkas / Hommage à Berény i Ferenc 70Ligatura for Ligeti / Hommage à Tchaikovskyda Játékok Pëtr Il’ič Čajkovskij Ottobre: Canzone d’autunno da Le Stagioni op.37b György KurtágAntiphony in F-sharp / Obstinate A flat / Doina Fanfare to Judit Maros’ wedding / Les adieux (in Janáčeks manier)da Játékok Leoš Janáček On an Overgrown Path: n.5 “They chattered like swallows” György KurtágSecond strictly personal letter to András Szöllösy on his 85th birthdayReticent Question / Waltz / Claudia – Litaneien / Ligatura x / Hommage à J. S. B.da Játékok Johann Sebastian Bach Sarabandadalla Suite francese n.1 in re minore BWV 812  György KurtágLigatura y da Játékok François Couperin Preludio V, Preludio VI, Preludio VII, Preludio VIIIda L’art de toucher le clavecin 



INFO

 Biglietti in vendita online www.bolognafestival.it / www.vivaticket.it; presso Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E); il giorno stesso del concerto all’Oratorio di San Filippo Neri a partire dalle ore 19.30. Informazioni: Bologna Festival 051 6493397 www.bolognafestival.it prossimo appuntamento della rassegna

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Allegati
Non disponibili