Ex cava di via Cellini, raggiunto l’accordo: Anas provvederà alla bonifica e cederà il terreno per completare via Sacconi

Le buone notizie sono due: Anas provvederà alla bonifica dalla ex cava di via Cellini e successivamente cederà all’Amministrazione comunale di Lissone il terreno necessario per completare via Sacconi, attualmente strada senza uscita.
Lissone, (informazione.it - comunicati stampa - ambiente) Le buone notizie sono due: Anas provvederà alla bonifica dalla ex cava di via Cellini e successivamente cederà all’Amministrazione comunale di Lissone il terreno necessario per completare via Sacconi, attualmente strada senza uscita.

È questo, in sintesi, il contenuto nella nota ufficiale trasmessa il 23 settembre da Anas Spa a firma del geologo compartimentale, Vincenzo Giarratana, e del dirigente dell’Area Esercizio, Antonio Di Mattia.

Con una lettera del 22 luglio 2016 e con successivo sollecito del 19 settembre, il Comune di Lissone aveva rinnovato la richiesta ad Anas di valutare la cessione dell’area situata in corrispondenza dello svincolo fra via Cellini e via Mascagni, in prossimità dell’uscita della statale 36 e di fronte all'ingresso della piscina di Lissone. Nella lettera l’Amministrazione Comunale aveva ribadito anche l’urgenza di mettere in sicurezza l’area, ormai da anni abbandonata.
Ex cava di via Cellini, raggiunto l’accordo: Anas provvederà alla bonifica e cederà il terreno per completare via Sacconi

Ora, nella nota trasmessa all’Unità Ecologia-Ambiente del Comune di Lissone oltre che al Dipartimento ARPA di Monza e Brianza e al Servizio bonifiche e siti contaminati della Provincia di Monza e Brianza, Anas ha dato il suo assenso alle richieste provvedendo a specificare i criteri che verranno seguiti per la sistemazione dell’area. In pratica, i rifiuti veri e propri verranno trasferiti in impianti autorizzati, il terreno non contaminato sarà movimentato all’interno del sito e infine i materiali ritenuti non conformi saranno messi in sicurezza all’interno del sito “secondo criteri tecnici e scientifici idonei”.

I tempi: entro giovedì 29 settembre, data massima indicata dal Comune e accolta da Anas, è stata eseguita la pulizia delle fasce di terreno prospicienti alla strada e al confine con via Sacconi; Anas procederà con la delimitazione dell’area che cederà al Comune “così da poter valutare volumi e tipologia dei materiali interessati dalla messa in sicurezza”. Quindi sarà predisposto - sempre a cura di Anas - il progetto esecutivo per l'effettiva realizzazione dei lavori.

“Dopo mesi e mesi di incontri e di richieste, ANAS ha ufficializzato la volontà di intervenire sia con lavori di pulizia che di cessione area, oltre che di programmazione per la bonifica e messa in sicurezza – conferma l’assessore alla Città vivibile, Marino Nava - E' stato faticoso perché le partite "aperte" erano parecchie, ma sono certo che entro breve tempo vedremo i primi risultati di questa azione collegiale che consentirà di cogliere tre importanti obiettivi: riconcedere decoro all'area situata in prossimità di uno degli ingressi della città, mettere in sicurezza i cittadini che lì ci abitano e dare seguito all'idea di creare una seconda uscita dalla Via Sacconi. Siamo soddisfatti: ora aspettiamo i fatti".
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
alberto terraneo
 comune di lissone (Leggi tutti i comunicati)
Italia
alberto.terraneo@comune.lissone.mb.it
Allegati
ABB cederà la divisione cavi a NKT Cables ABB cederà la divisione cavi a NKT Cables  -  NKT Cables è in procinto di acquistare la divisione globale del sistema di cavi ad alta tensione di ABB del valore complessivo di 836 milioni di euro (934 milioni di dollari USA). I cavi ad alta tensione sono elementi essenziali nelle reti di energia sostenibile, utilizzate per trasmettere grandi quantità…
Loading....