Prima Biennale arte contemporanea Città di Perugia. La Biennale 2.0 Arte e Web Social Network

Perugia (Umbria - Italia) - Si svolge dal 1° al 16 ottobre la prima Biennale d’Arte Internazionale “Città di Perugia” ad ingresso libero. L’esposizione è allestita negli spazi del Centro espositivo “Rocca Paolina”, in pieno centro della città umbra. Sono circa 130 gli artisti che partecipano alle varie sezioni e mostre all’interno della Biennale allestita in un percorso che si sviluppa all’interno del monumentale e suggestivo spazio della Rocca Paolina, in circa 600 metri quadrati.
Perugia, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) La Biennale Città di Perugia è una Biennale 2.0 Arte e Web Social Network, ovvero, come affermano le curatrici Marinella Ambrogi e Patrizia Mari, una ‘esposizione condivisa’ - “‘Share’ è stato l’approccio il metodo ed è il movente che ci ha portato alla realizzazione della Prima Biennale di arte Contemporanea “Città di Perugia”, in quanto Artisti ed Ideatori del progetto hanno “condiviso” l’idea fondante, quella di riportare l’Artista, con le sue “creazioni”, frutto della propria personalità e di un bagaglio culturale “unico ed irripetibile”, ad essere il protagonista della contemporaneità. Si, perché se nella rete tutto è accessibile e vorace allo stesso tempo, è proprio dalla rete che possono emergere quelle sinergie ed empatie che uniscono le persone ed i soggetti in un comune obiettivo, che può durare nel tempo. Le singole specializzazioni oggi non bastano c’è bisogno di più specializzazioni che dialogano tra loro. Questo è accaduto sin dall’inizio di questo progetto e ci ha permesso di perseguire una finalità comune: proporre una esposizione “libera”, non schematizzata ed oligarchica”.


Trentasei gli artisti, con nomi di rilievo a livello nazionale ed internazionale, che esporranno le proprie opere. Katarina Alivojvodic , Yelitza Altamirano Valle, Maria Chiara Arconte, Turi Avola, Pierluigi Bellacci, Piero Boni, David Booker, Igor Boza Borozan, Dalida Borri, Adriana Cardelli, Roberto Carnevali, Domenico Carpagnano, Hisu Choi, Malgorzata Chomicz, Antonio Conte, Michèle Demarque, Pedro García Espinosa, Giacobbe Giusti, Gerda Hegedus, Rolf Horstmann, Signe Ingeborg Sorensen, Silvia Jafisco, Luca Lavagetto, Antonella Maranga, Maura Menichetti, Vincenzo Milione, Inta Ruka, Letizia Sani, Ugo Savoia, Heinz Schmidt, Attila Schwanz, Anna Scopetta, Roberta Serenari, Maurizio Sodano, Antonio Tramontano, Alessandro Zangarelli.

Alla Biennale di Perugia parteciperanno, inoltre, molti altri artisti: nello spazio “Atelier spazi creativi”, dove verranno presentati i lavori di cinque artisti che oggi svolgono la propria attività a Perugia (Jose Carlos Araoz, Massimo Boccardini, Simone Di Stefano, Marco Tuteri). Ci sarà poi lo spazio “Oltre la Biennale” dove due importanti centri italiani, l’ANGA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) Umbria Onlus che presenterà una collettiva di pittura di giovani che frequentano il centro, a cura di Serena Cavallini e Anna Belardinelli. Presente anche il Cfs Adams (Associazione Culturale Centro Sperimentale di Fotografia Adams) di Roma, che presenteranno cinque mostre e precisamente: la Mostra fotografica “Ritratto di Famiglia” di Gaia Adducchio, la Mostra fotografica “Terra, luce e carne” di Gabriele Agostini e Marco Di Meo, una esposizione di ceramiche di Daniela Vacca, la Mostra collettiva fotografica “Il volto e la maschera”, “Teatro dell’ombra”, “Lampi, turbini e deflagrazione”, a cura degli studenti del Cfs Adams, che ha coinvolto più di 80 studenti del centro e la “Mostra di Riccardo”, 12 anni, il cui unico modo di comunicare del ragazzo è attraverso le immagini fotografiche.

Note biografiche sugli Artisti

Katarina Alivojvodic, pittrice, nata a Belgrado (Sebia). Le sue opere si trovano nelle collezioni pubbliche, nella Banca d’Italia, alla Camera dei Deputati e in quelle private in Serbia, Italia, Francia, Spagna, Cina, Danimarca e Grecia. Nel 2016 ha partecipato alla Biennale d’acquerello di Belgrado (Serbia).

Yelitza Altamirano Valle, nata a Lima (Perú) le sue doti artistiche le esprime nella pittura, scultura, murales, grafica e design, oltre ad occuparsi di restauro in porcellana bisqui, vetro, marmo, ceramica, alabastro ed altri materiale. Dal 1977 ad oggi ha partecipato a mostre in varie parti del mondo: Perù, Porto Rico, Argentina, San Francisco (USA), Uruguay, Ungheria, Italia, Svizzera, Germania, Giappone, Spagna, New York (USA), Londra (Inghilterra).

Maria Chiara Arconte, fumettista, nata a Terni, artista, pittrice ed illustratrice, appassionata da sempre di fumetti, nel 2002 si iscrive alla Scuola Internazionale di Comics di Roma dove acquisisce le tecniche fumettistiche. Nel 2007 si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Terni. Nel 2015 espone l’opera “Daphne e Apollo” alla Biennale di Curitiba (Brasile) e partecipando alla collettiva “Silenzio… parla l’arte” presso il PalaSì di Terni. Nel 2016 ha esposto presso le Sale del Bramante (Roma) nella collettiva “Lui, lei… l’altro”.

Turi Avola, fotografo, nato a Herford (Germania) vive in Italia. Nel 2016 pubblica “Exessus Mentis”, che presenta alla Biennale di Perugia, dodici espressioni dello stato dell'estasi, un progetto a cui ha lavorato per più di 2 anni che ha coinvolto dodici diverse interpreti. L’idea è nata a Berlino nel 2013 quando è stato travolto dal fascino di un libro fotografico, raffigurante le spoglie di vari santi e martiri, dislocate in varie cattedrali Europee a partire dal 1600.

Pierluigi Bellacci, pittore-scultore, nato ad Arezzo, verso la fine degli anni Settanta, terminato il Liceo Artistico e diplomatosi all’Accademia di Belle Arti di Roma, ha iniziato ad esporre con mostre a Parigi, Atene e Milano. Dapprima lavora nell’ambito figurativo con forti suggestioni simboliche, poi si orienta verso un tipo di pittura che vuole coniugare la figurazione con l’astrattismo. L’artista dipinge anche i quadri scolpiti, testimonianze delle sue ricerche sulle possibilità di unione tra scultura e pittura.

Piero Boni, pittore, nato nel 1936 a Senigallia vive a Bergamo. Ha frequentato bottega del maestro Domenichini. Nel 2015, il Museo Nazionale Villa Pisani (Venezia) ha presentato una sua personale a cura di Bruno Francisci e Raul Oyuela con la collaborazione di Sandra González Pérez e il sostegno del Museum of the Americas di Miami. Hanno scritto di lui: Paola Artoni, Davide Bernacchioni, Flavio Caroli, Claudio Cerritelli, Mauro Corradini, Andrea D'Agostino, Marco Goldin, Franco Marcoaldi, Domenico Montalto, Luigi Sansone, Vittorio Sgarbi, Claudio Strinati e Pier Luigi Fantelli.



David Booker, scultore e pittore, nato a Melbourne, ha studiato a Sydney e a Hobart (Tasmania). Oggi vive in Umbria. Ha viaggiato molto trovando nei più importanti monumenti architettonici del mondo ispirazione per la sua carriera artistica. Sin dal 1972 crea grandi sculture scolpite a mano in legno e nella pietra arenaria di Sydney. Nel 1974 ha realizzato un monumentale Totem di Huon Pine. La sua prima mostra personale di grandi sculture si è tenuta nel 1983 nell'atrio principale della Stazione ferroviaria Centrale di Sydney. E’ stato spesso il primo artista a proporre e realizzare installazioni di lunga durata in luoghi architettonici pubblici di grande pregio storico. Dal 2008 ha iniziato ad esporre anche i suoi disegni a matita.

Igor Boza Borozan, pittore, nato a Sarajevo, la camicia è il suo "simbolo" di essere uomo e artista. Figlio d’arte, in Italia ha avuto molti importanti riconoscimenti dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dal Sistema Museo. In Umbria, ha fondato nel 1998 un’Accademia di Belle Arti ed introdotto "Color Lab", un percorso alternativo e trasversale per lo studio del colore. Nel 2013 realizza la sua più imponente installazione, il saio più grande del mondo “JAN MMXIII" ispirato alla figura mistica di San Francesco e dedicato a Papa Francesco (550 metri quadri di tela grezza, 26 metri di altezza) e sposta prima sul Ponte delle Torri di Spoleto per le Giornate Europee del Patrimonio 2013 e poi ad Assisi sulla Rocca Maggiore in occasione della prima visita in Umbria del Pontefice.

Dalida Borri, pittrice, nata a San Severino Marche, vive a Terni. Dipinge dal 1980 e negli anni ha raffinato la tecnica estrapolando impressioni e stati d'animo. L’artista recentemente ha esposto a Spoleto, in occasione del Festival dei due Mondi, al Museo CAOS di Terni per il Premio di Arte Contemporanea e in numerosi spazi privati.



Adriana Cardelli, insegnante di Lingua e Letteratura Inglese al Liceo Classico di Perugia, da cinque anni si dedica alla ricerca artistica nell’ambito artigianale.

Roberto Carnevali, fotografo, nato a Modena. Dal 2014 è giornalista e si occupa in particolare di ambiente e montagna. Ha collaborato con: Art+commerce/VOGUE, Vogue Italia, Bell'Italia, GQ Magazine, Montagne360, Progresso Fotografico serie Oro, La Stampa, Gambero Rosso, Nikon, Epson, Panorama, Livein magazine, L'Eco delle Dolomiti, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Foto Cult, Fotografia Reflex, Nadir magazine, A Tavola, MaxArtis, BelleFoto, GraphicMania. Vincitore del famosissimo IMS Photo Contest 2015, presenta alcuni scatti del progetto “WONDERLAND - Terra delle Meraviglie”, circa 60 in bianco e nero.

Domenico Carpagnano, pittore, nato a Barletta, nel 1976 si è trasferito a Perugia. Rientrato a Barletta, ha esercitato la professione forense per 35 anni. Nel 2013, si è trasferito nuovamente a Perugia e si è dedicato a tempo pieno alla pittura. Nei lavori di Carpagnano “artista” c'è una sovrapposizione di forme e di colori, in parte definite ed in parte no: il linguaggio espressivo ha forme, colori e materiali che lottano fra loro per poter emergere, per avere la meglio le une sugli altri.


Hisu Choi, scultrice, laureata in Scultura all’Università di Seoul (Corea del Sud), successivamente è venuta in Italia per studiare il Rinascimento ed ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia. Ha partecipato ad innumerevoli mostre, sia personali che collettive, in Italia e all’estero. Le più significative: nel 2012 nel Museo della città di Potsdam; nel 2013 a Berlino nel castello di Liebemberg e, lo stesso anno, a Rouen in Francia.

Malgorzata Chomicz, pittrice, nata Olsztyn (Nord-Est della Polonia), vive a Perugia. Nel 2005 corona il lavoro di ricerca artistica e opere con la tesi di abilitazione scientifica, conseguendo il titolo di professore di ricerca proprio presso l’Accademia di Belle Arti di Cracovia. Una delle sue più importanti mostre individuali è quella del 2015 a Palazzo di Diocleziano a Spalato (Croazia), palazzo iscritto dall'UNESCO nella lista di monumenti del Patrimonio dell’Umanità. Ha partecipato a oltre 170 manifestazioni artistiche e concorsi nel campo dell’arte incisoria in Polonia e all’estero. Le sue opere si trovano in molte collezioni pubbliche e collezioni di privati (Cina, Stati Uniti, Germania, Italia, Polonia, Canada, Slovenia, Svizzera).

Antonio Conte, pittore, nasce a Napoli, nel 2009 si laurea all’Accademia di Belle Arti di Napoli e comincia a dedicarsi alla pittura. Mostra un interesse spiccato per la comunicazione massificata e la “civiltà dell’immagine”. Ha partecipato nella sezione speciale della Biennale di Arte Contemporanea di Salerno (2014). L’ultima mostra personale, nel 2014, è stata la Residenza d’artista e Mostra internazionale Casa de Burros, progetto a cura di Cristina Fiore e Andre Penzo (Castelo Branco, Portogallo).

Michèle Demarque, pittrice, nata in Francia, vive a Citta della Pieve (Perugia). Nel 2011 ha partecipato a un corso di musica antica con il Maestro Franco Radicchia ed ha cominciato ad ascoltare e dipingere la musica di Hildegard Von Bingen. Questo ha portato l’artista a coniugare il canto con l’arte, scoprendo che si può “pregare cantando”.

Pedro García Espinosa, pittore e scenografo cinematografico, laureato all’Accademia Nazionale di Belle Arti di San Alejandro (Cuba) come artista plastico (1952), in Scenografia Cinematografica nel Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma (Italia) e all’Istituto di Alti Studi Cinematografici (IDHEC) di Parigi (Francia) nel 1961. Ha eseguito più di 300 diversi formati e tecniche. Alcune opere di García Espinosa si trovano in collezioni di paesi come: Germania, Slovacchia, Ungheria, Russia, Francia, Italia, Spagna, Messico, USA, Canada, Nicaragua, Brasile, Cile, Venezuela e Regno Unito. È il fondatore dell’Istituto Cubano dell’Arte e l’Industria Cinematografica, ICAIC, e ha tenuto corsi di cinema e TV alla Scuola Nazionale d’Arte dell’Avana.

Giusti Giuseppe, scultore, nato a Subbiano (Arezzo). I suoi interessi spaziano dal cinema al teatro, dalla moda, alla fotografia digitale e alla scultura. Alla fine degli anni Novanta sperimenta nuove lavorazioni dei metalli e mette a punto una tecnica di saldatura dell’alluminio, effettuata con ossigeno e acetilene. Tra le sue opere in alluminio più note quella per Palazzo Albizzini a Città di Castello (Perugia), per la Caserma dei Carabinieri di Subbiano e per il Consiglio della Regione Toscana (Palazzo Bastogi) a Firenze. Nel 2011 riceve la Medaglia del Presidente della Repubblica per il film documentario “Memoria di un eccidio”, (scenografia e aiuto regia) realizzato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Artistici e dall’Istituto d’Arte “Piero della Francesca” di Arezzo.

Gerda Hegedus, pittrice, nata nel 1926 a Vienna, ha vissuto in Brasile, Germania, Francia, Marocco ed ora vive in Italia. Ha iniziato ad esporre in personali e collettive nel 1974, con mostre in Europa, USA, Canada, Brasile e Marocco. Dal 1984 ha esposto in permanenza alla Galerie Katia Granoff a Parigi, famosa per aver ospitato i più grandi artisti francesi. Altre mostre permanenti sono: Galerie Triade, Barbizon (Francia), Angel International Gallery, California (USA), Elizalde Gallery International, Laguna Beach, California (USA). E’ membro dell’Accademia Europea delle Arti di Francia, della Fondazione Taylor (Parigi), della Società Artisti Indipendenti (Grand Palais, Parigi) e membro d’onore dell’Accademia Gentilizia delle Arti e delle Lettere “Il Marzocco” di Firenze.



Rolf Horstmann, scultore, nato in Germania, vive e lavora a Gubbio (Perugia). Qualche anno nella bottega del maestro Naldo Biagiotti, l’Accademia di Belle Arti di Perugia “Pietro Vannucci” e l’Istituto D’Arte e Restauro di Firenze, influenzano le sue opere d’arte. Importanti esperienze nell’arte del restauro vengono acquisite a Napoli, nei cantieri della Chiesa di San Pietro a Maiella, al Museo di Axel Munthe a Anacapri ed al Museo di Capodimonte. Da trent’anni restaura i mobili del veliero a quattro alberi, “S.Y. Sea Cloud”.

Signe Ingeborg Sorensen, pittrice, nata in Danimarca, da anni risiede a Perugia. La sua attività artistica inizia nel suo paese natale con i Corsi formativi: Odense Kaledralskole, Danimarca. Vincitrice del Terzo Premio nelle Edizioni VII (2001) e X (2004) del “Concorso Nazionale, Spinetoli Scultura”, Marche. L’ultima sua mostra "Mona Lissi” è stata quella di Odense, Danimarca (2011).

Silvia Jafisco, pittrice, ha studiato presso l’Istituto d’Arte Duccio di Boninsegna di Siena. Insegnante di Arte ha esposto in personali e collettive. Con la Transizione Inversa la sua ricerca si sta muovendo verso una nuova dimensione che permette di sperimentare le meraviglie del tratto e del colore applicate sulle lastre litografiche di riuso. Dal 2011 ad oggi ha esposto con le opere di Transizione Inversa in varie località della Toscana e a Dijon (Francia).



Luca Lavagetto, fumettista, nato a Genova nel 1994, ha frequentato il Liceo Artistico Barabino. Nel 2011 a Chiavari riceve il Premio Speciale della Giuria alla Biennale d’Arte "Aurelio Galleppini". Frequenta corsi sulle tecniche del fumetto, laboratori teatrali. Sempre nel 2011 conosce Lorenzo Calza fumettista di Julia (Sergio Bonelli Editore), con cui intreccia un'originale esperienza di arteterapia. I due portano nelle scuole primarie il progetto di stage "Un Maestro Speciale, il senso delle nuvole", sulla storia del fumetto e l'esperienza del processo creativo.



Antonella Maranga, pittrice, nata a Gubbio (Perugia), si è laureata in Lingue e letterature moderne a Perugia dove vive attualmente. Si è avvicinata alla pittura fin da giovane, esprimendosi in maniera figurativa. Ha vissuto molti anni a New York frequentando la Parsons The New School For Design University (New York, USA) dove ha approfondito le sue doti artistiche.


Maura Menichetti, pittrice, l’artista vive a Perugia. Fra i riconoscimenti ricevuti segnaliamo: un’opera in permanenza nella Collezione della Fondazione Fiera di Tuyap (Istanbul); un’opera nell’inventario dei beni dello Stato (Corte dei Conti); 1° classificato in Concorso indetto dalla Biblioteca Storica Nazionale dell’Agricoltura (in “La via italiana all’Informale. Da Afro, Vedova e Burri alle ultime tendenze”, Editoriale Giorgio Mondadori).

Vincenzo Milione, fotografo nato a Milano. Vent’anni vissuti per la fotografia d’architettura d’interni e design. Moltissimi scatti still-life, con particolari riconoscimenti nel settore tessile, e diverse collaborazioni con riviste di settore compongono il suo bagaglio di consapevolezza tecnica e artistica. Il suo percorso artistico è segnato anche da due mostre d’esordio in terra natia e una recente mostra collettiva di architettura e still-life presso la Galleria Albert Plaumann di Milano.

Inta Ruka, fotografa nata in Lettonia. Agli inizi degli anni Ottanta ha iniziato a fare ritratti della gente del luogo; parte da qui la sua collezione La mia gente di campagna, che nel 1999, con il progetto “Storie. Storytellers" - presentato insieme a Anita Zabilevska e Ojars Peterson - con il quale ha rappresentato la Lettonia alla 48° Biennale di Venezia. La fotografo torna ad esporre in Italia dopo ben 17 anni.

Letizia Sani, pittrice nata a Terni ama dividersi tra il suo lavoro di docente e l'Arte. Dopo un'intensa ma breve sperimentazione, negli anni '90 ha abbandonato la pittura figurativa che l’artista percepisce come una briglia nella narrazione delle  emozioni. Nella sua prima personale “Cartasognando”, presso “Rocca Paolina” di Perugia (1998), ha utilizzato oggetti e installazioni create con impasti a base carta. Negli ultimi otto anni ha trasferito quella passione su tela.



Ugo Savoia, pittore nato a Terni, ha iniziato a dipingere nel 2011 per mettersi alla prova in una modalità espressiva mai tentata prima che presto si è trasformata in una autentica passione. La sua tecnica si fonda sull'utilizzo sperimentale di materiali plastici, come la pasta di stucco, la colla vinilica e la polvere di ceramica.

Heinz Schmidt, fotografo tedesco è originario della zona industriale che si estende lungo il fiume Ruhr in Germania, è docente all’Università di Bangor nel Galles del Nord e capo dell’organo consultivo della Royal Photographic Society (RPS). Oltre alla mostra permanente al WISCA Institute all’Università di Bangor, nel 2010/2011 sviluppa la Anglesey Winter Collection, fotografie che celebrano il raro incontro tra ghiaccio perenne, neve e mare, lungo la costa di Anglesey (Irlanda) e nel 2014 ha iniziato la produzione del ciclo “Holding out against the ‘Fury of the Vanishing’ time”.



Attila Schwanz, fumettista, nato a Torino, si è laureato in Arti Visive (pittura, scultura, decorazione, grafica e fotografia) all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Ha frequentato il corso di fumetto ed illustrazione delle sorelle Katja ed Erika Centomo e il corso di Digital Animation della Scuola di Cinema Televisione e Nuovi Media delle Scuole Civiche di Milano. Ha vinto diversi concorsi, tra i quali: "Lanciano nel Fumetto" Concorso Internazionale 2007, "International Arts LGBTE 2012" e "L'Arte Pour l 'Art Prize" al concorso internazionale "Who Art You? 3”. Nel 2014 ha pubblicato il libro a fumetti "COCK" con Il Menocchio Editore.



Anna Scopetta, pittrice d'arte contemporanea autodidatta nata a Caserta, figlia d’arte. Nel corso della sua carriera artistica ha partecipato a numerose collettive in diverse città italiane e una mostra personale presso l’ Atelier del maestro Aniello Saravo di Brera, Milano. Nel 2011 è invitata da Vittorio Sgarbi a partecipare alla 54° Biennale di Venezia per il Padiglione Italia sez. Emilia Romagna a Palazzo Pigorini di Parma con l’opera “Luna Park”. 



Roberta Serenari, pittrice nata a Bologna, la sua pittura ha la vocazione di condurre ad una riflessione intima, dove prevale una presenza femminile dotata di una misteriosa fascinazione. Nel 2004 viene scelta da Vittorio Sgarbi per la partecipazione alla mostra “Morbidamente Donna” presso lo Showroom di Elena Mirò (MI), e da Giorgio Celli nel 2007 per “L’eterno presente dell’infanzia” nella chiesa di S.Apollinare a S.Giovanni Persiceto (Bologna).



Maurizio Sodano, fotografo nato a Napoli nel 1963, ha frequentato negli anni ‘80 alcuni studi fotografici napoletani approfondendo la tecnica fotografica.



Antonio Tramontano, pittore nato a Pesche (Isernia), si è diplomato all'Accademia di Belle Arti di Napoli nel corso di Pittura del Prof. Raffaele Canoro. Docente di Arte e Immagine, in qualità di direttore artistico, ha curato e cura diversi eventi nella provincia di residenza, mentre nel 2008 ha curato le attività espositive per il I centenario ISA, Istituto Statale d'Arte di Isernia.

Alessandro Zangarelli, fotografo, vive a Città di Castello (Perugia). In seguito ad un viaggio in Argentina produce due importanti lavori: “El CAMINO”, un racconto fotografico del tutto personale sulla sua permanenza in Patagonia e “NIPEBO AIKE”, un reportage su una “estancia” (fattoria). Con il portfolio “EL CAMINO” vince la terza edizione del Trofeo Città di Follonica nel 2004. Partecipa alla Biennale con “Le Porte di Ghibellina”.


cs2016-3

Coordinate mostra

Titolo: Biennale Arte Contemporanea Città di Perugia - La Biennale 2.0 Arte e Web Social Network

A cura di Marinella Ambrogi, Patrizia Mari
Promotore: Fondazione culturale Luciano Boccardini
Patrocinio: Provincia di Perugia
Inaugurazione: sabato 1° ottobre 2016 - ore 17.00
Date: 2 - 16 ottobre 2016
Sede: Centro Espositivo Rocca Paolina (Perugia) Italia, Piazza Italia Perugia
Orari: tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 19.00
Ingresso Libero
Premiazioni domenica 16 ottobre 2016 - ore 16.00

Informazioni al pubblico
(IT) Alessandra Migliarini + 39 340 547 0989 - info@biennalecittadiperugia.it
(EN) Anna Meo +39 331 808 0800 anna.meo@biennalecittadiperugia.it

Catalogo
A cura di Marinella Ambrogi, Luciano Boccardini, Patrizia Mari, Alessandra Migliarini
Testi Valeria Giovagnoli, Patrizia Mari; biografie a cura degli Artisti riadattate
Immagini a cura degli Artisti

Ufficio stampa


Biennale arte contemporanea Città di Perugia
Patrizia Mari - Tel +39 338 1534743
patriziamari.blu@gmail.com
patrizia.mari@biennalecittadiperugia.it
www.biennalecittadiperugia.it

Csf Adams
Luisa Briganti - Tel +39 338 5785977
csfadams@tiscali.it
Associazione Culturale Centro Sperimentale di Fotografia Adams di Roma
www.csfadams.it

Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Contatto
Patrizia Mari
Giornalista
Via Piemonte 40/C
06061 Castiglione del Lago Italia
patriziamari.blu@gmail.com
+393381534743
Ufficio Stampa
Patrizia Mari
 Fondazione culturale Luciano Boccardini (Leggi tutti i comunicati)
via Ferriera n. 52
06089 Torgiano Italia
patriziamari.blu@gmail.com
+393381534743
Allegati
Non disponibili
Toni Zarpellon esporrà in occasione della grande mostra “Biennale Milano” presso lo Spazio Tadini  -  L'iniziativa è stata organizzata dal manager della cultura Salvo Nugnes. Nel commentare i tratti distintivi della sua arte, è stato scritto: "Le opere di Zarpellon individuano un linguaggio essenziale, in una sorta di nuova ontologia sulla…
Centro sociale "Terra rossa" chiuso e Lecce diventa città senza spazi sociali  -  La chiusura del centro sociale occupato Terra Rossa di via Casavola a Lecce, pone ancora una volta al centro dell'attenzione delle dinamiche cittadine un aspetto emblematico che dimostra la chiusura mentale e l'assenza di visione di una Comunità degli…
A ROMA la Prima Biennale Di Arte Quantistica A ROMA la Prima Biennale Di Arte Quantistica  -  “De Arte Et Alimonio” (dearteetalimonio.altervista.org) è il tema della Prima Biennale di Arte Quantistica che si inaugura il 31 Marzo 2016, alle 19.00, presso la Silber Gallery di Roma, dell’Associazione Purificato, Viale Regina Margherita, n. 92; si potrà visitare sino allo 06 Aprile 2016 dalle 11.00…
Loading....