Getty Images annuncia i vincitori dei sussidi ‘Grants for Good’ 2011

Le sovvenzioni daranno modo a fotografi e agenzie creative di supportare iniziative no-profit con una comunicazione visiva capace di fare la differenza
Milano, (informazione.it - comunicati stampa - fiere ed eventi) – Getty Images ha il piacere di annunciare che Gwenn Dubourthoumieu e Alex Masi, insieme ai creativi di GVA Studio e Bhopal Medical Appeal, sono i due fotografi che riceveranno le sovvenzioni 'Grants for Good' 2011. I due team, composti da un fotografo e da un professionista della comunicazione, riceveranno una somma pari a 15.000 dollari destinata a coprire i costi di sviluppo di nuove linee grafiche per conto di un'organizzazione no-profit a loro scelta. Giunto alla sua terza edizione, il riconoscimento Grants for Good assegnato da Getty Images ha ottenuto oltre 100 candidature provenienti da fotografi e agenzie di 16 nazioni. .
Il programma Grants for Good di Getty Images è nato nel 2009 con l'obiettivo di supportare le organizzazioni no-profit a sfruttare le potenzialità della comunicazione visiva per promuovere il cambiamento raccontando le proprie esperienze in maniera più efficace; l’iniziativa offre inoltre sovvenzioni di natura editoriale la cui assegnazione avviene ogni anno a Perpignan in Francia in occasione del festival di foto-giornalismo Visa Pour l’Image.
I sussidi assegnati quest’anno sosterranno i due progetti. Gwenn Dubourthoumieu e GVA Studio supporteranno la comunicazione grafica relativa alla campagna di sensibilizzazione “Raped Lives” realizzata dall'ente no-profit Association Des Femmes pour la Promotion et le Développement Endogène (AFPDE). Scopo del programma è informare le comunità locali del Congo dei loro diritti, sensibilizzarle in modo da fermare la discriminazione contro le vittime di violenze sessuali e sostenere queste ultime affinché escano dal silenzio e denuncino legalmente i responsabili di reati di questo genere. La sovvenzione ottenuta permetterà di creare un collage di interviste e ritratti femminili, coinvolgendo non solo le vittime ma anche avvocatesse o poliziotte che con coraggio si battono contro i crimini sessuali contribuendo a rafforzare il sistema giudiziario congolese. .
“Open Wounds – Bhopal 1984 – 2011” è invece l'iniziativa presentata da Alex Masi e Colin Toogood, Media Director di Bhopal Medical Appeal, che mira a migliorare la qualità di vita delle persone e di una nuova generazione di bambini colpiti da una disastrosa esplosione chimica. Il progetto documenterà infatti le ripercussioni che questo tipo di contaminazione ancora oggi genera sui nuovi nati della città indiana di Bhopal. L'ente sfrutterà i fondi per una campagna di advertising, alcune mostre e altri strumenti di comunicazione con l’obiettivo di attirare attenzione e sostegno verso il proprio operato.
I premi in denaro serviranno a finanziare lo sviluppo di nuove produzioni visuali; i fotografi vincitori avranno inoltre la possibilità di collaborare con il team di art director, photoeditor e produttori di Getty Images durante l'intera durata dei rispettivi progetti. I risultati del lavoro svolto e l'integrazione nelle iniziative di comunicazione degli enti no-profit saranno oggetto di presentazione su http://imagery.gettyimages.com/getty_images_grants/recipients.aspx?date=6-2011&grant=good
Andrew Saunders, Vice President, Creative Content ha commentato: “Getty Images ha introdotto l'iniziativa Grants for Good al fine di riconoscere e supportare i creativi che collaborano con le organizzazioni no-profit su un vasto ventaglio di problematiche di particolare rilevanza come arte, formazione, diritti umani, salute, povertà e ambiente”. Ha poi aggiunto: “Siamo lieti che anche i fondi di questa edizione verranno impiegati per tematiche di grande importanza, come appunto la lotta alla violenza sessuale nella Repubblica Democratica del Congo e il dramma che ancora oggi vivono i cittadini della cittadine indiana di Bhopal, che nel 1984 fu teatro del più grande disastro mai avvenuto nella storia dell'industria chimica”.
I destinatari dell'edizione 2011 di Getty Images Grants for Good sono stati selezionati da alcuni dei maggiori professionisti del settore, grandi conoscitori dell'impegno della comunità creativa nei confronti di no-profit, cause e problematiche di rilevanza sociale:
• James Partridge, fondatore e Chief Executive dell'organizzazione no-profit Changing Faces
• Ian Haworth, Global Chief Creative Officer e Chairman dell'agenzia creativa RAPP
• Michael Hall, fotografo di spicco e attivista nelle iniziative sul tema del cambiamento climatico
Oltre ai due premiati, i giudici hanno evidenziato altri due profili creativi degni di nota:
• La fotografa Barbara Alper e il Green Team Advertising, entrambi di New York City hanno ricevuto un grande consenso per la proposta di supportare Lifeforce in Later Years (LILY), un’organizzazione che sprona le persone di terza età a superare le difficoltà per condurre una vita indipendente. L'idea vedeva una campagna specifica per raccontare attraverso una nuova brochure la storia di un programma messo in atto dalla LILY a Manhattan, nel Morningside Village, al fine di sensibilizzare il pubblico nei confronti delle attività condotte dall’associazione, promuovendo l'adesione di nuovi volontari e sostenendo gli sforzi per la raccolta di fondi.
• Il fotografo di origini armene Nazik Armenakyan è stato apprezzato per la proposta di supportare Mamikon Hovsepyan nella creazione di materiale grafico per la Public Information and Need of Knowledge Armenia (PINK Armenia), ente no-profit anti-discriminazione impegnato in azioni di tolleranza nei confronti della comunità LGBT (Lesbian, gay, bisexual, and transgender) armena. Il progetto prevedeva l’utilizzo della comunicazione visiva nei materiali in lingua armena sia per la comunità LGBT che per la popolazione generale, oltre a supporti fotografici per le testate locali.
Per maggiori informazioni sul programma Getty Images Grants for Good visitate il sito: www.gettyimages.com/grants con presentazioni sui vincitori e sui finalisti.
Getty Images
Getty Images è leader mondiale nella creazione e distribuzione di immagini, filmati e prodotti multimediali, nonché fornitore di altre forme di contenuti digitali, compresa la musica. Getty Images soddisfa una clientela di professionisti in oltre 100 nazioni, rappresentando il principale punto di riferimento per i creativi e i media alla ricerca di immagini e di altri contenuti digitali. I fotografi e le immagini di Getty Images permettono ai clienti di produrre lavori di alta qualità e di grande impatto che compaiono quotidianamente nelle riviste, nei quotidiani, nelle campagne pubblicitarie, nei film, nei programmi televisivi, nei libri e nei siti Web più influenti del mondo. Il sito www.gettyimages.com illustra come Getty Images contribuisca allo sviluppo del ruolo dei media digitali nella comunicazione e nel business, favorendo la realizzazione di idee creative.
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Barbara L M.
Seigradi
(Milano) Italia
[email protected]
Allegati
Non disponibili