Serie Bwin, la corsa salvezza

Report n. 41/2011dell'Osservatorio Calcio Italiano: Migliora il Piacenza, exploit Triestina, orgoglio Frosinone. Decisivi gli scontri diretti della 42° giornata.
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - editoria e media) Otto squadre, raccolte in altrettanti punti, in lotta per la permanenza in Serie B a tre giornate dal termine della stagione regolare con 9 punti ancora a disposizione. Nel prossimo turno le compagini imbrigliate in zona salvezza se la vedranno con squadre di media-alta classifica, già promosse o in corsa per un posto nei playoff. La 41° giornata potrebbe scremare il gruppo playout sancendo la matematica (permanenza e/o retrocessione) per via del doppio scontro diretto Frosinone-Sassuolo e Piacenza-AlbinoLeffe. Nell’ultimo turno un’eventuale vittoria nello spareggio al Del Duca tra Ascoli (19°) e Triestina (20°) potrebbe risultare determinante.

Balzo in avanti per il Piacenza di Madonna che - superando il Sassuolo ed approfittando delle sconfitte di Cittadella e Albinoleffe - scavalca in classifica le tre contendenti allungando sulla zona playout distante ora 3 punti.

La Triestina, battendo il Cittadella con il risultato di 3 a 2, riduce il gap dalla squadra di Foscarini a 4 lunghezza e grazie alla concomitante sconfitta del Portogruaro aggancia in classifica i veneti a quota 40. Con una percentuale di pericolosità pari al 78.7% la squadra di Salvioni nell’ultimo turno di campionato è stata la più pericolosa della Serie B (in totale gli alabardati hanno totalizzato 11 tiri nello specchio della porta difesa da Villanova, miglior dato della 39° giornata).

Lo rileva il Report n. 41/2011 dell´Osservatorio Calcio Italiano, website monitoring delle manifestazioni calcistiche in Italia.

L’Ascoli perde a Padova mantenendo invariate le distanze dal terzultimo posto (+2 sulla Triestina) ma vedendo la 17esima posizione distante 2 lunghezze.

Quaterna del Frosinone ai danni del Vicenza: per i ciociari una vittoria che mancava dal 19 marzo 2011 (32° giornata, 1 a 0 sul Torino). La formazione di Campilongo in evidenza per la fase di attacco: oltre il 65% di realizzazione (4 reti) in relazione al totale dei tiri indirizzati nella porta avversaria (6), il 72.5% di pericolosità creata a fronte di una percentuale di attacco pari al 61.8%; una propensione offensiva sviluppata dal Frosinone principalmente per vie centrali (55%) a scapito dei corridoi esterni (out destro al 27%, out sinistro al 18%). Nei rimanenti incontri i ciociari affronteranno due trasferte proibitive (Novara e Livorno) intervallate dallo scontro diretto interno contro il Sassuolo.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Simone Roselli
 Giornalista freelance (Leggi tutti i comunicati)
Italia
roselli.simone@libero.it
Allegati
Non disponibili