Ricandidatura Ascani: Uniti e Attivi ne critica l’operato

Con la dichiarazione di guerra di Ascani con il suo post sui social che critica il raddoppio della scala mobile voluto dalla lista capeggiata da Circelli si apre il confronto: Uniti e Attivi per iniziare, accusa la giunta uscente di aver avviato i lavori in Città solo a fine mandato e per scopi elettorali.
Castelfidardo, (informazione.it - comunicati stampa - politica e istituzioni)

“Siamo abituati ormai da tempo, alle sparate del Movimento 5 Stelle. Basta vedere come stanno andando le cose a Roma devastata dall’incuria di un governo cittadino inadeguato. Sembra che l’inadeguatezza sia il filo conduttore che unisce le varie Giunte “grilline”, visto che Castelfidardo soffre tantissimo proprio dell’incapacità di chi la governa.

Ascani parla di ottimi risultati?

Ci vuole coraggio, visto il degrado in cui versa la Città, la totale perdita di appeal per quanto concerne il lavoro, i giovani sono destinati a espatriare o alla meglio ad emigrare. Il centro storico è ridotto al fantasma di se stesso, negozi chiusi, attività in crisi.

Vogliamo poi parlare del degrado e della sporcizia in cui questa Giunta ha ridotto la Città?

I concittadini  dovrebbero fare un giro al Monumento ed al parco per verificare il degrado in cui versa. E’ pronto un bel reportage fotografico che pubblicheremo a giorni.

Quelle di Ascani sono solo operazioni di facciata, come l’attacco alla nostra proposta del raddoppio della scala mobile su cui abbiamo molto da dire.

Lo ha detto ai cittadini che la scala mobile non è sorvegliata da un operatore in grado di arrestarla, neanche da remoto in caso di caduta od incidente?

E’ questa forse la sua attenzione per i cittadini?

Cosa succederebbe se una donna incinta o un anziano cadessero durante la salita, chi fermerebbe l’impianto?

La scala mobile è stata abbandonata a se stessa, con enorme pericolo per gli utenti.

Bisognerebbe sapere che quando esiste un bene, “pagato dai cittadini”, dovremmo averne massima cura e cercare di farlo funzionare nel migliore dei modi. Si chiama efficienza.

Inoltre, solo ora si accorge del problema, dopo aver speso denaro pubblico per la “costosissima” (così asserisce l’Assessore Calvani), manutenzione dell’impianto per ben cinque anni, senza risolvere il problema.

Strano modo di avere attenzione per le persone con disabilità. Basta fare un giretto per la Città per rendersi conto che è in totale dissesto, marciapiedi impraticabili, e barriere architettoniche quasi ovunque.

Castelfidardo  è diventato un cantiere aperto nei soli ultimi mesi, comportamento tipico di chi vuole accaparrarsi voti all’ultimo momento. Non era il Movimento 5 stelle quello del “Vaffa” a chi si comportava in questo modo?

Proprio come avviene al parco, non basta ristrutturare la scalinata e poi avere tutto il resto in dissesto, luci rotte, camminamenti impraticabili. Non parliamo poi dell’accesso al cimitero, reso praticamente impossibile dai soliti lavori “degli ultimi mesi”.

L’illuminazione pubblica è totalmente inadeguata, le vie sono fatte oggetto di raid e scorribande da parte di vandali. Altro che controllo e sicurezza, la situazione è in completo stallo.

Parliamo poi dei tanto sbandierati contributi ottenuti dalla UE per il rifacimento delle scuole:

era tanta l’attenzione che Ascani aveva per l’argomento che non era neanche citato nel programma elettorale.

La verità è che questi sono stati utilizzati sotto la forte pressione delle opposizioni che all’epoca hanno anche minacciato di richiedere un referendum in merito e addirittura andare casa per casa a raccogliere le firme, vista la totale inazione della Giunta su questo argomento.

Inoltre inutile ricorrere ai “grandi” pentastellati della politica romana e regionale, per cercare di farsi avallare  TUTTO IL NIENTE realizzato. Questi ultimi, meglio che pensino ai grossi problemi in cui versa il Movimento 5 Stelle. E’ talmente evidente il problema del disfacimento del movimento che Ascani, ha dovuto affiancare alla propria lista politica una lista civica.

I cittadini hanno imparato a riconoscere Liste Civiche come la nostra basata sulla storia, sui contenuti. Non liste finalizzate a raccattare voti, vista la poca presentabilità del simbolo M5S in caduta libera in tutti i sondaggi nazionali.

La nostra Lista Uniti e Attivi  ha invece fatto l’opposto unificando ben tre formazioni politiche (ricordiamo che uno dei nostri slogan è: “ABBIAMO UNITO LE FORZE”) e vuole veramente che Castelfidardo diventi La Città delle Opportunità e quest’ultime si creano con i fatti e non con le favole ed i proclami.

Uniti e Attivi per Castelfidardo

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr