P(I)AZZA LA SCIENZA - Due giornate di Scienza dedicate ai ragazzi dai 9 ai 18 anni e a tutti quegli adulti che ancora amano stupirsi

Lunedì 21 maggio 2018 alle ore 11:00, presso l’Istituto scolastico “Principe di Piemonte” - Via Ostiense, 263, si terrà la presentazione del progetto dedicato ai ragazzi dai 9 ai 18 anni, "P(I)AZZA LA SCIENZA
Roma, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) Il 24-25 maggio 2018 al Polo Museale Atac: "P(i)azza la Scienza": Due giornate di Scienza dedicate ai ragazzi dai 9 ai 18 anni e a tutti quegli adulti che ancora amano stupirsi. “L'iniziativa è parte del programma di Eureka! Roma 2018 promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale e in collaborazione con Siae”.


"LECTIONES POPULARES sui Treni-Scienza", tenute da docenti esperte. Come LAURA GASBARRONE, presidente dell'Accademia Lancisiana che racconterà il passato, il presente e il futuro di questa prestigiosa Istituzione, TERESA LUCENTE, antropologa studiosa dell'Ars Medica di Ildegarda di Bingen, BRUNA MARCANTONIO, biologa, che ci farà capire come convivere con gabbiani e ratti, gli animali "invasori" delle nostre città, NICOLETTA MONTEMAGGIORI, restauratrice di metalli e di bronzi che oltre a stupirci con i prodotti dell'archeometallurgia ci farà assistere in diretta a un piccolo restauro e, infine, SANDRA GIULIANI, esperta di linguistica computazionale che ci racconterà la storia delle idee e dei prodotti che con il prof. Giuseppe Gigliozzi (l'umanista) e l'ing. Paolo Sensini (l'informatico), hanno costituito l'avanguardia novecentesca della ricerca nell'Intelligenza Artificiale a Roma.


La scommessa è fare della Scienza una narrazione comprensibile a tutti, soprattutto ai giovani. Svelare agli stessi romani un volto diverso della Città d'Arte: dietro una statua di bronzo, un edificio storico, uno strumento tecnologico, una pratica medica c'è sempre un pensiero. Una catena meravigliosa di saperi e di competenze, di prove e di errori, che procede dalla lettura della Natura e si completa nelle pratiche di conservazione e di trasmissione (Cultura).


Per questo l'Associazione Donne di carta ha trasformato un'area come il POLO MUSEALE ATAC in una «piazza dei Saperi» dove salendo e scendendo da un treno o da un tram storico, si potranno ascoltare le"Lectiones Populares"; prendere e portare libri di Scienza nello spazio bookcrossing organizzato dai compagni di viaggio del progetto "Biblioteca a cielo aperto" (un network di luoghi "anomali", come tintorie, bar, negozi di articoli vari che diventano luoghi di lettura); ascoltare i brani a memoria delle persone libro dell'Associazione che trasformeranno i "pensieri scientifici", anche i più arditi, in una narrazione dedicata; visitare con calma le vetture facendosi raccontare storie e progressi tecnologici dalla voce della dott.ssa Caterina Isabella. E conoscere, infine, le "Donne di Scienza" in un video originale, composto da Sandra Onofri e Patrizia Gueli, con la consulenza esperta di Carmela Sergi Lo Giudice, che ci mostrerà come anche l'Altra metà del Cielo abbia sempre collaborato, dalla notte dei tempi, al progresso del pensiero scientifico. Nonostante il silenzio della Storia e i Nobel negati.


Due mattine dedicate soprattutto alle classi scolastiche e un pomeriggio (venerdì 25) aperto ai ragazzi e alle ragazze degli Istituti superiori e agli adulti. Un'organizzazione in piccoli gruppi che a rotazione seguiranno il percorso didattico. Ingresso gratuito. Prenotazione ai Treni-Scienza obbligatoria.


Accompagneranno il Progetto radio amiche:11Radio, Radio Rete Edicole, la rubrica Dickens di Maria Genovese di Roma Tre Radio.

E per restituire continuità formativa e divulgativa sarà possibile acquistare un piccolo libro P(I)Azza LA SCIENZA - prima edizione dell’Associazione Donne di carta (euro 6,00 - codice ISBN 978-88-941625-0-9) per ripensare agli argomenti ascoltati.


Per Info e prenotazioni: tel. 338.29.07.396/348.77.25.891 – 50delfini@gmail.com

Ufficio Stampa: tel. 338.23.82.259 – info@donnedicarta.org
www.donnedicarta.org – Blog: piazzalascienza.wordpress.com (in costruzione)
www.eurekaroma.it

L'Associazione culturale no profit Donne di carta è stata fondata, nell'ottobre del 2008, da 4 donne, operatrici professioniste del settore editoriale. Vanta oggi più di 200 soci diffusi in 14 città e in 7 regioni: Emilia, Campania, Lazio, Marche, Puglia, Toscana, Veneto. Suo scopo principale è la promozione della lettura in tutte le sue forme e su qualsiasi supporto, e la tutela della bibliodiversità.

Dal 2009 è diventata la portavoce italiana del “Proyecto Fahrenheit 451 las personas libro” di Madrid, fondato da Antonio Rodriguez Menendez: lettori e lettrici che imparano a memoria brani di testi di ogni genere e disciplina e vanno in giro, ovunque, a dirli per un recupero della memoria umana e dell'oralità come relazione sociale.

Nel 2011 ha stilato una Carta dei Diritti della lettura che è diventata un Manifesto sostenuto da diverse istituzioni culturali. L'ex Presidente della Repubblica Napolitano le conferì una medaglia di rappresentanza nel febbraio del 2011.


Polo Museale Atac Un'esposizione permanente di locomotori e tram storici restaurati a testimonianza delle diverse aziende di trasporto pubblico succedutesi nel 900 per gli spostamenti cittadini ma anche per quelli verso il mare, i Castelli Romani, Fiuggi e Viterbo. Il Museo venne inaugurato nel 2004.
Si trova all'interno della stazione Porta San Paolo della ferrovia Roma-Lido, accanto alla stazione Piramide della linea B della metropolitana di Roma.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Alessandra Maggi
 Associazione Donne di carta (Leggi tutti i comunicati)
Vicolo Savelli, 9
00186 Roma Italia
alessandramaggi.am@gmail.com