I Confidi maggiori e minori: governance, struttura, mercato

Economia e accesso al credito Confidi e Banche - Fondazione Pescarabruzzo, Corso Umberto I N. 83
Pescara, (informazione.it - comunicati stampa - economia) RES prosegue con il suo road show sui Confidi e dopo aver toccato Milano, Padova, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Ragusa raggiunge Pescara in Abruzzo.

L’Abruzzo è una terra interessante in una situazione nazionale che dal punto di vista economico-finanziario è molto critica. I protagonisti locali: Regione, Confidi, Banche e Imprenditori, preparati ed agguerriti. Bastano alcuni dati: al 2010 in Abruzzo vi erano 72 Confidi 106 (Italia 870) e 2 Confidi 107 (Italia 48). Per cui abbiamo un 4% dei Confidi 107 e 8% dei Confidi 106 italiani. Lo stock delle garanzie rilasciate invece è di Euro 440 milioni pari al 2% delle garanzie rilasciate a livello nazionale.

Dipende dall’andamento economico o dalla struttura dei Confidi ?

Tutto sommato, nel 2010, l’economia abruzzese ha “tirato”, la produzione è aumentata del 10,6% e il fatturato del 9,5% ancorché la disoccupazione sia aumentata. Probalbilmente gli intermediari finanziari hanno bisogno di una struttura diversa tant’è, ormai da anni si continua a parlare del futuro assetto del settore Confidi perché non è ancora individuata una soddisfacente “soluzione al problema”. Cioè: la dimensione, i costi della struttura vigilata, gli assetti organizzativi e di governance ed infine un preciso modello di business.

C’è chi come il Vice Presidente della Regione Abruzzo – molto attento al settore Confidi - Alfredo Castiglione insiste sulle fusioni, scatenando commenti non del tutto concordi.

C’è chi – come alcune associazioni – puntano su modelli di sviluppo aggregativi che privilegiano lo spirito associativo più che un piano industriale. Insomma c’è un fiorire di idee che si fanno strada molto, forse troppo lentamente per la velocità richiesta dal mercato e dagli organismi di vigilanza.

Gianluca Puccinelli, Amministratore Delegato RES, la società che organizza il convegno e offre supporto al sistema degli intermediari finanziari (banche, confidi o società finanziarie) con consulenza organizzativa e formazione, precisa: “il momento è veramente delicato non solo per i confidi ma per tutto il mondo del credito motore insostituibile per la ripresa economica. Occorre lucidità, creatività e soprattutto scelte coraggiose e lungimiranti. Purtroppo, talvolta accade che le politiche sono dettate più da una logica di conservazione dello status quo (o meglio delle poltrone) più che da esigenze del mercato”.

Discuteremo di tutto questo con primari operatori della realtà locale, docenti illustri, banche di riferimento ed immancabili, le soluzioni tecnologiche a sostegno del cambiamento.

Il panel dei relatori è di ottimo livello e si confronteranno su questi temi il Sen. Giovanni Legnini alla Commissione Attività Produttive del Senato, Alfredo Castiglione Vice Presidente della Regione Abruzzo, il Prof. Nicola Mattoscio dell’Università di Chieti-Pescara, la Prof.ssa Paola Leone dell’Università di Roma La Sapienza, Enrico Marramiero di Confindustria Pescara, Roberto Isidoro di Carichieti spa, On. Antonio Tancredi della Federazione BCC Abruzzo e Molise, Giorgio di Rocco Confidi Mutualcredito, Andriano Lunelli di Fidimpresa CNA, Flaminio Lombi di Coopcredito Abruzzo, Angelo Picozzi di Eurofidi, Nicola Tramontano Guerritore di Dedagroup, Aldo Comelli di Iside.
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Contatto
Chiara Deri
Res Srl
Italia
058759829
Ufficio Stampa
Gabriella Monti
 RES SRL (Leggi tutti i comunicati)
Via Brigate Partigiane 2
56025 Pontedera (Pisa) Italia
g.monti@resgroup.it
058759829