Marco Carra: sullo smog occorre ruolo di regia della Regione

Azioni efficaci solo se coordinate.
Milano, (informazione.it - comunicati stampa - ambiente) Arriva l'inverno e la storia si ripete: lo smog, il Pm10 e tutto il corollario di polveri sottili e veleni vari schizzano alle stelle. A Milano e Lombardia. Come in un grande catino insalubre, per l'ambiente e per i suoi abitanti.
Il primo passo delle istituzioni è applicare regole restrittive sulle emissioni, ma poi succede che non tutti lo facciano e la sostanza non cambia. Di chi la colpa? Per Maroni è dei sindaci, rei di non imporre i divieti. Per il Pd è di Maroni che non ha voluto prendersi il compito di decidere per tutti. Almeno a livello di aree omogenee.
È incredibile che Maroni dia esclusivamente ai sindaci la colpa e la responsabilità dell'effetto macchia di leopardo rispetto alle azioni anti smog, quando è stato il primo a non voler inserire nel protocollo firmato con Anci la clausola che avrebbe dovuto essere Regione Lombardia a emettere provvedimenti stringenti per le aree omogenee in caso di prolungate e gravi emergenze. A Maroni lo avevamo detto chiaro fin dall'inizio della firma di questo protocollo: Regione Lombardia non può non prendersi la responsabilità di applicare la legge regionale vigente. Il protocollo sottoscritto con i sindaci non può essere un alibi per stare alla finestra mentre la qualità dell'aria peggiora. Ci vuole una regia unica che spetta alla Regione.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Marco Carra
 Avvocato (Leggi tutti i comunicati)
(Milano) Italia
marco.carra@consiglio.regione.lombardia.it
Allegati