Artprice: il mercato dell'arte si accaparra i nuovi "classici dell'arte contemporanea"

Non solo c'è una forte domanda per le opere migliori, ma soprattutto sembra che il mercato si stia muovendo verso un nuovo modello che gli consentirà di rinnovare la sua offerta, in quanto oggi è in grado di produrre nuovi "classici" proponendo "capolavori di arte contemporanea". Non solo c'è una forte domanda per le opere migliori, ma soprattutto sembra che il mercato si stia muovendo verso un nuovo modello che gli consentirà di rinnovare la sua offerta, in quanto oggi è in grado di produrre...
New York, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

Non solo c'è una forte domanda per le opere migliori, ma soprattutto sembra che il mercato si stia muovendo verso un nuovo modello che gli consentirà di rinnovare la sua offerta, in quanto oggi è in grado di produrre nuovi "classici" proponendo "capolavori di arte contemporanea".

È quanto abbiamo visto con la scultura Rabbit (1986) di Jeff Koons. Christie's l'ha presentata come un'icona dell'arte contemporanea, alla stessa stregua dei dipinti di Jean-Michel Basquiat e probabilmente anche di alcune opere di Damien Hirst. Ma dovremo aspettare le prossime grandi aste per vedere confermata questa tendenza».

Ora Jeff Koons è più caro di Van Gogh o Rubens...

Il nuovo record di 91 milioni di dollari che ha reso Jeff Koons l'artista vivente più quotato al mondo, gli ha conferito anche un posto speciale nella storia dell'arte. Tra lo stupore generale, il suo Rabbit (1986) è diventato più caro di qualunque opera di Van Gogh venduta all'incanto fino ad oggi. Il record del maestro fiammingo è fermo agli 82,5 milioni di dollari del 1990 per il suo Portrait du Docteur Gachet. 

Nella storia delle aste, solamente 11 artisti hanno ottenuto risultati superiori a quelli del Rabbit di Jeff Koons: Leonardo da Vinci, Picasso, Modigliani, Bacon, Qi Baishi, Munch, Monet, Basquiat, Warhol, Lichtenstein e Hopper. Se negli ultimi anni il mercato di Jeff Koons è stato poco attivo, oggi si è ripreso del tutto. E insieme a lui, ha ricevuto un grande impulso anche tutta la macchina dell'arte contemporanea. 

Rauschenberg tra i primi

Due anni dopo la retrospettiva organizzata dal MoMA e dalla Tate Modern, Robert Rauschenberg brilla nelle sale d'asta. L'artista-scultore statunitense che si batté per l'introduzione del diritto di seguito degli artisti dopo la vendita della collezione Robert Scull nel 1973, probabilmente non immaginava che le sue opere potessero raggiungere cifre simili.

Il 15 maggio 2019, il suo Buffalo II è stato battuto per 88 milioni di dollari da Christie's. Rinchiuso da 54 anni nella collezione di Robert B. Mayer che lo acquistò direttamente dalla Galleria Leo Castelli, il quadro è al tempo stesso un inno e una critica al "sogno americano". Questo nuovo record colloca Rauschenberg sullo stesso piano dei suoi contemporanei Andy Warhol (105,4 milioni di dollari) e Roy Lichtenstein (96,4 milioni di dollari).

Monet fa registrare il 10° miglior realizzo d'asta artistico della storia

Appassionante come una telenovela estiva! Dopo l'annuncio della vendita dei Covoni di Claude Monet (1840-1926) da Sotheby's New York il 14 maggio scorso, tutti hanno iniziato a parlare di un possibile record! Gli ultimi dipinti sui covoni messi all'asta, con dimensioni, data e composizione analoghi, hanno superato gli 80 milioni di dollari da Christie's New York a novembre 2016.  Il record assoluto di Monet risale alla vendita della collezione Rockefeller a maggio del 2018, quando il suo Nymphéas en fleur è stato battuto per quasi 85 milioni di dollari (sempre da Christie's New York). Fine della suspense: il 14 maggio, per otto lunghi minuti hanno gareggiato in sei per aggiudicarsi il capolavoro.  Alla fine Harry Dalmeny ha battuto il martello a 110,7 milioni di dollari, oltre 40 volte il suo valore precedente: già venduta nel 1986 per 2,53 milioni di dollari, l'opera apparteneva ai discendenti di Bertha e Potter Palmer, facoltosi collezionisti di Chicago, che acquistarono i Covoni tramite Paul Durand-Ruel nel 1891.

Scommettendo sulla provenienza prestigiosa dell'opera, Sotheby's aveva puntato già in alto  con una stima bassa di 55 milioni di dollari, fatto che non è passato inosservato alla stampa artistica. Ma alla fine, per la prima volta nella storia, un quadro impressionista ha superato la soglia simbolica dei 100 milioni di dollari. In questo modo i Covoni si piazzano tra le prime 10 opere più costose mai vendute pubblicamente. L'interesse per gli Impressionisti e per le opere ottocentesche resta quindi incontestabile, nonostante l'attrazione per l'arte contemporanea e la nuova generazione di offerenti che si sta affacciando sul mercato. I collezionisti asiatici sono particolarmente entusiasti e stanno contribuendo a rendere stabile questo segmento di mercato.

Copyright ©2019 Thierry Ehrmann – www.artprice.com

Prova i nostri servizi (demo gratuita):

https://www.artprice.com/artist/23640/baishi-qi

Abbonati ai nostri servizi:

https://www.artprice.com/subscription

Info su Artprice:

Artprice è quotata su Eurolist di Euronext Parigi, SRD long only e Euroclear: 7478 – Bloomberg: PRC – Reuters: ARTF.

Fondata da Thierry Ehrmann (cfr. la biografia autenticata di "Who's who" (c): https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2019/03/2019-bio-whoswho-thierry-ehrmann.pdf.

Scopri Artprice in video: https://www.artprice.com/video

Artprice è il leader mondiale delle banche dati sulle quotazioni e gli indici dell'arte con oltre 30 milioni di indici e risultati d'asta di più di 700.000 artisti. Artprice Images® offre un accesso illimitato alla più grande risorsa del mercato dell'arte del mondo: un archivio di 126 milioni di immagini e stampe di opere d'arte dall'anno 1700 fino a oggi, commentate dagli storici dell'arte di Artprice.

Artprice arricchisce costantemente le sue banche dati con informazioni provenienti da 6.300 case d'aste e pubblica regolarmente le tendenze del mercato dell'arte per le più importanti agenzie di informazione del mondo e circa 7.200 articoli per la stampa internazionale.

Artprice fornisce ai suoi 4.500.000 membri l'accesso al marketplace standardizzato leader nel mondo per la compravendita di opere d'arte. Artprice sta preparando il suo blockchain per il mercato dell'arte. Il rapporto annuale 2018 sul mercato dell'arte mondiale di Artprice, certificato BPI (marchio scientifico nazionale francese), è stato pubblicato lo scorso marzo 2019: https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2018

Artprice è associata con Artron Group, leader cinese nel mercato dell'arte, valido partner istituzionale.

Info su Artron Group

Artron Art Group (Artron), gruppo culturale e industriale fondato nel 1993 da Wan Jie, è impegnato nell'ereditare, promuovere e diffondere il valore dell'arte. Fondato su numerose informazioni d'arte, Artron fornisce al settore artistico e agli appassionati di arte un servizio e un'esperienza professionali di prodotti di qualità grazie all'applicazione integrata dell'informatica, la scienza digitale avanzata e materiali e lavori innovativi.

Con la pubblicazione di oltre 60.000 libri e cataloghi d'aste, Artron è il leader mondiale nella stampa di libri d'arte con un volume di stampa complessivo di 300 milioni all'anno. Ha oltre 3 milioni di membri esperti nel settore artistico e una media di 15 milioni di visite giornaliere, rendendolo il sito web sull'arte più grande del mondo.

Sito web di Artron: www.Artron.net

Rapporto annuale 2018 sul mercato dell'arte contemporanea di Artprice – accesso gratuito su: https://www.artprice.com/artprice-reports/the-contemporary-art-market-report-2018

Comunicati stampa di Artprice:

http://serveur.serveur.com/Press_Release/pressreleaseen.htm

https://twitter.com/artpricedotcom

Attualità sul mercato dell'arte:

https://twitter.com/artpricedotcom e https://twitter.com/artmarketdotcom

https://www.facebook.com/artpricedotcom 4 milioni di abbonati

http://artmarketinsight.wordpress.com/

Scopri l'alchimia e l'universo di Artprice http://web.artprice.com/video, la cui sede è il famoso Museo di arte contemporanea LaDemeure du Chaos: https://issuu.com/demeureduchaos/docs/demeureduchaos-abodeofchaos-opus-ix-1999-2013  

https://vimeo.com/124643720

Il Museo di arte contemporanea La Demeure du Chaos

https://www.facebook.com/la.demeure.du.chaos.theabodeofchaos999 3,6 milioni di abbonati

Contatti: thierry Ehrmann, ir@artprice.com

Photo: https://mma.prnewswire.com/media/890471/Artprice.jpg  
Logo: https://mma.prnewswire.com/media/817151/Artprice_Logo.jpg

 

Artprice: il mercato dell'arte si accaparra i nuovi "classici dell'arte contemporanea"
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
 PR Newswire (Leggi tutti i comunicati)
209 - 215 Blackfriars Road
LONDON United Kingdom
Allegati
Non disponibili