ABISSO MEDITERRANEO, Pietà l’è morta. Dramma per musica in un atto. Teatro Masini , Faenza

Giovedì 15 febbraio – ore 21.00, stagione invernale al Teatro Masini di Faenza per Emilia Romagna Festival.
Bologna, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

ERF&TeatroMasiniMusica 2017-18
presenta

ABISSO MEDITERRANEO
"Pietà l’è morta".

Dramma per musica in un atto.
Testi di Geppino Materazzi e Pap A. Khouma.
Musiche di Rossella Spinosa.
Adattamento testi a cura di Rossella Spinosa.

Personaggi:
Anfitrite, dea del mare: Paola Cacciatori, mezzosoprano.
Allan, il giornalista: Allan Rizzetti, baritono e voce recitante.
Ermyras, il traghettatore: Akueson Adotey Dotcha, ballerino.

New Made Ensemble.
Enrico Di Felice, flauti.
Raffaele Bertolini, clarinetto basso.
Ylenia Volpe, fisarmonica.
Rossella Spinosa, elettronica.
Alessandro Calcagnile,direttore.
Elementi del Coro Cappella Musica del Duomo di Milano.
Claudio Riva, maestro del coro.

Giovedì 15 febbraio – ore 21.00.
FAENZA – Teatro Masini.

Giovedì 15 febbraio alle ore 21.00 prosegue la stagione invernale al Teatro Masini di Faenza targata Emilia Romagna Festival, con un evento originale, forte, attuale. Abisso Mediterraneo, Pietà l’è morta è un dramma musicale che racconta e rappresenta artisticamente la più grande tragedia di questi tempi.

Lo stravolgimento di un’epoca, dall’interno dell’epoca stessa, non è mai visibile. Tutto scorre nella normalità; tutto ciò che è violenza, sopraffazione, purezza e disperazione, e speranza, e lotta – insomma tutto ciò che rende assoluta e degna di esistere la vita umana, rimane in sordina come un rumore di fondo. Abisso Mediterraneo vuole trattare questa vita, questo stravolgimento che segnerà l’epoca in cui viviamo – che ci piaccia o meno. Un dramma musicale in un atto unico, uno spettacolo visivo, canoro, sonoro, teatrale e musicale. Un giornalista, la voce narrante, racconterà la quotidianità degli sbarchi in un’atmosfera surreale e reale insieme. Ma davvero, si chiede, è possibile abituarsi a tutto questo? Si può osservare la sofferenza altrui senza esserne coinvolti? Si può rendersi complici di questo delitto? “Queste son le domande che pone Abisso Mediterraneo”, sottolinea Rossella Spinosa, la vera dinamo di questo atto unico, “l’Abisso accolto e dondolato da Anfitrite, dea del mare, che guarda da sempre e raccoglie i corpi senza giudizio, senza distinzione, ma con compassione e pietà”. Quella pietà che sembra ormai perduta nel mondo umano.

Rossella Spinosa, che ha adattato il testo, che ha composto la musica e che si occupa dell’elettronica in scena, oltre a essere una professionista blasonata, ha svolto la propria carriera musicale sul filo della commistione tra suono, immagine e messa in scena. Ha sonorizzato oltre 50 pellicole del cinema muto, tra cui alcuni lavori di Fritz Lang, La Corazzata Potëmkin e la filmografia muta di Alfred Hitchcock. Collabora, infine, con protagonisti del mondo dello spettacolo, tra cui Moni Ovadia, Paolo Rossi, il Duo Pali&Dispari, Teresa Mannino, in performance live. Scrive articoli per riviste di settore ed è responsabile della Rubrica CONTEMPORANEA della Rivista Amadeusonline. È docente presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo e nell’A.A. 2013/2014 svolge seminari sulla Storia della Musica Applicata alle Immagini per gli studenti AFAM del Conservatorio “B. Marcello” di Venezia.

La musica in scena sarà a cura del New Made Ensemble, l’ensemble in residence del Centro Musica Contemporanea di Milano. Il New Made si è esibito nei Festival e nelle Stagioni concertistiche delle principali città italiane, nonché in tournée in Europa, Giappone e Sud America, realizzando prime esecuzioni assolute di Roberto Andreoni, Luis Bacalov, Giorgio Colombo Taccani, Ivan Fedele, Federico Gardella, Giacomo Manzoni, Andrea Portera, Alessandro Solbiati e molti altri. Sono repertorio dell’ensemble le maggiori composizioni cameristiche del Novecento e ha sviluppato progetti in collaborazione con i principali enti italiani per la musica contemporanea, realizzando diverse registrazioni discografiche. Il New Made Ensemble è stato selezionato nel 2015 dalla Società Italiana degli Autori ed Editori tra le maggiori istituzioni musicali italiane per un progetto speciale dedicato alla musica contemporanea denominato « SIAE Classici di Oggi ».

Infine, a svolgere il ruolo corale all’interno del dramma saranno alcuni elementi del coro della Cappella Musicale del Duomo di Milano, la più antica istituzione culturale milanese, attiva ininterrottamente dal 1402 ad oggi, e tra le più antiche al mondo.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Giancarlo Garoia
 RETERICERCA (Leggi tutti i comunicati)
47122 Italia
rete.ricerca@libero.it