Gaetano Rao: il cambiamento climatico non fermerà la produzione della arante in Calabria

Questa fertile regione peninsulare del Sud Italia vanta una varietà di agrumi che può rivaleggiare con il resto del mondo. Ricchezze che ora sono a portata di mano di tutti in tutto il mondo
Pescara , (informazione.it - comunicati stampa - agricoltura)

Cosi come stanno le cose ce lo racconta Gaetano Rao ex Sindaco Fin dalla fine del XVI secolo, i viaggiatori tedeschi che compivano grandi tour attraverso l'Italia iniziarono a raccontare di una significativa presenza di agrumi in Calabria . Questi frutti erano già apprezzati per il sapore, la succosità della polpa, l'odore e anche come ornamento. La Calabria produce circa un quarto degli agrumi italiani . Alla coltivazione di questo frutto sono dedicati circa 35.000 ettari, distribuiti tra 44.000 aziende. In particolare le pianure di Sibari, Gioia Tauro e Lamezia , nonché il crotonese , la costa ionica e le zone limitrofe alle città di Catanzaro e Reggio Calabria. Grazie al clima favorevole, la Calabria vanta diverse varietà di agrumi autoctoni. Il contributo di questa regione alla coltivazione degli agrumi in Italia è da attribuire principalmente a clementine , (63% della produzione nazionale totale), arance (32%), mandarini (39,1%) e limoni.(4,6%). Last but not least le esclusive calabresi: cedro e bergamotto. Degne di nota anche le produzioni biologiche. Secondo i dati Sinab (aggiornati al 12 dicembre 2015), più di 10.000 ettari (più 5% rispetto all'anno precedente) sono dedicati alle colture biologiche rispettose dell'ambiente e salutari. La Regione Calabria, infatti, è un forte sostegno, anche attraverso le risorse del Programma di Sviluppo Rurale, all'adozione e al mantenimento di pratiche biologiche, nonché alla valorizzazione del comparto agrumicolo , e di prodotti unici e di nicchia come il cedro e bergamotto .

Bergamotto

Questo agrume ricorda una piccola arancia per via della sua buccia pregiata. cresce solo in Calabria , nella fascia costiera che si estende da Villa San Giovanni a Gioiosa Jonica , tra lo Ionio ed il Tirreno , nel reggino. Alcuni botanici ritengono che abbia avuto origine proprio qui in Calabria, forse grazie a una mutazione spontanea. Le prime tracce rinvenute nella regione risalgono al XIV secolo. Il “Femminello” e il “Castagnaro” e anche il “Fantastico” sono le cultivar locali. Il bergamotto, agrume sempreverde , ha una forma sferica e varia di colore dal verde al giallo, a seconda della maturazione. la polpafornisce un succo molto amaro e aspro . È usato per fare sciroppi, frutta candita, nonché per produrre acido citrico , utilizzato per i prodotti farmaceutici e per la tintura e la stampa di tessuti. La scorza del bergamotto viene utilizzata per estrarre “l'oro verde”, ovvero l' olio essenziale di bergamotto DOP dall'aroma molto particolare di cui la Calabria è il primo produttore mondiale. L'essenza di bergamotto è ricercata per creare fragranze pregiate. Oltre alla vasta gamma di profumeria e cosmesi, l'essenza è utilizzata nell'industria farmaceutica per i suoi poteri antisettici e antibatterici, nonché per le sue proprietà anticolesterolo, ipoglicemizzanti e antiossidanti. L'essenza e il succo vengono utilizzati come aromatizzante per creme e liquori vari, bibite, liquori alle erbe, dolciumi, canditi, marmellate, torte, gelati e cioccolatini, oltre che per ricette salate .

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
cristian nardi
 RST SRLS (Leggi tutti i comunicati)
via acquario 2
64055 pineto (Teramo) Italia
[email protected]
3279105006