Nuova tratta Metro Campania Nord Est, Mugnano-Aversa. Considerazioni di Assoutenti Napoli

L'apertura della nuova tratta di Metro Campania Nord Est, con le sue tre stazioni di Giugliano, Aversa Ippodromo e Aversa Centro, che si aggiunge alla precedente tratta già in funzione tra Piscinola e Mugnano, e che tra non molto si allungherà a Santa Maria Capua è un tassello fondamentale nei collegamenti di metropolitana regionale
, (informazione.it - comunicati stampa - trasporti) L'apertura della nuova tratta di Metro Campania Nord Est, con le sue tre stazioni di Giugliano, Aversa Ippodromo e Aversa Centro, che si aggiunge alla precedente tratta già in funzione tra Piscinola e Mugnano, e che tra non molto si allungherà a Santa Maria Capua Vetere per raggiungere senza scambio Piedimonte Matese, ricostituendo la storica linea Napoli-Piedimonte D'Alife, opera fortemente voluta dall'Ass.re Regionale ai Trasporti, Ennio Cascetta, è un tassello fondamentale nei collegamenti di metropolitana regionale, e che, anche grazie al futuro passaggio diretto dei suoi treni sull'anello della linea uno fino a Capodichino e Garibaldi, permetterà un' efficace integrazione del trasporto Pubblico nelle provincie di Napoli e Caserta.

A questo punto occorrerà anche che si realizzi, in parte come previsto, in parte da perfezionare, un valido sistema di intermodalità tra vettori diversi (da treno ad autobus e viceversa) e con sistemi di trasporto a lungo percorso (Aeroporto e Stazione Centrale di Napoli). Infatti ciò non sempre accade, già per le relazioni esistenti, sia in termini di fermata, che di capolinea che di orari, sia nella città di Napoli che in provincia. Forse uno dei motivi è anche l'eccessivo numero di operatori esistenti, soprattutto nel trasporto su gomma, e premiamo perché si realizzi quanto già indicato dall'Ass.re Cascetta, cioè una maggiore semplificazione delle Aziende operanti in regime di concessione in Campania, anche ai fini dei costi che non ben si coniugano, ora come ora, con il concetto di autonomia e privatizzazione del trasporto pubblico.

Occorre ricordare che, entro il 31 dicembre del 2010, vanno realizzate per legge le gare per l'assegnazione di bacino del Trasporto Pubblico su Gomma, che dovrebbe definire operatori unici e per il Comune di Napoli e per la Provincia.
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Antonio di Gennaro
 Assoutenti Delegazione Provinciale Napoli (Leggi tutti i comunicati)
Via Cilea
80127 Napoli Italia
antonio.digennaro@alice.it
3471932873
Allegati
Non disponibili