Paralimpismo in Sardegna: dal 25 novembre 2021 il pattinodromo di Cagliari si trasforma in oasi paralimpica

E schermitrice sarà la madrina delle quattro giornate paralimpiche: la docente universitaria Rossana Pasquino, reduce da due argenti (sciabola e spada in carrozzina) conquistati nella recente di Coppa del Mondo svoltasi a Pisa.
Cagliari, (informazione.it - comunicati stampa - sport)

Il ritorno delle scolaresche nel mondo paralimpico isolano dopo una lunga pausa forzata. Un flusso complessivo di seicento studenti campidanesi (vedere elenco in basso) provenienti da elementari, medie e superiori si accinge a popolare il piccolo villaggio sportivo creato all’interno del pattinodromo cagliaritano, sito in via degli Sport.

Succede a partire da giovedì 25 novembre e fino a sabato 27 novembre 2021, ovviamente durante le mattinate e in maniera contingentata (circa duecento presenze al giorno) per assecondare i protocolli di sicurezza.

Le otto federazioni paralimpiche (vedere elenco in basso) sono ansiose di interagire nuovamente con le schiere di allievi entusiasti che si metteranno in fila per provare l’attrezzatura sportiva messa a disposizione, controllati a vista dagli esperti maestri di sport, atleti e dirigenti, felici di prestare la propria professionalità alla causa paralimpica.

La presenza dei discenti non preclude quella di tutti coloro che vorranno visitare le “piazzette dedicate” anche perché le porte rimarranno spalancate dalle 9:00 alle 18:00, fino a domenica. Ed è proprio nel primo pomeriggio che le varie discipline sportive avranno totale carta bianca per organizzare eventi attrattivi.

Di sicuro costituirà un grande calamitatore di appassionati anche il concomitante svolgimento dei Campionati italiani di scherma under 23 nei limitrofi impianti sportivi (le due palestre Coni di Monte Mixi e il PalaPirastu).

E schermitrice sarà la madrina delle quattro giornate paralimpiche: la docente universitaria Rossana Pasquino, reduce da due argenti (sciabola e spada in carrozzina) conquistati nella recente di Coppa del Mondo svoltasi a Pisa.

L’atleta, presente anche alle paralimpiadi di Tokyo ha espresso tutta la sua soddisfazione per essere stata invitata nell’isola.

“Poter partecipare a questo evento mi rende particolarmente contenta – ha dichiarato l’ingegnera - perché arrivo da voi sia come atleta, sia come consigliera federale della FIS. Non vedo l’ora di diffondere i miei messaggi motivazionali e di positività ai vostri studenti, ma ritengo che sia importante lasciare un’impronta anche con il mio ruolo istituzionale e far sentire la federazione vicina ai suoi tesserati. Queste sono giornate che fanno crescere non solo il movimento paralimpico ma tutto lo sport italiano. È un’occasione di sensibilizzazione, ma anche di propaganda e promozione, vista la presenza di numerose scolaresche, di argomenti che sono all’ordine del giorno. Senza dimenticare l’importanza dell’integrazione tra sport olimpici e paralimpici. Concetti che tra l’altro sono molto cari alla Federazione Italiana Scherma e probabilmente anche ad altre federazioni che abbiano nella loro struttura la necessità di accoppiare il paralimpico all’olimpico”.

CAMPIONI NOSTRANI PRONTI A INCANTARE I VISITATORI

E a proposito di testimonial, è stato allestito uno stand dove gli studenti potranno incontrare e chiacchierare con alcuni protagonisti dello sport paralimpico isolano. Giovedì mattina a tenere banco sarà il giovane campione internazionale di atletica leggera FISPES Mattia Cardia. Venerdì è il turno della pluri campionessa italiana di tandem paralimpico (FIC) Ilaria Meloni e del pluridecorato cecchino di livello mondiale Oreste Lai (FITAV). Il piattellista di Sestu è presente anche sabato assieme alla danzatrice (FIDS) Maddalena Puddu e al giocatore di sitting volley (FIPAV) Moreno Marchetti.

E domenica 28 novembre la Federazione Italiana Scherma chiuderà il sipario organizzando un torneo promozionale di scherma paralimpica.

CRISTINA SANNA : “NON LASCIAMOCI SFUGGIRE QUESTA GRANDE OCCASIONE”

Il week end cagliaritano organizzato sotto l’egida del CIP Sardegna è stato presentato nella scuola primaria di via Garavetti a Cagliari davanti ad una variegata platea composta da piccoli discenti che hanno tempestato di domande gli ospiti presenti. Non poteva mancare la presidente del Comitato Sardegna Cristina Sanna manifestatasi particolarmente euforica per il grande coinvolgimento degli studenti: “La nostra segreteria è stata subissata di adesioni – dice la presidente – ma purtroppo per ragioni di spazio e di sicurezza abbiamo dovuto dire no a parecchie scuole. Imputo questa grande richiesta, tra le altre cose, all’impatto mediatico che hanno avuto le recenti paralimpiadi giapponesi. Ora c’è molta più attenzione al nostro mondo e dobbiamo approfittarne per divulgare l’ampio ventaglio di proposte. Mi auguro di vedere al pattinodromo tanti studenti con disabilità, propensi ad innamorarsi di una delle discipline presenti. Penso che i nostri testimonial, con le loro esperienze di vita possano fare molto sotto questo aspetto. La loro gioia di vivere associata alla sana competizione può rappresentare un fattore di coinvolgimento; basterebbe immaginare quale sarebbe l’arricchimento personale associato ad un cambiamento radicale della propria esistenza per provare a cimentarsi”.

Cristina Sanna parteciperà anche alla due giorni dedicata al progetto Nastro Rosa per la riabilitazione di donne che hanno subito un intervento di mastectomia. L’appuntamento è a Cagliari, Palazzo Regio (Piazza Palazzo), giovedì 25 e venerdì 26 novembre 2021 a partire dalle 10:00.

GIANMARCO TAVOLACCI: “PERFETTA INTEGRAZIONE SU TRE FRONTI”

Trafelato per queste giornate ricche di impegni organizzativi il delegato regionale della FIS Gianmarco Tavolacci dimentica momentaneamente lo stress accumulato perché sta vivendo un’esperienza entusiasmante: “L’occasione è importantissima per noi della Federscherma e rappresenta un motivo di orgoglio – sottolinea - perché stiamo portando a compimento un grande obiettivo che è quello di rafforzare le sinergie con il Comitato Paralimpico che già fa parte della nostra famiglia agonistica”.

Il tutto è sublimato dall’arrivo di Rossana Pasquino: “La sua presenza a Cagliari è una testimonianza concreta di come la federazione tenga al nostro operato – prosegue il delegato regionale - e si aggiunge al piacere di convivere assieme agli altri otto sport che si avvicenderanno nel pattinodromo per essere provati dai numerosi scolari”.

L’integrazione con le scuole è un altro aspetto che gioca a favore degli organizzatori: “Non è un caso che sia stata scelta una scuola per presentare il week-end paralimpico – conclude Tavolacci - ed anche questo è un altro elemento preponderante che ci fa pensare in grande per il futuro”.

GLI SPORT PRATICABILI AL PATTINODROMO COMUNALE

Sono otto le federazioni che ruoteranno tra giovedì e domenica negli spazi del pattinodromo comunale. A cominciare dalla FIS (Federazione Italiana Scherma), attivissima in tutti e quattro i giorni. Presenti, inoltre, FIBa (Federazione Italiana Badminton), FPICB (Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla), FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), FITeT (Federazione Italiana Tennistavolo), FIB (Federazione Italiana Bocce), FIPE (Federazione Italiana Pesistica), FIC (Federazione Italiana Ciclismo).

DA DOVE ARRIVANO I FORTUNATI SCOLARI?

Di seguito le scuole che si alterneranno nei tre giorni della manifestazione:

25 novembre 2021: Porcu-Satta Quartu S. Elena, Giua Assemini, Manzoni Maracalagonis, Cima Guasila, plesso Pimentel.

26 novembre 2021: Eleonora d’ Arborea Cagliari, Alberti Cagliari, Scuola Primaria Via Garavetti Cagliari, Gramsci Amaldi Carbonia.

27 novembre 2021: IC n°4 via Bach Quartu, 17 Circolo Cagliari Via Castiglione, Meucci Cagliari, Da Vinci Decimomannu.

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
GIAMPAOLO PUGGIONI
Italia
[email protected]