A Palazzo Farnese di Caprarola la presentazione di Ultramodum, il volume di Gian Ruggero Manzoni

Nell’ambito degli incontri previsti a margine della mostra Ierofanie, la personale di Sergio Monari a cura di Niccolò Lucarelli, Palazzo Farnese ospita la presentazione di Ultramodum (MC Editrice), volume di prose dello scrittore e critico Gian Ruggero Manzoni. L’evento, che si svolgerà alla presenza dell’autore, si terrà sabato 23 ottobre alle ore 17. Consigliata la prenotazione al numero 0761/646052.
Viterbo, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura)

Nella sua ultima fatica letteraria, Gian Ruggero Manzoni esamina e scardina il deserto interiore di ognuno di noi, mettendoci di fronte al nostro viaggio più vero lungo il quale incontrare noi stessi e l’umanità tutta. Manzoni è tra i fondatori della rivista d’arte e letteratura “Origini”, che ha diretto fino al 1998. Nei primi anni ’90 è divenuto uno dei responsabili delle pagine culturali della rivista “Risk – Arte Oggi”, diretta da Lucrezia De Domizio Durini. Dal 1990 al 1995 ha insegnato Storia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino. Nel 2008 ha fondato la rivista “ALI” (Arte, Letteratura, Idee). Ha al suo attivo oltre cinquanta pubblicazioni, tra cui molti libri d’arte, con case editrici quali Feltrinelli, Il Saggiatore, Skirà, Scheiwiller.

L’incontro prevede anche un dialogo con Sergio Monari, le cui sculture rimarranno esposte fino al 28 novembre, in un dialogo all’insegna del classicismo, con gli affreschi rinascimentali della reggia. La poesia, l’amore, la gloria, la guerra, il destino, il tempo, la vanità, la morte; come un romanzo antico, eppure sempre nuovo, l’allestimento si dispiega, opera dopo opera, su capitoli modellati in forma di umane sembianze, pulsioni, aspirazioni, dubbi e timori, riverberando l’eco di un attualissimo passato. Il risultato è una “commedia umana” sottoforma di statue e dipinti, gremita di personaggi eternati nella tridimensionalità del bronzo e nella bidimensionalità dell’affresco, un dialogo estetico e di materia che fa da sfondo allo scorrere parallelo di vicende storiche e quotidiane.

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica, previo acquisto del biglietto di ingresso di Palazzo Farnese (5 euro intero, 2 euro 18-25 anni, gratuito fino a 18 anni – valgono gratuità di legge disposte dal MiC). All’interno del museo sono attive le misure di contrasto al Covid19 con obbligo di Green Pass. La mostra si avvale della sponsorizzazione tecnica di Signal srl, azienda toscana di cartellonistica pubblicitaria.

Info:

www.polomusealelazio.beniculturali.it

facebook.com/palazzofarnesecaprarola

instagram.com/palazzofarnesecaprarola

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Ufficio Stampa
Effezeta Comunicazione
Italia