Milano, 30 novembre 2013. BIOENERGETICA OPEN DAY. Intervista con la psicoterapeuta Silvana Nozzolillo

Una giornata a ingresso libero dedicata alla bioenergetica e al prossimo corso SIAB di specializzazione in analisi bioenergetica, per già psicoterapeuti, che si terrà a Genova nei prossimi mesi. Per saperne di più intervistiamo la dottoressa Silvana Nozzolillo
MILANO, (informazione.it - comunicati stampa - salute e benessere)

D: Cosa ha portato la bioenergetica nel suo lavoro di ogni giorno?
R: La costante consapevolezza corporea delle mie emozioni e la possibilità di padroneggiarle nell’incontro con i pazienti. La possibilità cioè di vivere il transfert ed il controtransfert a livello corporeo…profondamente radicata nel corpo. Attraverso il contatto con il respiro e con le tensioni corporee è possibile accompagnare i pazienti, sia in terapia individuale che di coppia, in un viaggio di profonda esplorazione dei blocchi emotivi e della propria storia personale, per liberare le energie bloccate e contattare la vitalità e la gioia di vivere. L’Analisi Bioenergetica mi ha permesso una ricca integrazione tra le tecniche corporee e quelle già presenti nel mio “armamentario” terapeutico come psicoterapeuta sistemico-relazionale, grazie alla presenza di una mappa e di un territorio comune ad entrambe….il territorio del corpo.

D: Che benefici ha portato ai suoi pazienti?
R: I benefici che ha portato al terapeuta!........dalla parola al corpo!
Un’espansione dello spazio interno attraverso l’esplorazione dell’universo delle emozioni e delle sensazioni corporee. Permetto loro di sperimentare quanto sperimentato da me nel mio percorso di formazione e di analisi. La Bioenergetica mi ha consentito di provare “sulla pelle” che i nostri pensieri influenzano il nostro sentire e viceversa, di contattare le emozioni profonde e sentirle nel corpo. Questo è ciò che sta portando ai miei pazienti.

D: Cosa attira le persone verso la bioenergetica?
R: L’attrazione per il concetto di “energia” come risorsa personale a cui poter accedere. La possibilità di esplorare le sensazioni corporee e riappropriarsi del proprio corpo in un’epoca in cui il corpo è divenuto oggetto e non soggetto della cura. La vitalità che si coglie negli occhi di chi la propone….spesso mi è stato dato questo rimando.

D: C’è qualche appuntamento che desidera segnalarci sulla bioenergetica a Genova?
R: Il prossimo anno inizierà il “IV Corso di specializzazione per già psicoterapeuti” che consiglio ai colleghi psicoterapeuti di altra formazione. Inoltre è già partito un ciclo di conferenze “Dentro la Bioenergetica” presso la sede in via Frugoni 15/2 alle quali partecipare per approfondire temi di vario interesse clinico. Le conferenze, gratuite sono rivolte a tutti coloro che vogliano conoscere meglio questo tipo di approccio clinico. Alcune date: il 30 gennaio “Dal fare all’essere: le classi di esercizi”, il 13 febbraio “Corpo e disturbi alimentari”, il 27 febbraio “Stare nel mondo: la postura tra fisiatria e bioenrgetica”. E tante altre iniziative che possono essere seguite sul sito di Bioenergetica della dott.ssa Nicoletta Cinotti, direttore del Corso “già Psico” e del Centro Studi di Genova www.nicolettacinotti.net


D: Può sintetizzare il vantaggio maggiore che ha trovato frequentando il corso SIAB di analisi bioenergetica per già psicoterapeuti?
R: L’esperienza di essere radicata nella realtà e poter sperimentare dal “vivo”, in terapia e nella vita di tutti i giorni, la vitalità del corpo e le possibili espressioni di essa. La formazione in Analisi bioenergetica è una formazione esperienziale, nulla che non venga sperimentato personalmente nel corso della formazione e della propria analisi personale può essere proposto ai pazienti in terapia. Questa è la garanzia maggiore ed il vantaggio di questo percorso, sia per il terapeuta che per il paziente…la condivisione di un viaggio in territori già esplorati.

D: Cosa è cambiato in lei a livello personale dopo aver seguito il corso?
R: Sono ritornata in contatto profondo con il mio corpo, con le mie sensazioni ed emozioni….è stato come ritornare “a casa”!

D: Qual è il senso dell'integrazione del corpo nella formazione di un terapeuta?
R: Rispondo con una delle frasi di Alexander Lowen, padre della Bioenergetica, che amo di più: “Noi siamo il nostro corpo, più siamo in contatto con esso e più siamo consapevoli di ciò che siamo”. Per un terapeuta, essere consapevole di sé è la meta e il viaggio del suo percorso di crescita, una crescita in cui il corpo non venga più dimenticato. Quello che accade nel nostro corpo si riflette sulla nostra mente e viceversa, come ci ricorda uno dei pilastri della Bioenergetica: l’identità funzionale mente-corpo.

D: A quale tipo di terapeuta consiglierebbe il corso SIAB di analisi bioenergetica per già psicoterapeuti di Genova?
R: A tutti i colleghi….sempre ricordando le parole di Lowen: “La Bioenergetica non ha controindicazioni” è utile a chiunque voglia sperimentare un percorso di conoscenza e consapevolezza di sé.

Aspettiamo chiunque voglia fare una esperienza pratica della formazione in Bioenergetica al primo Open day che terremo a Milano il 30 novembre presso l’associazione “Il Labirinto” in via Giambellino, 84 dalle ore 9,00 alle 12,30. Per qualunque domanda ed informazioni è possibile contattarmi all’indirizzo: s.nozzo@yahoo.it

Info e approfondimenti:
http://nicolettacinotti.net/corso-di-specializzazione-in-analisi-bioenergetica-per-gia-psicoterapeuti/
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
Ezio Storti
 UfficioStampa24 (Leggi tutti i comunicati)
Via Bitinia 5
Roma Italia
ufficiostampaventiquattro@gmail.com
Allegati
Non disponibili