Marina Vargas - L'estetica della vertigine

Per la prima volta alla galleria d’arte XXS aperto al contemporaneo, la personale dell’artista spagnola Marina Vargas.
Palermo, (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) Un corpus di opere dove il linguaggio del biologico e del biomorfico crea una dicotomia strutturale del rapporto tra la vita e la morte in un universo metaforicamente simbolista, in cui brutalità e bellezza si fondono nell’analisi di culture arcaiche e contemporanee. Il lessico poliglotta dell’artista, emerge nella realizzazione di opere scultoree e tecniche miste su carta: se, nel primo caso, la Vargas interpreta il tema arcaico della Vanitas nella realizzazione di teschi e cuori in porcellana, impreziositi da reticolati grafici e macchie di vernice dalle sfolgoranti cromie, come simbolo non più della caducità ma della rinascita spirituale, nelle opere su carta, l’artista interpretando il tema della morte come azione cosciente di un’epurazione che genera un progressivo cambiamento, rappresenta simboli del sacro e del profano dai toni argentei su sfondo nero, enfatizzandone l’alone enigmatico e misterico e conferendone un significato escatologico pertinente all’interpretazione del destino ultimo dell’uomo e del proprio universo interiore.

Evento in collaborazione con Costantini Art Gallery (Milano)
Sponsor tecnici: Pizzo&Pizzo; Dei principi di Spadafora;


XXS aperto al contemporaneo
Via XX Settembre, 13 - 90141 Palermo
tel. +39 091 8436774
mob. +39 393 9356196; +39 328 7616959
xxsapertoalcontemporaneo@gmail.com
orari: 17,00 - 20,00 - chiuso lunedì e festivi
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Per maggiori informazioni
Ufficio Stampa
XXS aperto al contemporaneo
 XXS aperto al contemporaneo (Leggi tutti i comunicati)
Via XX Settembre, 13
90141 Palermo Italia
xxsapertoalcontemporaneo@gmail.com
+39 091 8436774
Allegati